Domanda di Chirurgia

Risposte pubblicate: 5

Mercoledì 19 sono andata dal dentista per l'estrazione di una radice di un molare superiore e di una ciste

Scritto da Serena / Pubblicato il
Ho 22 anni, mercoledì 19 sono andata dal dentista per l'estrazione di una radice di un molare superiore e di una ciste che si trova sopra di esso, purtroppo non è stato possibile estrarre la radice perchè sentivo dolore ma voglio darvi maggiori dettagli così che possiate darmi la vostra opinione, mi scuso se mi troverete prolissa. Circa 8 mesi fa ho accusato forti dolori nella parte sinistra della bocca sia nella parte superiore che inferiore. Premetto che non solo sono DENTISTA FOBICA ma ho paura di punture e di tutto ciò che si avvicina ad un medico, quindi solo dopo aver sofferto le pene dell'inferno e non aver dormito diverse notti ho deciso d farmi visitare. Questi mi ha visitato, mi ha detto di prendere antibiotici e antiinfiammatori e di presentarmi successivamente con una radiografia panoramica perchè sospettava che fossero le due mole del giudizio sinistre a creare problemi una parzialmente inclusa ma già un pò fuoriuscita e l'altra ancora non erotta ma probabilmente in una strana posizione. Con gli antibiotici sono passati i dolori e tra le mie paure e lo scarso interesse di mio padre (il dentista è il suo) sono passati 7 mesi, è ricomparso il dolore, ho ripreso antibiotici, però alla fine di agosto mi decido a fare la panoramica anche perchè avevo un gonfiore strano nella gengiva superiore sinistra. Porto la panoramica allo stesso studio però questa volta la controlla l'altro dentista che non so se sapeva della mia precedente visita, anche perchè parlavano solo lui e mio padre e non riuscivo a inserirmi. Lui dice che bisogna estrarre la radice superiore di un molare che in precedenza avevo devitalizzato circa 5 anni fa ma che nel 2011 a cominciato a frantumarsi completamente, perchè c'è una ciste che lui dovrà "grattare via piano piano" (sue parole)intervento che un altro dentista dice non avrebbe fatto e mi avrebbe affidato all'intervento in ospedale, e poi successivamente bisogna estrarre il dente accanto alla mola del giudizio inferiore sinistra così da farle spazio e da estrarre successivamente, ora non è ancora possibile perchè incastrata nell'osso. In definitiva mi presento gg 19 per estrarre la radice e come ho scritto all'inizio non riusciva perchè il dente non si rompeva io ho cominciato a sentire dolore e quando ha cominciato a usare il trapano il dolore è diventato più forte. Mi ha rimandato a casa prescrivendomi 3 punture di bentelan (vorrei capire a che serve il cortisone in questo caso) e antibiotici per poi rivederci mercoledì prossimo. Ora ho un milione di dubbi, e un'unica cosa sicura non posso cambiare dentista perchè paga mio padre e lui di questo si fida, ma al di là di questo sono terrorizzata dal fatto che nonostante tutte queste cure mi ritroverò la settimana prossima a sentire dolore nonostante tutta l'anestesia... io già tremavo di paura l'ultima volta adesso sto peggio di prima. Spero riusciate a spiegarmi come mai sentito dolore nonostante 4 punture di anestesia e l'ultima volta che mi aveva fatto male era stata alla fine di agosto. Scusate ho scritto troppo me ne rendo conto ma sono troppk spaventata. Grazie
Sig. Serena, il dolore corrisponde alla mancanza di tutte le visite semestrali non effettuate e non aver ascoltato i precedenti consigli dell'odontoiatra di suo padre, legga: http://www.dentisti-italia.it/dentista/patologia-orale/551_tumore-maligno.html . Finita la mia paternale, le consiglio di parlare apertamente con l'odontoiatra e chiedere tutto senza lasciare alcun dubbio, solo così attenuerà le sue ansie e paure. Spero che prossimo intervento, non ci sia la presenza dolore, altrimenti è consigliato trovare sistemi anestesiologici diversi, perché non è possibile eseguire corretti interventi chirurgici con un paziente che non sta fermo. Inoltre il sospetto di cisti andrebbe confermato da un semplice esame istopatologico di basso costo, il modo da poter escludere altre patologie simili.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Signora Serena, cosa vuole che le dica. Primo ha 22 anni. E' maggiorenne ed il Dentista lo Sceglie Lei! Certo paga suo Padre ma sia Padre e Figlia potrete certamente arrivare ad una intesa, che diamine! Secondo non so quanto sia estesa la cisti, se sia vero che è una cisti, se la radice sia veramente da estrarre etc. Insomma non conosco la sua situazione clinica! O convince suo padre a portarla da un Dentista di sua fiducia (sua di Lei cara Serena) o deve adattarsi alle cure del Dentista attuale! Chieda allora a sua padre di non entrare con lei nello studio di lavoro e parli apertamente col Dentista, facendosi spiegare il perchè ed il percome di tutto! Se ci fosse qualcosa che non la convincesse veramente e le sembrasse cosa grave, non faccia fare niente e ne parli apertamente con suo padre! E'suo Padre, non un estraneo, l'aiuterà indubbiamente. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

L'anestesia appartiene al genere di cose che non devono fallire. Mai. Ne parli con voce ferma al dentista che farà quel che deve, guardandolo dritto negli occhi. Si faccia valere, e lo metta in soggezione. Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Serena, da quanto ho potuto comprendere dal suo racconto lei parla di problemi a vari elementi dentari sia superiori che inferiori, e racconta di avulsioni, cisti da grattare piano piano per recidive endodontiche, denti del giudizio incastrati nell'osso, denti che non vengono via perchè non si rompono, avulsioni da effettuare in ospedale, e anestesie che non prendono.......questo è uno scenario apocaliptico........ i denti andrebbero curati non tolti. Si è chiesta se è necessario eliminare questi elementi dentari? Ha la consapevolezza sull'esistenza delle innumerevoli tecniche a disposizione degli odontoiatri d'oggi per il recupero degli elementi dentari? Lo sa che esistono diverse tecniche di anestesia locale necessarie a superare i problemi di dolore che lei ci ha raccontato? Trovi un dentista che le ispira fiducia e ci aggiorni. In bocca al lupo
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego D'Amico
Napoli (NA)

Cara Serena, la salute è piu' importante di chi paga le cure. Non voglio esprimere giudizi non richiesti ma lei deve andare da un dentista di sua fiducia.

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)