Domanda di Chirurgia

Risposte pubblicate: 9

Se va male l’intervento quali sono le conseguenze?

Scritto da ENRICO / Pubblicato il
Sono il padre di un bambino di anni 10. L’ortodonzista che lo sta seguendo mi ha riferito che sarebbe sua intenzione fare un intervento sul muscolo buccinatore in quanto ostacola (molto teso) la terapia ortodontica che mio figlio sta seguendo per l’arcata inferiore (deve essere creato spazio per i denti e data una forma armonica ) . Attualmente ha due espansori palatali uno sopra e l’altro sotto. Quello sopra è un QUAD ELIX quello sotto non lo so anche se assomiglia molto a quello sopra. I risultati ottenuti sono molto buoni per il sopra, meno per il sotto anche se a onor del vero è solo un paio di mesi che l’espansore sotto è stato applicato. Mi pare di aver capito che a breve verrà levato via l’espansore sotto e sarà messo un nuovo apparecchio Mi ha spiegato che esistono varie scuole di pensiero nel campo dell’ortodonzia e che la sua scuola contempla, ovviamente se necessario, l’intervento sul buccinatore , intervento che altre scuole di pensiero non considerano affatto. Sono estremamente preoccupato forse perché apprensivo, forse perché come ingegnere non riesco a controllare nella sua completezza un qualcosa che devo necessariamente affidare ad altri e per di più devo prendere una decisione non per me ma per mio figlio. Vengo al dunque: 1) È un intervento pericoloso? 2) Il buccinatore viene reciso, sfilacciato, staccato e riattaccato in quanto essendo troppo corto provoca tensione 3) Se va male l’intervento quali sono le conseguenze? Ho visto che interessa mascella, mandibola. Cade la mandibola? 4) Il buccinatore ha a che fare con il nervo facciale? C’è pericolo di interessare quest’ultimo con danni permanenti 5) È un intervento di routine per chi lo contempla (scuola di pensiero), quando serve? Ovviamente sono domande che rivolgerò anche al medico che lo sta seguendo. Vorrei farmi un’idea precisa su cosa sono chiamato a decidere. Ringrazio per qualsiasi utile informazione, consiglio che vorrete darmi
Se devo essere sincero, nemmeno ai tempi del corso di ortodonzia all'università degli studi di Milano ho mai sentito parlare di interventi al buccinatore. Delle due l'una: o io sono rimasto terribilmente indietro, o suo figlio è in una situazione decisamente di grave disgnazia. Meglio perciò che ascolti le risposte dei miei colleghi che forse sono più aggiornati di me. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Caro Signor Enrico, come posso risponderle senza visitare suo figlio in modo completo odontostomatologicamente ed Ortodonticamente? Certo che intervenire sul muscolo buccinatore che è un muscolo mimico e le sue fibre centrali o pterigomandibolari, si intrecciano nella parte anteriore col muscolo orbicolare della bocca e le sue fibre più alte entrano nel labbro corrispondente. Direi che o chi deve operare sa veramente quello che sta facendo o mi sembra un azzardo veramente pericoloso. In ogni caso mi lascia perplesso il fatto che chieda a noi perchè ciò vuol dire che non ha ricevuto adeguate informazioni sul perchè, sulle modalità, sui rischi e complicanze dell'intervento. Cosa doverosa da parte del chirurgo! E se non fosse stata fatta, diffiderei di uno Specialista che non avesse dato queste informazioni. Se fosse stata fatta allora parli col suo Dentista chirurgo e gli spieghi tutte le sue perplessità. Solo lei può decidere . Consenso informato significa questo! CONSENSO non vuol dire acconsentire forzatamente ma acconsentire con la consapevolezza piena di tutto!Per quanto riguarda l'innervazione, è innervato dal ramo buccale del nervo Facciale!!!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

L'allungamento chirurgico del fascio inferiore del muscolo buccinatore viene rarissimamente praticato per ridurne la pressione sulle arcate dentarie e conseguente facilitazione dell'espansione. MA. Ma io penso che sia una delle tante terapie "sintomatiche" e non CAUSALI, a meno che i buccinatori di suo figlio siano ipertonici e ipertrofici per cause genetiche, cosa in cui non credo assolutamente. E allora c'è da chiedersi PERCHE' i buccinatori siano ipertonici. Spesso lo sono per una discinesia linguale, una deglutizione incompleta ( per ingoiare ci si aiuta con i buccinatori e i masseteri).. e se così fosse l'intervento chirurgico non servirebbe a nulla, anzi, persistendo la dissinergia muscolare facciale il caso peggiorerebbe drasticamente. Le consiglio caldamente altri pareri
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Lorenzo Alberti
Roma (RM)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Enrico, sono ortodontista da oltre venti anni, e faccio consulenze in più di 10 studi, il mio consiglio è " scappi " finchè è in tempo, questa che mi dice può essere solo una scuola di " non pensiero" è un concetto meccanicistico che mette al centro dell'universo del collega il pensiero dei denti dritti, ed a questo si deve uniformare il resto dell' organismo, è esattamente il contrario, i denti si mettono dove, l'organismo, bocca muscoli basi ossee postura, glielo consentono, il ragazzo ha 10 anni c'è tutto il tempo per trovare lo spazio necessario, e se ha un ipertonia del mentoniero, si deve prima capire il perchè, poi si può iniziare a curare, magari con un semplice lip bumper. dott. Gianluca Pucci ortognatodontista
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gianluca Pucci
Roma (RM)

Sig.Enrico, non conosco il caso di suo figlio per esprimere il mio parere ma questo trattamento chirurgico, dovrà essere ben motivate le indicazioni per iscritto con tutte le complicanze e prima di firmare le consiglio di farcele leggere.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Ho iniziato i miei primi studi di ortodonzia e la pratica sul campo in un numero notevoli di casi nel 1984 e questi casi mi hanno sempre ispirato la azione e il lavoro di una LOGOPEDISTA. Quando c'è qualche disfunzione di carattere muscolare, entra in azione la logopedia e i suoi esercizi. Probabilmente, anzi sicuramente, il bambino ha una bella deglutizione infantile atipica (ecco perchè il palato stretto) e visto che il suo dentista è totalmente ignorante sulla funzione neuromuscolare linguale, ipotizza follie di fantascienza pericolosissime. Lei è un Ingegnere, una persona di alto livello: si accerti che lo sia anche il personaggio che cura suo figlio. Cominci a chiedere se è iscritto all'OOMM e porti il bambino a valutazione logopedica: lì le si schiariranno tutte le nubi.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Anch'io mi occupo di ortodonzia da tempo e non ho mai sentito parlare di un intervento al buccinatore...Se fosse mio figlio non darei il consenso aspetterei dei risultati dalla via ortodontica, più semplice e meno invasiva...oppure lo farei visitare da un altro dentista-ortodontista. Saluti

Scritto da Dott.ssa Maria Giacinta Ferrulli
Altamura (BA)

Gentile Sig. Enrico, concordo con il giudizio dei miei colleghi. Personalmente non consentirei mai di farlo a mio figlio. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Enrico ci sono degli ottimi presidi terapeutici che consentono , laddove è richiesto, l'espansione ortodontica ovvero le disgiunzione rapida o lenta del mascellare superiore senza alcuna necessità di chirurgia. Esiste, in vero, anche l'espansione mascellare chirurgicamente assistita che però viene praticata in soggetti adulti e, in ogni caso, a fine crescita e che comunque non prevede l'interessamento del muscolo buccinatore. Le suggerisco un consulto con un collega specialista in Ortognatodonzia. Cordialmente Prof. Dott. Russo Ciro Odontoiatra Specialista in Ortognatodonzia.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Ciro Russo
Frattamaggiore (NA)