Domanda di Chirurgia

Risposte pubblicate: 9

Ho sentito parlare di anestesia endovenosa. Potreste spiegarmi in cosa consiste?

Scritto da giuseppe / Pubblicato il
Salve Dottori vorrei un informazione, sono un paziente odontofobico x cui quando vado negli studi dentistici e mi metto a sedere inizio a sudare battiti cardiaci elevati, ho 2 estrazioni da fare dei 2 molarti superiori di cui 17e18. Ho sentito parlare di anestesia endovenosa potreste spiegarmi in cosa consiste e se rimane la paura e l'ansia durante l'estrazioni dei molari e se si fanno in poltrona o lettino operatorio grazie di cuore x la vostra risposta Distinti saluti.
Diciamo che lei dovrebbe farsi sedare. A parte tutto ciò che potrebbe fare in alcuni anni uno psicologo.. Non anestesia generale, invasiva e molto pericolosa, ma sedazione cosciente. Questa si effettua in due modalità: sedazione cosciente farmacologica (fra cui l'endovenosa) e quella inalatoria (con protossido d'azoto). La endovenosa si fa principalmente in ospedale (c'è confusione sulla legislazione vigente, quindi non sarà semplice trovare un ambulatorio privato che la pratica, anche se non impossibile). La inalatoria (la "mascherina") la effettuano anche questa purtroppo in pochi privati, mai in ospedale tranne rare eccezioni, ma è del tutto innocua ed estremamente efficace. Quindi in conclusione, se escludiamo l'ospedale, sarà più facile trovare nella sua regione un sedazionista che usi il protossido gas innocuo. Io ne conosco..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Si utilizza per la sedazione del paziente o per l'anestesia generale quando necessario ovviamente deve recarsi su strutture autorizzate per legge ad effettuare le prestazioni in tali condizioni sono metodiche, già la sedazione che permettono di eseguire prestazioni in pazienti non collaboranti o poco collaboranti, cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Giuseppe, non si ricorre quasi mai negli studi professionali privati alla sedazione endovenosa che consiste nell'iniettare in vena farmaci che agiscono sul S.N.C. e che, comunque, per legge non può venire praticata dall'odontoiatra ma da un anestesista. Un'alternativa efficace è la sedazione cosciente con protossido d'azoto che viene praticata oggi sempre più frequentemente negli studi privati e che sortisce lo stesso effetto se non migliore di quella endovenosa. Si ricordi, comunque, che la migliore sedazione è quella psicologica che l'operatore interventista saprà infonderle con la sua professionalità ed umanità e la fiducia che lei gli ripone. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Caro Signor Giuseppe, per sua informazione esiste la sedazione cosciente; "sedazione" significa innescare nel paziente livelli di depressione del Sistema Nervoso Centrale sempre più profondi. Via via si passa dalla : "analgesia, alla anestesia locoregionale, alla sedazione minima, alla sedazione moderata, alla sedazione profonda e alla anestesia generale" l'odontoiatra applica la sedazione cosciente nel paziente e dopo fa l’anestesia locoregionale, I due metodi principali di sedazione cosciente sono la sedazione inalatoria ed endovenosa. in Italia è maggiormente diffusa la sedazione inalatoria con protossido d'azoto perché non c’è la competenza necessaria per poter effettuare la sedazione endovenosa. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Giuseppe, si tratta di una sedazione farmacologica che deve essere effettuata da un anestesista. Pochi sono i centri privati che la praticano perché ovviamente necessita di una struttura complessa. Si possono raggiungere stadi di sedazione profondi e generalmente in seguito non vi è il ricordo di cosa il dentista ha effettuato. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Giuseppe, si tratta di sedazione farmacologica endovenosa, chi la pratica di norma spiega molto ben di cosa si tratta.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Salve Giuseppe, io sono un odontoiatra addestrato e abilitato attraverso un percorso formativo specifico a praticare la sedazione cosciente endovenosa che le assicuro come dice la parola stessa cosciente non c'e' mai nessun tipo di rischio o di alterazione di funzioni, anzi stabilizza tutti i parametri vitali, elimina completamente l'ansia e mette il nostro organismo in stato di antistress per il massimo comfort operatorio. La pratica e' assolutamente precisa e sicura. dott. Antonio Peloso

Scritto da Dott. Antonio Peloso
Marsala (TP)

Si tratta di un anestesia effettuata da un anestesista ma viene spesso utilizzata la sedazione cosciente

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Gentile Giuseppe, la sedazione cosciente può essere fatta con tecniche inalatorie o per via orale ed endovenosa. La seconda (orale ed endovenosa)viene fatta in strutture private da un anestesista o anche dal medico odontoiatra che però deve aver acquisito dei titoli specifici universitari che lo abilitino in tal senso. Non è facile ma ci sono. Questa tecnica ha il compito, non di anestetizzare nè di addormentare il paziente, ma di eliminare l'ansia, infatti si usano farmaci ansiolitici e non farmaci ipnotici (cioè che fanno dormire). E' una tecnica molto valida e potrebbe esserle di grande aiuto. Cordialità.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia