Domanda di Conservativa

Risposte pubblicate: 7

Conati di vomito durante cura denti

Scritto da raffaele / Pubblicato il
Da tempo ho una carie che mi porta qualche dolore, vado dal dentista e come inizia a mettermi i ferri in bocca, puntualmente accuso conati di vomito. Non sono riuscito a fare nemmeno una radiografia per questo problema perchè appena inserivano la cartuccia subito mi veniva da vomitare. Ho provato a cambiare dentista, ma il risultato è stato identico. Intanto il dolore aumenta...non è questione di paura e proprio che non ce la faccio a non avere conati di vomito. Come posso fare per risolvere questo grave problema?
Caro Sig Raffaele... basta usare gli antiemetici...ce ne sono tanti...come il gruppo degli antiistaminici...deve deciderlo il Dentista in base alla sua anamnesi clinica...poi ci sono degli accorgimenti...tipo...respirare molto lentamente e profondamente e rilassare le spalle al massimo e non accavallare le gambe e in caso di conato di vomito non fare movimenti bruschi ma mantenere la calma...concentrare il pensiero su qualcosa di piacevole...stare immobili e non muoversi..e tante altre cose che il suo Dentista dovrebbe saperle dire...farmaci e insegnamenti all'autocontrollo...in 32 anni di esperienza hanno risolto qualsiasi situazione simile alla sua...quindi tranquillo... Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Raffaele i consigli del Dott. Petti sono preziosi, aggiungo che anche un quotidiano auto-allenamento con un cucchiaio da cucina, può favorire la condizione. Le consiglio di valutare la valida opportunità, proposta dal Dott. Cultrone.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Caro Sig. Raffaele, concordo con i colleghi; in più la informo che è possibile usare tecniche di sedazione come il protossido che tra i vari vantaggi ha anche quello di inibire il riflesso del vomito;si informi se qualche studio di Livorno utilizza questa tecnica oppure mi contatti io esercito in provincia di Pisa, il mio studio è in grado di darle questo servizio ; troverà i miei recapiti su questo sito. Cordialmente

Scritto da Dott. Massimo Cultrone
Calcinaia (PI)

Gentile Sig. Capone,per eliminare lo stimolo del vomito durante le sedute odontoiatriche esistono vari metodi il più efficace dei quali è la sedazione cosciente con protossido di azoto. Con tale tecnica sedativa, peraltro assolutamente innocua e reversibile, è possibile eseguire tutte le terapie desiderate, dall'uso del trapano fino alla presa di impronte senza creare il minimo disagio. Cordialmente

Scritto da Dott. Michele Paradiso
Nichelino (TO)

Sono contento che i colleghi conoscano (o forse usano anche?) il protossido. E' questa la tecnica principe e principesca per risolvere un caso così. Io lo uso dal 1985 (mi sembra di ricordare questa data) ed ho risolto una infinità di casi simili. L'aneddoto più caro al mio ricordo, è quello di Giordano. Un uomo di Rimini, bravissimo giardiniere col pollice verde che una ventina di anni fa era disperato perchè aveva perso dei denti pur giovane, e non poteva fare una protesi perchè al momento delle impronte vomitava quello che aveva mangiato 7 giorni prima...))). Col n20 immediatamente ha fatto cure, igiene, riabilitazione, impronte (questo gas abolisce il senso del vomito) e lui mi è stato così grato che mi fa ancora il giardino gratis da quella volta. Il mio giardino, quello dove sostano i pazienti per rilassarsi un attimo prima di entrare, è così belo che è un angolo di paradiso, ed io contraccambio con Giordano con tre quattro sedute di igiene in omaggio ogni anno, e scambio di uova, olio di oliva e quant'altro..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile signor Raffaele, quello che dice è un problema che spesso deriva da uno stato ansioso :dal dentista non si va volentieri. Tuttavia mi chiedo: tale fenomeno si verifica anche in altre occasioni? Per esempio quando introduce lo spazzolino in bocca per lavare i denti, quando usa il cucchiaio, se mangia un alimento particolarmente "ingombrante",etc. Tutti i consigli proposti dai colleghi sono buoni e non dimentichi che la collaborazione tra medico e paziente è fondamentale . dott. Giovanni Ghio Livorno
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giovanni Ghio
Livorno (LI)

Noi, Protossidi dipendenti, risolviamo con tranquillità tale disturbo senza farmaci e alla fine della terapia Lei si ritroverà tranquillo, soddisfatto per la riuscita del lavoro, e senza sonnolenza o problemi per la guida ecc. Si documenti sulla sedazione cosciente e vivrà senza fobie di sorta. Cordiali Saluti

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)