Domanda di Chirurgia

Risposte pubblicate: 9

Allungamento corona dente

Scritto da Daniela / Pubblicato il
Devo ricoprire un perno moncone con una corona pero' mi e' stato consigliato dal mio dentista di effettuare un allungamento di corona dato che la carie sembra essere piuttosto estesa. La mia domanda e'posso evitare l'intervento, cosa succede se decido di non farlo e metto semplicemente la corona? A cosa posso andare incontro? La domanda l'ho già fatta al dentista che mi segue e mi e' stato detto che non e' evitabile e che lo devo fare. Ne ho già fatto uno di allungamento con lui ed e'stato un intervento lungo con un seguito molto doloroso, ho preso antibiotico e medicinali, ora sto allattando mio figlio e vorrei evitare, mi chiedevo appunto quali sono le conseguenze e se sono gravi nel caso in cui io rifiuti l'intervento e decida di procedere con il definitivo. Al momento ho un provvisorio da circa 5 mesi. Ringrazio cordialmente. Daniela
LEMBO RIPOSIZIONATO APICALMENTE CON OSTEOTOMIA OSTEOPLASTICA VESTIBOLARE E GENGIVECTOMIA PALATALE PER L'ALLUNGAMENTO DI CORONA CLINICA DI UN MOLARE SUPERIORE. DA CASISTICA DEL DR. GUSTAVO PETTI PARODONTOLOGO DI CAGLIARI
Cara Signora Daniela, se ha una carie con distruzione del tessuto dentale che si approfondisce sottogengiva o che raggiunge la cresta ossea, bisogna certamente attuare un allungamento della corona clinica con un intervento di chirurgia parodontale che consiste in una gengivectomia o in un Lembo Mucoperiosteo riposizionato apicalmente con osteotomia osteoplastica, a seconda che si sia in presenza od in assenza di una adeguata banda di gengiva aderente! Questo per portar fuori tutta la parte distrutta del dente e far si che una volta otturato o riabilitato protesicamente con una corona, la gengiva, chiuda sul dente subito al di sotto di essa e non sulla corona o otturazione che essendo artificiali, non consentirebbero la penetrazione delle fibre epiteliali gengivali con formazione di una tasca parodontale iatrogena (a causa del medico) che porterebbe danni parodontali anche seri! Spero di essere stato chiaro, le lascio una foto con un caso simile ricostruito in Amalgama d'Argento (è un caso piuttosto datato ma sempre in bocca e sano)Legga cliccando sul mio nome in pubblicazioni ed articoli:Le protesi dentali fisse Excursus su i vari tipi di protesi fisse. Consigli e suggerimenti per i pazienti e Chirurgia parodontale estetica Introduzione Divulgativa alla Chirurgia Estetica Parodontale e ancora Riabilitazione Orale Parodontale e Protesica Completa, in un Caso Complesso di Compromissione Grave Parodontale ossea, conservativa, endodontica, protesica in presenza di insufficienza di gengiva aderente.E poi Restaurazione protesica di un elemento dentale, fratturato, recuperato con un piccolo intervento parodontale ed ancora Lembo riposizionato apicalmente con colla di fibrina per la terapia di una frattura coronale linguale estesa sotto gengiva e sotto il margine osseo (classe IV di Ingle) di un elemento dentale 4.7.Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Per ragioni di distribuzione meccanica dei carichi sulla corona definitiva, questa deve chiudere su un anello circonferenziale di almeno 2 mm di dentina ("effetto ferula")... questo significa in parole povere che TUTTA la superficie della corona deve appoggiarsi sul dente naturale e non su materiale da ricostruzione del moncone, pena un aumento del rischio di frattura del dente e altre complicazioni... se il margine sano del dente è parzialmente sottogengiva, occorre ripristinare una lunghezza corretta per rendere il dente protesizzabile, per cui l'intervento è necessario, altrimenti non sarà possibile ridare funzione al dente. L'unica alternativa teorica potrebbe essere un'estrusione ortodontica ma va valutata la fattibilità dal suo dentista. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Balocco
Paruzzaro (NO)

Gentile Signora se il Collega le suggerisce l'allungamento d corona clinica vuol dire che senza non è possibile fare un lavoro di buona qualità. Deve scegliere quale soluzione vuole adottare: 1) un lavoro scadente; 2) un lavoro di buona qualità. Cordialmente

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Gentile Daniela, l'allungamento di corona clinica è indicato nel caso di una carie sottogengivale pena la possibile infiltrazione successiva. L'alternativa potrebbe essere l'estrusione ortodontica. Ne parli col suo dentista per una scelta consapevole. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Se il collega afferma che l'allungamento è necessario, allora va fatto. Piuttosto sostituisca il provvisorio che data 5 mesi con uno nuovo e attenda il termine dell'allattamento. Generalmente i provvisori si distinguono in due tipi, il primo provvisorio e il provvisorio post limatura. Il primo provvisorio può stare in bocca alcune settimane prima di degradarsi e infiammare la gengiva simulando alle volte la necessità di un allungamento chirurgico. Generalmente si riesce a eseguire la corona definitiva in questo lasso di tempo e il secondo provvisorio non serve, ma se così non fosse, allora una "corona a giacca" in resina usata come secondo provvisorio le consentirà di tirare avanti i mesi di cui necessita. Certo è un costo in più, ma così facendo con tutta probabilità si ritroverà il suo dente ancora usabile per quando potrà affrontare la corona definitiva. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

allungamento corona clinica prima e dopo
Gentile paziente, se il suo dentista Le ha consigliato di dover far un'allungamento di corona clinica per poter recuperare questo dente, si vede che è proprio necessario, altrimenti la corona definitiva che dovrà farci prossimamente risulterà incongrua. Lei vuole sapere cosa succederà se non farà l'intervento??? la carie sottogengivale progredirà arrivando ad un punto tale che dovrà estrarlo. Cordialmente

Scritto da Dott. Gerardo Cafaro
Campagna (SA)

Non ho capito bene. Lei ha un perno moncone su un dente cariato? Oppure ha un dente cariato sul quale occorre mettere un perno moncone? Nel primo caso bisogna valutare molto bene se c'e' stata una possibile contaminazione batterica; tant'è che in molti casi bisogna togliere il perno e rifare la terapia canalare per non incorrere in un fallimento nel tempo. Per quanto riguarda l'allungamento, se e' da fare non si puo' non farlo

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Sig. Daniela, in questi casi il parere medico non si discute, stia attenta che i compromessi possono portare anche a complicanze gravi e mutilanti.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Concordo con i colleghi: una corona deve SEMPRE avere il suo margine in tessuto DENTALE sano, almeno a 2mm da ogni tipo di restauro eventualemnte già presente (perno-moncone o ricostruzione). Se questo non avviene il rischio di fallimento della corona aumenta esponenzialmente. Cordiali Saluti

Scritto da Dott. Marco Iorio
Castelletto sopra Ticino (NO)