Domanda di Conservativa

Risposte pubblicate: 3

L'ozonoterapia per la cura delle carie

Scritto da Cristian / Pubblicato il
Salve a tutti, come si evince da tantissime altre domande (e conseguenti risposte) poste in passato riguardo all'utilizzo dell'ozonoterapia per la cura delle carie, ci sono molte perplessità in merito: ecco io vorrei chiedervi, al dì là dei pareri personali, esistono studi clinici comparati che possono evidenziare l'effettiva funzionalità della terapia? Casistiche e/o statistiche, riportate nero su bianco, magari certificate dal ministero della salute che mettono un punto fermo sull'argomento? Se si dove possono essere reperite? Personalmente sono uno che non si fà degli inutili pregiudizzi sulle nuove tecniche, ma valuto con serenità i concetti fondamentali che sono a valle della terapia stessa, di consequenza sono molto propenzo a volermi sottoporre a tale trattamento per la cura di tre piccole carie. Quello che mi chiedo è però se questa tecnica si può utilizzare nel mio caso, ossia, carie interprossimali. Se i vostri riscontri sono tutti positivi, dove potrei trovare un dentista che effettua tale terapia nella provincia di Lecce? Precisamente sono di Taviano. Ho fatto una piccola ricerca sù internet, ma non ho trovato nessun dentista che la esegue. C'è qualcuno che mi saprebbe indirizzare? Quali sono i costi medi per la cura di una singola carie (quando effettuabile con tale terapia)? Cordiali saluti
Caro Signor Cristian, Certo che esistono studi clinici ... parliamo di medicina ... però non in senso miracolistico come il paziente spesso è portato a credere. Infatti anzitutto c’è una tossicità per cui è stato costruito in Germania un apparecchio che eroga ozono a un certo preciso numero di cicli al secondo solo se si mantiene una sigillatura intorno al dente per mezzo di una coppetta in silicone. Alla fine del trattamento, tutto l'ozono viene aspirato. Il dente viene poi trattato da un liquido rimineralizzante. Il tutto senza dolore, senza anestesia e senza trapano. In circa l’80/90% dei casi di carie molto piccole si ha la riminertalizzazione. Negli altri, viene ripetuto il trattamento. Questo per carie piccole. Il punto è che una carie piccola di regola è “secca” ossia scura, è stata per così dire e semplificare, fermata dall’organismo e non va trattata. SE è grande l’Ozono terapia non ha grande successo ed in ogni caso non risolve i problemi di ritenzione, sottosquadri, rigenerazioni e ricostruzione per cui si deve sempre ricorrere al trapano e alla ricostruzione tradizionale del dente. A questo punto a cosa serve l’ozonoterapia? A poco. Per cui ma è del tutto un parere personale . Preferisco il trapano la buona vecchia anestesia e la ricostruzione in composito, in amalgama o con intarsio. Lei poi è un uomo ha 24 anni ...è pensabile che non abbia paura di un piccolo ago...poi con l'anestesia che può essere preceduta da una preanestesia senza ago...non sente assolutamente nulla. Per pazienti psicolabili... potrei dire con una battuta ...però sempre d'ordine medico... si curino da uno psicanalista per vincere paure inesistenti e poi si ffacciano curare dal dentista... i bambini...mah...mai avuto la necessità...ho curato disabili, spastici, persone con fobie enormi...tutto sta nel saperli curare con pazienza e professionalità...per chiudere a mio parere lasci perdere...non è il suo caso...poi ovviamente troverà il collega che le dimostrerà tutto il contrario. La miglior cosa è non scegliere da soli come vorrebbe fare lei il metodo di terapia c... ma farlo scegliere al Dentista...ricordando che ogni paziente è diverso , ogni carie fa caso a se stante ed ogni terapia nella situazione clica diversa può e deve essere diversa...magari anche l'ozonoterapia!...Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Io dico la mia opinione. L'ozono è una sostanza che sterilizza. Usato sui denti, può ripristinare l'omeostasi e le difese naturali, per così dire, del dente. Questo permette all'atto pratico di usare molto molto molto molto meno (ma ancora non riusciamo ad abolirli) anestesia e trapano. E di devitalizzare una quantità in meno di denti. Va bene per tutte le età, in pedodonzia e nell'adulto: introduce infatti il nuovo concetto di MID, odontoitria mininvasiva e-o a basso livello di operatività (il futuro della conservativa: ci sono prospettive straordinarie in questo campo di frontiera, e ci sarà a Firenze il prossimo anno un congresso che credo diventerà storico per la svolta che darà in questo campo). Tutto ciò va bene non solo per le comprensibilissime ansie della poltrona del dentista, ma si tratta di demolire molto meno il dente cariato.. Maggiore conservazione. Quanto alle "PROVE" c'è in questo sito uno dei padri italiani della ozonoterapia dentale, il nostro Maestro, della università di Firenze. Se ci legge, lascio a lui il noioso compito di fornirci le prove (ma ricordiamoci che l'ozono in Medicina generale è usato da tantissimi anni per guarire ulcere da decubito, compressioni discali, sequestri ossei gravi etc etc. La novità è usarlo sui denti..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Cristian, sono in perfetto accordo con il Dott. Passaretti, l'ozono purtroppo non risolve completamente tutti i problemi della conservativa, ma contribuisce a renderli meno invasivi. Probabilmente, una risposta più esaustiva, le sarà data dal consulente scientifico, citato dall'amico Paolo.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)