Domanda di Chirurgia

Risposte pubblicate: 5

Nella zona dell'estrazione mi è rimasta una specie di fastidiosa ''afta''

Scritto da giampietro / Pubblicato il
Da circa un anno, era giusto febbraio del 2013 mi è stato tolto un dente, nella zona dell'estrazione mi è rimasta una specie di fastidiosa "afta " una ferita dolorosa e bruciante sulla gengiva che i vari dentisti, a cui mi son rivolto, hanno tentato di risolvere con pulizie (raschiamenti) o con sedute laser per stimolare l'attività cellulare o almeno è quello che ho capito. L'ultimo, dal quale sono in cura, si è deciso di vederci chiaro e sospettando fosse rimasta in sede una radice dopo l'estrazione mi ha ordinato di eseguire una T.A.C. il cui esito qui riporto: Indicazione clinica: radice inclusa in sede molare. Studio dentascan dell'arcata dentaria superiore Marcata atrofia dell'osso alveolare. Focolaio granulomatoso periapicale ingloba le radici del 27. Apprezzabile lieve intaccatura della corticale mandibolare da parte della radice mesiale (o mediale?) del 24 , sul versante vestibolare. Non riconoscibili residui radicolari. Confesso di aver perso un po di fiducia e di attendere con apprensione qualsiasi intervento mi si debba sottoporre. vi chiedo : cosa mi devo aspettare?
La risposta al suo problema è molto semplice: ha un granuloma sul secondo molare superiore di sinistra che potrebbe essere la causa del suo problema. La soluzione è ancora più semplice: deve rivolgersi non a "vari dentisti" ma ad un dentista serio e preparato che riuscirà a risolvere la lesione.

Scritto da Dott. Paolo De Carli
Majano (UD)

Caro Signor Giampiero, non chiarisce se la radice inclusa è nella zona dell'avulsione dentaria o no. Se è nella zona, la causa è quella e bisogna estrarre la radice! L'osteolisi periapicale del 27 va curato endodonticamente e il parodonto del 24, così come quello di tutta la bocca va Valutato Clinicamente e con sondaggio parodontale doppio intervallato da Preparazione Parodontale Iniziale con Curettage e Scaling e Root Planing e tanto altro per rimuovere il tessuto di granulazione presente nelle tasche parodontali ed avere col secondo sondaggio la reale profondità delle stesse per fare diagnosi, prognosi ed impostare la eventuale terapia parodontale! Dice bene il Dr. De Carli, come sempre, si rivolga ad un Professionista completo e Singolo!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Estetica Dentale e del Sorriso e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Carissimo sig. Giampietro, Da quanto riporta del referto si deduce che vi è oltra ad un granuloma a carico del 27. Appare evidente che presenta un riassorbimento dell'osso alveolare e che forse presenta un problema a carico del 24. Non è possibile capire se le lesioni indicate dal radiologo siano in corrispondenza dell'area dell'estrazione eseguita l'anno scorso. Senza visitarla e vederedirettamentela sua tac è molto difficile darle un suggerimento. Si rivolga ad un buon professionista per una valutazione accurata.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Gentile Sig. Giampietro, l'esame radiologico evidenzia un problema a carico del 27 e del 24. Non ci ha detto quale dente ha estratto, pertanto è difficile capire se la lesione si spiega con queste patologie. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Giampietro, il referto radiologico deve sempre essere interpretato dall'odontoiatra che prescrive, per cui le consiglio di affidarsi alle sue mani evitando le facili confusioni del web.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)