Domanda di Conservativa

Risposte pubblicate: 10

Se aspettassi alcuni mesi rischio che la situazione diventi irreversibile?

Scritto da lidia / Pubblicato il
Gentili dentisti.. vorrei un vostro parere. Sono andata presso il dentista della mutua perchè non ho possibilità economiche, sono prossima alla laurea e conto presto di potermene permettere uno privato. Detto ciò come premessa mi sono sottoposta dal dentista a delle cure di carie, alcune abbastanza profonde . Oggi mi ha curato l'ultimo dente che secondo la dentista andava curato, ma negli altri denti (molari e premolari e un dente del giudizio) ho i classici segnetti neri della carie, su alcuni denti più marcati .... Lei ha detto che non è necessario curarli e che ci vediamo il prossimo anno per l'igiene dentale. la cosa mi ha lasciato Moooooooooooooooooolto perplessa..... Purtroppo per ora non posso permettermi un dentista privato, ma se aspettassi alcuni mesi rischio che la situazione diventi irreversibile? La cosa mi preoccupa abbastanza, vorrei prenderle allo stadio iniziale e non aspettare che progrediscano. Scusate se mi sono dilungata, forse troppo.
Cara Signora Lidia, buongiorno. Stia tranquilla, se la sua Dentista ha valutato bene le carie con anche lo specillo, si tratterebbe delle cosiddette "carie secche". Sono carie che non hanno superato la Membrana di Nasmyth (o cuticola esterna dello smalto che riveste per intero, come fosse un "cappotto" che lo protegge e che deriva nell'embriogenesi dall'Epitelio Pavimentoso Esterno dell'Organo dello Smalto e tralascio il resto dell'embriogenesi e dei tre strati di cellule del Sacco Follicolare e che formano i cementoblasti e l'apice radicolare dissolvendo la Guaina Epiteliale dell'Hertwig importante perché i suoi residui possono innescare la formazione di cisti apicali e formano l'altra il ligamento alveolo dentale e la terza la corticale ossea alveolare (cemento radicolare, ligamento alveolo dentale e corticale e teca ossea costituiscono il Parodonto: un po' di "Cultura" non fa mai male :) anche perché così si spiega che non tutte le osteolisi periapicali sono conseguenza di una terapia canalare fatta male e soprattutto se fosse fatta bene, si potrebbe avere una osteolisi di tale origine, questo per far capire quanto sia complessa la patologia odontoiatrica e possa trovare pareri diversi in particolare sul numero di carie presenti dato che basta non tener conto di quanto ho spiegato, che le carie sono di meno di quelle trovate da un Professionista che invece abbia valutato in modo diverso le carie "secche" o l'osteolisi ed il suo contesto clinico ) e, riprendendo il discorso delle carie secche "nerastre", non si approfondiscono quindi nello smalto tra i prismi, nella sostanza amorfa di esso. Hanno una evoluzione molto lenta, spesso di mesi od anni! Ovviamente non basta il colore scuro (nerastro) e la localizzazione (nei solchi e nelle fossette delle superfici occlusali e del termine del solco intercuspidale vestibolare e palatale dei molari dei denti posteriori e palatali di quelli anteriori). Occorre anche che lo specillo, passato su esse, non penetri e non senta una superficie rugosa, che indicherebbe che le carie si sarebbero "attivate" e starebbero per diventare "floride" e quindi andrebbero curate! Tutto questo la sua Dentista lo ha certamente valutato ed ha fatto la Diagnosi conseguente! Quindi stia serena e faccia come le ha detto la Sua Dentista! Abbia più Rispetto e Stima e Fiducia per Lei che si è presa cura con Professionalità, della sua paziente. Cari saluti ed eventualmente ci fossero "dubbi" ne parli con Lei!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Lidia, effettivamente in ambito pubblico si pagano ticket non indifferenti che a volte raggiungono il privato per poi trovarsi con questi dubbi, nel suo caso forse avranno applicato la diga ma la prevenzione che potrebbe far risparmiare ai cittadini contribuenti molte tasse non è stata applicata, nessuno si è chiesto perché lei persona di una certa cultura e portatrice di carie? Qui sta la soluzione al suo problema, non nelle otturazioni; occorre che lei venga appoggiata a un igienista dentale per avere le corrette istruzioni di dieta e igiene domiciliare, così sarà debellata per sempre la carie e altre patologie dalla sua bocca. Le consiglio di chiedere ancora uno sforzo ai suoi genitori, di investire la somma di qualche ticket per la prestazione di un igienista dentale per ottenere poi denti sani con spese irrisorie.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Lidia, probabilmente si tratterà delle cosiddette carie "secche" come vengono definite in vecchi testi di odontoiatria e cioè piccole decalcificazioni dello smalto che si sono stabilizzate. Mi pare giusta la decisione del suo dentista. Controllo periodico semestrale. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Controllo e igiene orale ogni 6 mesi, sicuramente come ha detto la collega sono carie secche da tenere sotto controllo, non si deve preoccupare, distinti saluti

Scritto da Dott. Domenico Ancona
Fasano (BR)

La carie dentale è una infezione cronica, che esclude l'urgenza se non in caso di dolore. Spazzoli devotamente i suoi denti, per risparmiare denaro e salute. Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Corretto e molto chiaro quanto scritto dal dott. Petti. Con ogni probabilità, come le ha detto il collega, dovrebbe trattarsi di "carie secche" che intaccano solo parzialmente lo smalto e non raggiungono la dentina e non la raggiungeranno probabilmente per anni (non a caso comunque si va dal Dentista almeno una volta all'anno per farsi controllare, e nello specifico per esame obiettivo diretto e sonda sulle carie stesse per valutale di volta in volta). Quindi un pò di fiducia verso chi la sta seguendo, che non guasta, e stia tranquilla a riguardo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile sig.ra, la dottoressa che ha interpellato per le sue cure, ha ragionevolmente evitato di fare un'otturazione su una carie secca o una macchia dei solchi. E' infatti difficile un'evoluzione cariosa di queste situazioni; è comunque opportuno eseguire controlli preventivi regolari. Volendo eliminare la zona discromica è necessario eseguire una vera e propria otturazione con composito che avrebbe una funzione esclusivamente estetica. Cordialmente

Scritto da Dott. Aldo Amato
Borgoricco (PD)

Gentile Sig.ra Lidia, probabilmente sono carie secche che non vanno trattate ma controllate nel tempo. Si tratta di iniziali decalcificazioni che si sono poi arrestate. E' una situazione che spesso rimane così per tutta la vita. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

In Emilia Romagna il ticket per una visita e' 23 euro, non so da voi; i colleghi che conosco io, privati, la prima visita la fanno gratutita riservandosi la possibilita' di farne una seconda con lastre e sondaggi; quindi la stessa visita la ottiene da un privato ...faccia cosi'

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Il concetto di carie secca secondo me è legato a schemi del passato: oggi il laser diagnostico ci dice se la carie va curata o se bisogna tentare la semplice rimineralizzazione, con ozono o altre metodiche. In altre parole le sue perplessità sono ben giustificate e il principio è quello di curare più presto possibile per evitare che si ingrandiscano. E' molto difficile a mio avviso che una carie non vada avanti. Può andare avanti molto lentamente ma è fatale che prosegua. Meglio prenderle all'inizio, come giustamente pensa lei. Le analisi statistiche e gli studi recenti ci dicono che la visione diretta o la specillazione sono procedure diagnostiche insufficienti, ed anche le rx potrebbero mentire sulle carie molto iniziali. Addirittura si pensa che la specillazione sia da evitare perchè invasiva e scatenante.. Alcune idee sono cambiate oggi nella cariologia moderna mininvasiva
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia