Domanda di Chirurgia

Risposte pubblicate: 15

Quale esame è meglio effettuare per conoscere la morfologia della mandibola?

Scritto da Manuele / Pubblicato il
Salve, Volevo sapere quale esame è meglio effettuare per conoscere la morfologia della mandibola? ovvero per chiarire la provenienza di un asimmetria mandibolare latero deviata è meglio fare una tc cone beam 3d o una risonanza magnetica sempre con costruzione in 3d, sempre che esista.... Naturalmente la tac è piu nociva e visto che mi hanno fatto fare una stratigrafia inutile volevo evitarla,e in piu vorrei usare l'esame anche per poi poterlo portare da un dentista per mettere l'apparecchio ai denti... Saluti
Arco facciale di trasferimento per articolatore a valore medio per lo studio spaziale dei rapport tra arcate e base cranica e movimento di bennet e riabilitazioni gnatologiche e totali complesse . Da casistica del Dr. Gustavo Petti Parodontologo Gnatologo di Cagliari
Caro Signor Manuele, buongiorno, si riempie di paroloni come Tac e Cone beam addirittura 3D, di RM, di cui non conosce il significato! Parla di morfologia e non ne conosce il significato! Tutte cose e concetti che conosce il Dentista e che, detto tra noi, non servono per una Disgnazia, visto che asma le parole "difficili" nè per una patologia Gnatologica! Parla di apparecchio! Ma non sa neanche se ha una Disgnazia (denti storti o discrepanza tra denti ed osso mascellare e mandibolare che li contiene)o invece abbia una patologia Gnatologica! Vada dal Dentista e lasci a lui tutto questo! E' lui l'esperto , non lei, con tutto il rispetto! E non basta una occhiata! Per l'Ortodonzia occorre uno studio Cefalometrico su teleradiografia per studiare i rapporti tra segmenti di retta ed angoli tra essi formati, che uniscono punti di repere ben precisi, modelli di studio, fotografie e diversi ceck up ortodontici e tanto altro. Per la Gnatologia occorre molta cura e sapienza nell'affrontare il "discorso miofunzionale e di postura della lingua" e sappia che le valutazioni da fare sono molto più complesse di quanto creda. Bisogna studiare i coinvolgimenti eventuali di neromediatori e del sistema nervoso centrale e periferico dal punto di vista fisio-neurologico e tanto altro! Il trattamento delle disfunzioni masticatorie sia come concetto statico che soprattutto dinamico necessita un approccio diagnostico differente nelle varie patologie che ne possono essere causa! Il discorso è molto "sottile"che sfuma nella filosofia delle disfunzioni neuro muscolari , occlusali e della Articolazione Temporo Mandibolare e non lo si può spiegare in due parole, tra l’altro consigliandola su cosa sia meglio, senza averla visitata clinicamente, studiandone il caso, di persona. Questo se vuole affrontare seriamente il problema! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Manuel purtroppo lei, come del resto molti altri, è l'espressione di quel "male" che si diffonde ogni giorno di più e cioè la disinformazione da uso di internet. Per moltissimi basta leggere qualche notizia per credere di sapere tutto sull'argomento ignorando che ci sono professionisti che hanno studiato una vita per spiegare e risolvere i problemi dei pazienti. Come le ha spiegato egregiamente il dott.Petti, lei parla di risonanza, di tac, addirittura di cone bean e sicuramente ignora che cosa siano ed il loro funzionamento ed applicazioni ed indicazioni. Se ha dei problemi le consiglio di trovarsi un buon dentista, gli spieghi i suoi problemi e sarà lui ad esprimenrsi sulle cose da fare. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Manuele, lei deve seguire solo le prescrizioni mediche di un semplice odontoiatra, senza di questa prescrizione lei non potrà effettuare nessun accertamento medico.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gli esami li deve prescrivere il dentista ortognatodontista. Non ci si deve presentare con esami inutili o dannosi, cercando di avvantaggiarsi in qualcosa.. Per la parte ortodontica l'esame da fare è la cefalometria, sia la classica latero laterale che la postero anteriore. Legga bene nel sito e nei miei siti di che si tratta.. Deve trovare un dentista che esegua questi esami perchè sono questi che idagano a fondo la struttura ossea e i suoi problemi e la eventuale soluzione (difficilissima alla sua età..)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Benedetto/maledetto internet: si affidi ad un buon professionista e vedrà che le saprà dare i giusti consigli.

Scritto da Dott. Giuseppe Lanzillo
Cardito (NA)

Egregio signor Manuele, Vedo che lei usa termini tecnici, concludo quindi che le è stata fatta una diagnosi. Le consiglio di avere fiducia nel suo odontoiatra e se così non fosse di trovare uno specialista in ortodonzia che la possa aiutare. Non Le consiglio di effettuare esami autonomamente. Cordialmente, Dr.Stefano Squillante

Scritto da Dott. Stefano Squillante
Napoli (NA)

Idee chiare e distinte. Lei scrive di "asimmetria mandibolare" come fosse una zoppìa o una scoliosi invalidante. L'esame obbiettivo al quale consegue una diagnosi di dubbio o di certezza sono atti sovrani, e la diagnostica per immagini - in varie forme di spesa e di costo biologico - è solo un complemento. Rilegga due volte (almeno) questo scritto, e assimili la sostanza del messaggio. Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Egr. Sig. Manuel una cosa sola deve fare:rivolgersi ad un professionista, sarà lui che deciderà eventuali esami radiologici e deciderà la terapia idonea. Saluti.

Scritto da Dott. Piero Puppo
Imperia (IM)

Oh my God... Ma quale cone beam.. Lasci perdere la radiologia vecchia e nuova e si affidi ad un professionista esperto in gnatologia. Punto.

Scritto da Dott. Lorenzo Alberti
Roma (RM)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentilissimo paziente, pur nel rispetto della qualità dei colleghi che hanno suggerito la giusta valutazione specialistica, non è chiaro nel suo quesito le finalità di un approfondimento diagnostico attraverso esami radiografici. Non è chiaro se si tratta di una sua curiosità o se ha già fatto dei consulti e ritiene di avere necessità di ulteriori chiarimenti da altri specialisti. Questo mezzo telematico può senz'altro aiutare, ma ha un valore esclusivamente teorico per cui - a mio modesto giudizio - dovrebbe esplicitare l sua esigenza (cioè quali disfunzioni, algie, dolori...) lamenta per poi capire come poterla aiutare. Spero di non essere stato infelice nella risposta. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Emilio Nuzzolese
Bari (BA)