Domanda di Chirurgia

Risposte pubblicate: 5

Cosa sarebbe giusto fare?

Scritto da olimpia / Pubblicato il
Salve, di recente sono andata dal mio dentista di fiducia, per il dolore, gonfiore e sanguinamento alla gengive. Mi e stato consigliato di prendere antibiotico, e fare una ortopantomografia, avendomi trovato una grossa cisti. Risultato: postumi di avulsione, con diffuse note di paraodontpatia a carico dei denti residui che determinano erosione dei colletti sia in senso verticale che orizzontale. AREA DI RAREFAZIONE OSSEA PERIAPICALE A CARICO DEL 2 INFERIORE DI DX. Il mio dentista ha detto che lui non puo risolvere questo problema, consigliando di andare in ospedale nella Chirurgia Maxillo-Facciale, dove asportare la cisti e fare la biopsia. TORNANDO dal medico di base, per chiedere l'impegnativa, mi manda a fare la visita ODONTOSTOMATOLOGICA-osteolisi apicale d 42-. chiedo gentilmente un vostro parere, cosa sarebbe giusto fare? GRAZIE. Olimpia.
Gentile Olimpia, il medico di base stilando l'impegnativa ha solo riferito la causale e cioè il motivo della richiesta di visita in base a quello che è stato relazionato dal suo dentista e dalla radiografia. Se il suo dentista ritiene di non poter intervenire è ovvio che la abbia rinviata in un reparto in grado di risolvere il problema. Forse con una visita accurata con test di vitalità e radiografia endorale (non ortopanoramica) si sarebbe potuto stabilire il tipo e natura della lesione periapicale che se trattandosi di natura granulomatosa potrebbe essere trattata facilmente con una devitalizzazione ben eseguita. E' ovviamente una opinione personale non avendo alcun elemento a disposizione per valutare la sua situazione. Il consiglio che posso dare a questo punto è di recarsi presso il reparto sanitario consigliato. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Lei ha almeno due problemi diversi. Un problema parodontale per il quale ci vuole un collega esperto in parodontologia ed un problema probabilmente endodontico in corrispondenza di un elemento dentario che talvolta viene risolto con il trattamento endodontico o con un intervento di apicectomia. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Olimpia, dopo la visita odontostomatologica le verrà rilasciato un referto con tutte le indicazioni del caso, la prassi è corretta.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Retrograda per la Chirurgia Endodontica di una Oteorarefazione periapicale descritta nel testo. Da casistica del Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari
Cara Signora Olimpia,. per non tediare Lei ed i miei Colleghi, legga la risposta prima di questa, alla Signora Annarella, intitolata "Circa 3 anni fa ho iniziato ad avvertire dolore alla masticazione al premolare superiore"! Le spiegherà tante cose! Qui aggiungo che una cosa sono le Osteorarefazioni periapicali ossee che si curano con la terapia endodontica ed una cosa sono le Parodontiti che si curano come spiegato in quella risposta. Per essere completo ed utile a Lei, le dirò qualcosa in più delle Cisti radicolari e osteolisi in senso lato. L'unica cosa che avrebbe dovuto fare il Dentista in sede diagnostica sarebbe stata quella di stabilire se si fosse trattato di cisti odontogene, come penso, o non odontogene, saggiando la vitalità dei denti in causa! Per la terapia, concettualmente i microbi presenti nella radice inviano fuori nell'osso le loro tossine a cui l'organismo risponde con la formazione cistica o granulomatosa per arginare l'infezione stessa e difendersi, e i corpi dei leucociti macrofagi che arrivano in massa, formano il pus e quindi l'ascesso che si fa strada tra le fasce muscolari dove trovano meno resistenza, ecco che un ascesso può "emergere" anche abbastanza lontano dal dente di origine, tolti i microbi con la nuova terapia endodontica per via ortograda (normale ) o retrograda (chirurgica) le tossine non vengono più emesse e la zona di osteolisi (lisi dell'osso) scompare con rigenerazione dell'osso stesso. La necrosi endodontica e le osteolisi periapicali, non curate possono degenerare in Flemmone. Questo in linea di massima perchè non la vedo clinicamente. Mi sembra chiaro, spero! Le lascio un Poster di una Retrograda!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Estetica Dentale e del Sorriso e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Olimpia, bisognerebbe vedere la lastra, grossa cisti (siamo sicuri che sia una cisti) è troppo generico come termine. Il problema potrebbe essere risolto da un bravo endodontista. Visto che il suo medico di base ha prescritto una visita odontostomatologica andrei a farla. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia