Domanda di Chirurgia

Risposte pubblicate: 6

Potrei un giorno avere una dentatura perfetta a livello scheletrico?

Scritto da Beatrice / Pubblicato il
Buongiorno, scrivo su questo forum in quanto da anni sento la necessità di correggere la mia dentatura. Spero di risultare il più chiara possibile, ben conscia di non possedere alcuna conoscenza in ambito ortodontico. Ho 23 anni, e convivo da sempre con una malocclusione a mio parere molto vistosa. Ho una II classe scheletrica, e tuttora non sono in grado di chiudere la bocca. Dall'età di 9 anni il dentista mi ha installato un apparecchio ortodontico fisso, di quelli classici a placchette, che ho portato per 6 anni. In questo arco di tempo, mi sono stati estratti sei denti, 2 dall'arcata inferiore e 4 dall'arcata superiore (i premolari). Ad oggi posso riscontrare che i denti dell'arcata superiore appaiono eccessivamente grandi e sporgenti. Non essendo in grado di chiudere la bocca, gli incisivi dell'arcata superiore sono sempre palesemente in vista. Quando rido la gengiva mi pare troppo in vista, ed i miei canini risultano in risalto: sono meno coperti dalla gengiva quindi risultano essere più "alti". Oltretutto uno dei denti dell'arcata inferiore (credo sia un premolare) si è spostato dall'asse del resto dell'arcata, e risulta molto più all'interno degli altri denti, e non vorrei che ciò mi provocasse dei conseguenti spostamenti. Quest'estate, dopo anni di conflitti interiori, ho deciso di recarmi dallo stesso dentista per esporre i miei dubbi. Mi è stato detto che per correggere il mio problema occorre obbligatoriamente fare ricorso alla chirurga maxillo facciale, ma allo stesso tempo mi è stata sconsigliata dal dentista, il quale mi ha riportato di aver collaborato con molti chirurghi per correggere patologie simili alla mia: operazioni che alla fine non davano i risultati sperati, o pur avendoli ottenuti, dopo del tempo i denti tornavano alla loro posizione precedente all'intervento. In ogni caso ha inteso darmi un suo parere personale, affermando che lui procederebbe o portando avanti la mandibola, o inclinando la mascella in avanti, in modo tale da ridurre la sporgenza. Ma io credo che in quest ultima ipotesi si andrebbe ad accentuare la visione della gengiva, che già ora è sin troppo in vista! Secondo voi è possibile riuscire a risolvere definitivamente il mio problema? Necessariamente con la chirurgia maxillo facciale o anche attraverso altre modalità di operare? E se attraverso la chirurgia: necessiterei di uno spostamento soltanto della mandibola o anche della mascella? Potrei un giorno avere una dentatura perfetta a livello scheletrico? Vi allego radiografia ed i fogli che mi sono stati lasciati dal dentista, a cui francamente non sono in grado di dare un senso. Grazie infinitamente per l'attenzione.
Cara Signora Beatrice, mi piacerebbe tanto accontentarla, ma non è possibile. Più e più volte ho spiegato ed ora rispiego per l'ennesima volta che La Diagnosi Ortodontica è un atto Medico molto serio ed importante e che scaturisce solo da un Ceck up Ortodontico completo e da una analisi Cefalometrica che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Vede, siamo entrati in concetti complessi! Poi Modelli di Studio Ortodontici, Fotografie del profilo e di Fronte in rapporto 1:1 e ovviamente una Visita Clinica Gnatologica a completamento di quella Ortodontica già descritta! Per Fare una Diagnosi e Programmare una Terapia, bisognerebbe vederla Clinicamente, questo lunghissimo discorso che spero non l’abbia tediata, è per spiegarle e farle capire che le patologie dell’apparato stomatognatico (La bocca nel suo intero) sono complesse e richiedono Cultura, Intelligenza e Capacità Clinica oltre che Terapeutica! Bisogna valutare il "discorso miofunzionale e di postura della lingua" e sappia che le valutazioni da fare sono molto più complesse di quanto creda. Oggi esistono esami elettromiografici di superficie per l'analisi funzionale e non solo morfologica che misurano le attività elettromiografiche in occlusione centrica con contrazione di gruppi muscolari specifici in particolari e diverse situazioni contrattili e registrando degli indici ben precisi. Ora esistono anche teleradiografie particolari che permettono di sovrapporre lo scheletro e il profilo fotografico per meglio fare queste valutazioni (stereofotografia che sincronizza il viso del paziente con il volume osseo, quindi, volumetrica). Banalmente forse, per lei, le dico che "Senza tutto questo che le ho spiegato, non posso rispondere, in modo professionale, deontologico e corretto"!Poi che il suo Ortodontista abbia lo stesso fatto la giusta Diagnosi ed impostato la giusta terapia è possibile! Si confidi con lui, gli parli, parlatene. Riguardo ai risultati, in linea di massima se l'ortodonzia è fatta bene e la eventuale chirurgia e sottolineo eventuale, anche, i risultati sono eccellenti!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Estetica Dentale e del Sorriso e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Beatrice, nella RX è presente a livello mandibolare una lesione radiopaca tondeggiante che andrebbe accertata. Ora passiamo al suo problema estetico premettendo che in ortognatodonzia non sempre è possibile ottenere il 100% ,ma spesso troviamo dei compromessi accettabili. Nel suo caso devono essere presi in considerazione moltissimi parametri da cui devono nascere degli studi in perfetto accordo tra ortodontista e chirurgo maxillo, poi gli verranno spiegati i possibili risultati con i suoi limiti e le loro complicanze.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sicuramente con la chirurgia maxillo facciale può avere un risultato eccellente per una bella estetica. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Beatrice, come detto dai Colleghi che mi hanno preceduto, sarebbe necessario visitarla in modo approfondito ed avere tutte le informazioni possibili del suo caso. Dalla Teleradiografia si evince una importante "Iperdivergenza" scheletrica, con eccesso mascellare verticale, causa della eccessiva esposizione gengivale. Sarebbe molto utile valutare una rx panoramica per capire quali denti siano stati estratti, per capire quali siano i limiti di una terapia ortodontica pre-chirurgica. Qualora ci siano i presupposti per un intervento ortodontico-chirurgico, si potrà ipotizzare il percorso da seguire e prevederne con buona approssimazione il risultato estetico e funzionale. Cari saluti, Dr.Roberto Del Rosso, Specialista in Ortognatodonzia, Terni
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Roberto Del Rosso
Terni (TR)

Il problema e funzionale. Si nota un open notevole oltre che l'over. La classe molare invece sembra sia una prima. Sembra che tutto parta da una funzione linguale deviata con postura bassa errata. Se non si corregge questo anche la chirurgia andrà incontro a recidiva fatalmente. Secondo me forse fra logopedia mio funzionale ed apparecchio funzionalizzante si può forse risolvere. Dipende da dati cefalometroci. Di altro tipo di quelli peraltro eseguiti ..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Il problema e funzionale. Si nota un open notevole oltre che l'over. La classe molare invece sembra sia una prima. Sembra che tutto parta da una funzione linguale deviata con postura bassa errata. Se non si corregge questo anche la chirurgia andrà incontro a recidiva fatalmente. Secondo me forse fra logopedia mio funzionale ed apparecchio funzionalizzante si può forse risolvere. Dipende da dati cefalometroci. Di altro tipo di quelli peraltro eseguiti ..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia