Domanda di Chirurgia

Risposte pubblicate: 13

Potete darmi informazioni sulla rizectomia?

Scritto da giorgio / Pubblicato il
Potete darmi informazioni sulla rizectomia? Il mio dentista mi ha detto che si potrebbe effettuare per "amputare" una radice di un dente già devitalizzato. Credete che poi quanto rimarrà del molare sia precidibile nel tempo o farei meglio a fare un impianto? Sono fortemente indeciso. Non mi rimane poi un molare più piccolo? Non avevo mai sentito parlare della rizectomia e vorrei che mi tranquillizzaste su questa soluzione. Grazie a tutti.
Sig. Giorgio la rizectomia è una tecnica che può consentire ad un dente di restare ancora in bocca! Lei chiede la predicibilità di tale intervento ma credo sia difficile garantirgliela, il molare non resterebbe più piccolo ma con una radice in meno; se l'alternativa è l'estrazione si fidi del suo curante che conosce il caso. A mio parere senz'altro la soluzione implantologica è quella più affidabile. Saluti.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Giorgio, vorrei sapere se è un dente superiore o inferiore, per quanto riguarda la rizctomia dipende dal dente, dalla lunghezza delle radici, dalla grossezza di queste. Il mio pensiero è che è inutile accanirsi su un dente fragile, opterei per un impianto

Scritto da Dott. Marco Dettori
Sassari (SS)

Caro Giorgio, in coda alle risposte dei Colleghi, Le confermo che a tutt'oggi non esiste in letteratura univocità sulla predicibilità dell'intervento che dipende da tantissime variabili, non ultima quella di madre natura. Non credo possa darle delle risposte sicure sul suo caso, ma se il dente è a posto da un punto di vista parodontale, io tenterei la soluzione optata dal suo dentista. All'impianto, semmai ce ne fosse bisogno, come intervento risolutore, ci penserei in futuro. Cordialità.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Walter Renda
Como (CO)

Sono ancora una volta daccordo col collega Renda. Se il suo curante le consiglia la rizectomia perchè non fidarsi? Consideri che anche il dentista si prende dei rischi di brutta figura su questo piano di trattamento propostole. Inoltre, in futuro può comunque eseguire sempre un impianto.

Scritto da Dott. Andrea Lorini
Firenze (FI)

Caro Giorgio la tecnica della rizectomia (detta anche rizotomia) è una tecnica antica, spesso ha dato risultati sorprendenti, ricordo un mio paziente con un primo molare superiore con la radice palatina da me amputata per motivi parodontali, ebbene il molare in questione, incapsulato, è rimasto egregiamente al suo posto in perfette codizioni per oltre 20 anni, il paziente è purtroppo morto in un incidente stradale, ma 20 anni mi sembrano abbastanza. E' chiaro però che la decisione spetta al tuo odontoiatra, penso però che se ti ha consigliato in questo senso sappia il fatto suo. Fidati, e anche se fra un pò di anni dovessi avere problemi potrai pensare ad un impianto.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo De Felice
Sapri (SA)

Anche io penso che se tutte le condizioni sono giuste, l'interventino proposto sia del tutto conservativo e migliore dell'impianto. Infatti può durare tantissimo ed andare tutto bene, è più economico e meno invasivo.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Giorgio, è praticamente impossibile dare un a predicibilità senza aver visto il dente nè una radiografia. A volte fare una rizectomia può essere una buona soluzione nel caso in cui sia impossibile trattare la radice in nessun altro modo e sia abbastanza lunga e affidabile protesicamente. Se il collega ha optato per una soluzione del genere credo comunque che il dente abbia le condizioni sufficienti per cui mi affiderei al suo giudizio e aspetterei a fare un impianto
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Monia Fazzari
Pisa (PI)

Sig. Giorgio, la tecnica chirurgica di rizectomia consiste nell'asportazione chirurgica di una sola radice di un dente pluriradicolare, si differenzia dalla rizotomia dove si effettua la separazione chirurgica delle radici tra loro. Quest'ultima si esegue quando un dente pluriradicolare ha un retrazione ossea nella zona della forcazione radicolare, per permettere una buona igiene. E' una tecnica molto conservativa, elettiva in passato per l'assenza dell'implantologia. Darei fiducia al collega, eventualmente in un futuro ha l'alternativa dell'impianto. Distinti saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo Raffaele Izzi
Lainate (MI)

Gent.le Giorgio, premetto che rispetto la proposta terapeutica del suo dentista che ha avuto tutti gli elementi per poter formulare una diagnosi completa e corretta. Detto questo però non posso esimenrmi dal rispondere alla sua domanda. Direi che la rizectomia è una tecnica piuttosto antica che è diventata desueta da quando l'implantologia si è dimostratata un'alternativa terapeutica prevedibile ed affidabile. Lascerei ancora spazio alla soluzione della rizectomia nei soli casi dove l'impianto non avesse il quantitativo di osso disponibile per limiti anatomici o per atrofie ossee, e laddove ( quasi mai ), fosse controindicato come intervento chirurgico per motivi legati al paziente. Nella speranza di aver sodisfatto la sua domanda rimango a disposizione per ulteriori approfondimenti ( anche del suo caso specifico) la saluto cordialmente.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alessandro Palumbo
Pescara (PE)

Gentile Giorgio, se vi sono le condizioni anatomiche che consentono la separazione e l'estrazione della radice compromessa e se quella/e che rimangono sono affidabili e non compromesse da patologie in atto (per es. granulomi), la ricostruzione protesica su denti rizectomizzati risulta duratura ed efficace. Se al contrario si tratta di radici residue corte e compromesse, non vi è dubbio che convenga l'impianto. Cordialità.

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia