Domanda di Conservativa

Risposte pubblicate: 4

Desidererei avere una valutazione da parte vostra

Scritto da CLAUDIO / Pubblicato il
Egr.dentisti circa 1 settimana fa mia moglie ha portato mia figlia di 5 anni dal suo dentista per curare una carie non perforante su un molare inferiore destro applicando anestesia locale sia sul dente che alla base del labbro; sin qui tutto bene ma quando e' venuta a casa e che l'anestesia cessava l'effetto la bambina ha cominciato a lamentarsi e la guancia e il labbro si sono gonfiati. Col passare del tempo sul labbro destro si e' presentata una bolla bianca di circa 2 cm che di estendeva sino alla base interna del labbro e altre bolle bianche all'interno della guancia destra molto dolorose. Il giorno dopo (la bambina non ha mai dormito dal dolore) abbiamo riportato la bambina dal dentista che si e' meravigliato di quello che era successo e ci ha detto che le bolle erano causate dalle auto morsicature fatte dalla bambina durante il periodo di anestesia; inoltre ci ha detto che per far passare il dolore di dare della tachipirina (cosa che abbiamo fatto ma ha risolto molto poco). La domanda e' questa e' possibile una cosa del genere?? io non ho mai visto una cosa simile. A una settimana di distanza la situazione e' migliorata ma la bambina ha passato e noi con lei una settimana d'inferno. Desidererei avere una valutazione dell'accaduto da parte vostra, nel frattempo ringrazio e saluto. Claudio
Mi dispiace per quello che è successo alla sua bimba...caro signor Claudio. Probabilmente si è trattato solo di un Herpes che da delle vescicole in genere piccole...ma raramente anche grandi...in particolare lungo il decorso di uno o più nervi e lei più o meno mi ha destritto il percorso del nervo linguale e del buccinatorio che guarda caso si anestetizzano proprio con la anestesia fatta! Uno stress così ... anche se non voluto ... quindi il suo dentista non ha colpa...può scatenare in soggetti predisposti l'herpes che è di natura virale ed ha parentela con la varicella indipendentemente che la si sia avuta o no!...è una situazione non comune ... ma neanche rara...è dolorosa...non ha nessun significato patologico...in ogni caso è passata...per prudenza farei visitare la bimba anche da un allergologo per vedere se ci sono intolleranze a farmaci o anestetici ...dubito...ma è prudente almeno sentire un parere!...oltre l'Herpes...valuterei anche questa altra lontanissima evenienza!... Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Claudio il sospetto del suo dentista rientra in una certa percentuale di casi, sono possibili dopo anestesia prolungata delle morsicature ai tessuti molli della bocca, di solito sono monolaterali e corrispondenti alla zona anestetizzata. L'infezione erpetica predilige i tessuti cheratinizzati, difficilmente colpisce le mucose geniene (interno guance) e soprattutto si diffonde anche nelle zone non anestetizzate. Sicuramente non è stato nulla di grave perché regredito tutto spontaneamente.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sig. Claudio, confermo, come già sostenuto da altri colleghi, l' evenienza di una morsicatura; molti pazienti sotto anestesia si divertono a mordersi ma quando questa finisce...Stia sereno il quadro clinico si stà risolvendo e questo è l' importante. Se vuole un consiglio cerchi di non trasmettere a sua figlia la sensazione che quanto accaduto sia colpa del dentista, questo potrebbe generarle un trauma nei confronti della categoria difficilmente gestibili nelle prossime sedute. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Cultrone
Calcinaia (PI)

Io passo almeno 6-7 minuti (se ci pensa sono tantissimi) ed altrettanti le assistenti, dopo che io ho finito, a SPIEGARE chiaramente la spiacevolissima possibilità che il bambino (di varie fasce di età, quando devo per forza fare l'anestesia) si possa mordere. Spiego ai genitori e al bambino direttamente parlando a lui, con parole che siano comprensibili e mi accerto che mi abbia capito. Tutto viene replicato specularmente dalla assistente (repetita juvant). Infatti sono abituato che le sedute, mediamente, vadano bene e il bimbo non abbia sofferenze o traumi, ma temo come la peste la lesione da morsicatura successiva all'anestesia. La comunicazione è alla base di ogni attività nello studio. Per comunicazione intendo semplicemente che certe cose vanno dette, con chiarezza. Il bimbo si può mordere in due modi: involontariamente (e questo è facile da prevenire, basta che non mangi finchè non è passata l'anestesia, e questo vale da 0 a 99 anni). Oppure volontariamente: ci sono bambini (ma spesso anche soggetti con molti più anni) che sentendo la "carne morta piena di formichine" sul labbro o sull'interno della guancia, hanno un gusto pazzesco a mordersi per testare la strana e nuova insolita sensazione, e si fanno così delle FERITE TERRIBILI.. Come la sua piccina. Per questo aspetto, non ci sono molte armi oltre, come dicevo, spiegare, spiegare, spiegare e chiedere ai genitori di sorvegliare visivamente ed ispezionare il bimbo affinchè non sviluppi questo terribile vizietto nei minuti e nell'ora successiva alla iniezione. Si può anche mettere un rotolino di cotone per isolare ed allontanare i tessuti, ma dura poco. Queste ferite da morsicamento sono molto spiacevoli, rovinano l'andamento della seduta che senza questa complicazione magari sarebbe andata benissimo, ma passano molto presto. Colluttorio, igiene al massimo, e se sono davvero forti, antibiotici per via orale per pochi giorni. Tachipirina.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia