Domanda di Chirurgia

Risposte pubblicate: 7

Vi scrivo per avere un parere e un consiglio riguardo a ciò che mi è successo....

Scritto da federica / Pubblicato il
Buongiorno, vi scrivo per avere un parere e un consiglio riguardo a ciò che mi è successo. Nel 2006 mi viene devitalizzato un dente il 25 e, successivamente, a causa della rottura mi viene messa una capsula. Tutto bene fino a un mese fa quando mi è venuto un ascesso tremendo che naturalmente ho curato con terapia antibiotica per 7 gg. Ascesso diagnosticato con rx endorale dal mio dentista. Trascorsi questi giorni il gonfiore è sceso e dopo visita mi viene proposto di sottopormi ad un'apicectomia, per evitare appunto di togliere la capsula incombendo in una probabile sua rottura. L''intervento mi sarebbe stato fatto da un chirurgo maxillo-facciale nello studio dentistico. Per un errore di consegna tra segretaria e chirurgo mi viene detto di prendere 1 gr di antibiotico anzichè 2 e l''ho scoperto solo all'appuntamento. Durante l'intervento, nonostante la massiccia quantità di anestesia che ha fatto effetto ovunque tranne al dente da operare, mi viene aperto anche il dente 24 che in passato non mi ha mai dato nessun tipo di problema. A detta del chirurgo anche lì c'era una brutta infezione. Alla fine quello che doveva essere un intervento banale di 20 minuti, si è rivelato un vero e proprio intervento. Sono uscita dallo studio con 10 punti in bocca e con i denti che mi facevano già male nonostante avessi mezza faccia addormentata dall'anestesia. Poche ore dopo, mi sono ritrovata gonfia come un pallone, non riuscivo neppure ad aprire l''occhio. La cosa preoccupante poi è stata la febbre a 38° che mi ha tenuto compagnia per una settimana: assistenza post-operatoria zero, in quanto lo studio per i successivi 3 giorni è rimasto chiuso, cosa scoperta a seguito di una mia telefonata fatta per riferire in quale stato mi trovavo. Così, il mio dentista, oltre a non essere presente il giorno dell'intervento non mi ha seguita neppure dopo. Voglio evitare di descrivere la mancanza di informazione da parte degli operatori di quanto poteva succedermi successivamente; l'ho scoperto da sola giorno dopo giorno. Al controllo di due giorni fa, mi vengono tolti i punti, e proposto di togliere la capsula per un'ulteriore pulizia. Qualcosa non mi torna. Non mi fido più e veramente non so cosa fare. All''attuale panoramica fatta in PS, si è riscontrato la presenza di un granuloma sia sul dente 24 che 25. Vorrei che mi aiutaste a capire...Grazie per la vostra collaborazione. Distinti saluti
Sig.ra Federica, per far tornare i conti giusti, si dovrebbe ascoltare anche la campana del collega, che ha eseguito l'intervento. Il dosaggio di 1gr. di amoxicillina, ogni 12 ore, è un dosaggio adeguato ad un soggetto adulto. A volte può capitare, in ambienti con più operatori, che nasca qualche problematica di comunicazione, perché uno pensa "sicuramente l'ha detto il collega, inutile ripeterlo" così il paziente scopre tutto da solo. La sua sembrerebbe una brutta esperienza, data da una cattiva comunicazione e per la chiusura di più giorni dello studio. Nell'insieme le sono state eseguite le apicectomie ai denti giusti 24,25 che presentavano il granuloma. Definire se l'apicectomia fosse stata la cura più opportuna, non è possibile, senza RX e senza visita clinica iniziali. Non conosco il significato di togliere la corona, se gli apici del dente sono sigillati, ma può chiedere il perché, direttamente al suo dentista, o potrà conoscerlo in altre risposte di questo portale, date dai colleghi più esperti. Le consiglio, se dovesse cambiare dentista, di ricercare un semplice odontoiatra, che sia l’unico referente delle sue cure.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Salve sig.ra Federica la prima cosa che voglio specificare e che esistono diversi protocolli di somministazione di antibiotici, le modalità con cui lei li ha presi possono andar bene, così come corretta è la scelta dell'apertura del 24 con granuloma apicale. La rimozione della capsula forse è giustificata da un ritrattamento ortogrado (che però solitamente si effettua prima del trattamento retrogrado - apicectomia -). Non si ravvisano palesemente errori di procedura ma è presupposto indispensabile che lei abbia fiducia dell'odontoiatra che la cura. Chieda dei chiarimenti del perchè non è stata informata anticipatamente della terapia canalare del 24, del decorso postoperatorio, del perchè va rimossa la corona. Pretenda un trattamento diverso per il futuro, ne ha pieno diritto; in assenza di tali rassicurazioni o non totale fiducia nei suoi confronti si rivolga ad un altro dentista perchè non è soddisfacente per entrambi proseguire in questo modo. In bocca al lupo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Maiellaro
Paderno Dugnano (MI)

Gentile Federica, i commenti andrebbero fatti solo vedendo almeno gli esami radiocrafici. Sul supporto psicologico, leggendo solo quello che lei ci comunica è del tutto assente. mi sembra un comportamento non corretto, ma sono sicuro che ci saranno anche delle spiegazioni per questo, o almeno spero. Continui a curarsi anche vslutando un altro dentista, se del suo non ha più fiducia. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Federica, leggendo e rileggendo la Sua domanda, alla fine non riesco a capire bene quanto è accaduto. L’apicectomia o le apicectomie sono state eseguite su uno (il 24) o su tutti e due gli elementi? Perché solo così avrebbe senso magari rimuovere la capsula per fare (o tentare) un ritrattamento sul 25. Purtroppo la Sua sintomatologia pre e, soprattutto, post operatoria si è dimostrata molto violenta e ciò dipende da molti fattori, non ultimo la tecnica di intervento usata dal Collega “Chirurgo”. Ma non si preoccupi più di tanto, perché se la terapia è stata eseguita a regola d’arte non “dovrebbe” avere più problemi in futuro. Rimango perplesso comunque sull’accaduto e sulle future terapie che Le vogliono praticare. No comment sul comportamento dei Colleghi che l’hanno seguita. PS: se vuole può guardare in diretta sul Suo PC uno dei tantissimi interventi eseguiti dal sottoscritto sull’apicectomia, su questo stesso portale cliccando proprio sulla voce APICECTOMIA. Ci faccia sapere. Cordialità.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Walter Renda
Como (CO)

Gentile Federica, preferirei non dare un parere senza visionare le Rx, ma sul comportamento assente, da ciò che lei mi comunica, non commento. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Ferdinando Curci
Villaricca (NA)

Il pre trattamento antibiotico mi pare appropriato. Per la tipologia di intervento, come le è stato già detto, bisogna avere una valutazione radiologica per dare un parere. Gli interventi di apicectomia, specie se eseguiti su denti contigui possono esitare in febbre e gonfiore anche di notevole proporzione. L'unico appunto che trovo da fare è che dopo un intervento chirurgico in studio in cui si presuppongono possibili problemi per il paziente è buona norma dare un numero di cellulare del dentista o del chirurgo a cui rivolgersi, anche semplicemente per essere tranquillizzati. Altra regola non scritta è quella di fare sempre interventi complessi all'inizio settimana e mai il giorno prima della chiusura dello studio per più giorni.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Francesco Scarpelli
GORIZIA (GO)

Gentile Federica, è difficile parlare senza aver visto la radiografia iniziale per cui dico che il collega ha fatto bene a non togliere la corona (si sarebbe rotta) e fare l'apictomia. Vorrei sapere se il 24 aveva una terapia canalare non corretta in quanto non capisco la sua apertura e poi non capisco il perchè le vuole togliere la corona

Scritto da Dott. Marco Dettori
Sassari (SS)