Domanda di Chirurgia

Risposte pubblicate: 15

Dovrò estrarre il dente o posso lasciarlo, anche in considerazione che non mi ha dato mai fastidio?

Scritto da imma / Pubblicato il
Salve, sono Imma e vi consulto perche' avrei un problema: è uscito l'ottavo superiore al posto del settimo e questo non avendo spazio si è posizionato sulla gengiva tra il "settimo" e il sesto. La soluzione che i dentisti mi hanno consigliato varia l'uno dall'altro e io non so che fare, anche perché secondo alcuni è una situazione anomala e durante l'intervento forse potrebbe cedere anche l'altro accanto. Consigliatemi voi cosa fare, dovrò estrarlo o posso lasciarlo anche in considerazione che non mi ha dato mai fastidio? grazie tante x la disponibilità
Cara Signora Imma, ovvio che la valutazione è solo clinica e soprattutto volta a stabilire se crea patologie di malocclusione o gnatologiche di altro tipo o danno al sesto verso cui è inclinato. Se non ci fossero patologie immediate e il dente, come dice, fosse sano, può anche evitare di farlo estrarre e rinviare ad altro periodo a lei più comodo. Che durante l'estrazione possa essere estratto anche il sesto mi sembra fuori luogo. E' una sensazione a pelle, ovviamente, perchè si riesce sempre in mani abili ad estrarre un dente senza danneggiare e dovere estrarre anche il vicino per quanto complessa sia l'estrazione. La chirurgia permette questo ed altro. Se avesse una Rx endorale o anche una panoramica potrei essere più preciso. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Imma, i terzi molari vengono tolti solo se esistono le indicazioni, per cui si faccia mettere per iscritto le indicazioni all'avulsione e poi ci riscriva.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Continui a girare dentisti e chiedere soluzioni via web, vedrà che non arriverà a niente .

Scritto da Dott. Alessandro Sanna
Lucca (LU)

Gentile Sig.ra Imma, teoricamente se il dente del giudizio è sano può anche tenerlo. Dalla sua descrizione però mi pare difficile che non dia nel tempo problemi parodontali o danni ai denti vicini. Mi sembra anche strano che nella estrazione del dente del giudizio si rischi di togliere anche il sesto. Comunque sono giudizi a distanza senza esaminare una radiografia, pertanto potrebbe aver ragione il dentista che ha eseguito la visita. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Imma, la medicina in generale è una scienza tanto nobile e delicata perchè prende in considerazione la salute del corpo umano e, come tale, merita rispetto anche nel non dover pretendere risposte a quesiti come il suo assolutamente nel buio e senza aver allegata quanto meno una OPT. Cordiali saluti e tanti auguri

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Ci invii una ortopanoramica e, forse, potremo aiutarla. Sicuramente c'è una soluzione al suo problema, ma solo un esame clinico può permettere di darle un consiglio. Saluti cordiali

Scritto da Dott. Bruno Cirotti
Roma (RM)

Gentma Imma non ci da alcuna indicazione utile per cui è impossibile darle alcun consiglio. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)

Non ci sono indicazioni all' estrazione, se la posizione dei denti non comporta totale impossibiltà di accesso alle manovre di igiene orale oppure traumi sui tessuti circostanti. Esame clinico, incluso sondaggio parodontale e delle forcazioni dei molari, ed una radiografia periapicale + bite-wing verticale possono dare indicazioni concrete. Cordiali saluti Dott. Papa, specialista in Parodontologia

Scritto da Dott. Raffaele Papa
Fara in Sabina (RI)

Capirà bene che non è possibile darle delle risposte esaurienti senza un attento esame clinico e un' accurata valutazione radiografica. In linea di massima è preferibile rimuovere l'ottavo e riportare in sede, ortodonticamente, il settimo ma in alcune situazioni la scelta terapeutica potrebbe essere differente. Consulti un collega specialista in Ortognadodonzia per una valutazione più precisa. Cordialità Prof. Dott. Russo Ciro Odontoiatra Specialista in Ortognatodonzia.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Ciro Russo
Frattamaggiore (NA)

Spero di aver capito il concetto.. Il suo curante, anzitutto, avrà avuto i suoi buoni motivi per scegliere l'estrazione. Questo caso mi capita e devo dire anche spesso. Personalmente, valuto due cose essenziali: il quadro parodontale dei denti in questione e la posizione in arcata dei tre denti. Decido per l'estrazione quando i denti formano un buco nero determinato dalla posizione a tripode dei denti stessi (il buco al centro dei tre denti non puo' essere igienizzato con facilita). Ed estraggo il dente che non e' in arcata (a costo di sacrificare un settimo anziché un ottavo). Tutto questo, anche a denti non dolenti. Spero di essere stato chiaro. Ovviamente questo e' il mio modus operandi. Non vuol dire che la sua situazione sia questa tantomeno che il suo dentista la pensi allo stesso mio modo!! Ma credo che il collega abbia deciso perché motivato e sicuro della prestazione che vuole eseguire. Cordialmente.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)