Domanda di Chirurgia

Risposte pubblicate: 10

Il perno ha fratturato la radice del dente

Scritto da emanuele / Pubblicato il
Gentili dottori, nel complimentarmi per questo moderno e d efficace servizio, che denota senz'altro grande passione - oltre che competenza - nel vostro delicato lavoro, vi ringrazio sin d'ora per la disponobilità e vi pongo il seguente quesito cercando di essere sintetico: ho da 6 anni i due incisivi centrali "incapsulati", recentemente quello sx si è infiammato. Diagnosi del dentista cui mi sono rivolto è che il perno ha fratturato la radice del dente e su questa lesione era sorta un'infezione. Soluzione proposta: estrarre la radice e fare poi fare un impianto osseo, montando per il tempo necessario un dente provvisorio da attaccare con delle alette ai due accanto. Tutto fila e acconsento. Senonchè, oggi, dopo aver estratto la radice, riprendo sensibilità dopo l'anestesia e mi rendo conto che l'incisivo provvisorio si regge solo da un lato con un'aletta (sull'altro inc centr dx) mentre dall'altro lato c'è l'incisivo laterale sx ridotto a moncone (prima sanissimo e anche bello) su cui è inserita a questo punto una coppia di denti provvisori!!..a me sembra alquanto strano...rovinare un dente sano per solo 6 settimane di attesa che si stabilizzi l'osso col materiale biocompatibile bovino...
Gentile Emanuele, detta così come lei racconta la sua vicenda sembra strano anche a me che lei non sia stato informato esaurientemente e dettagliatamente sulla opportunità di utilizzare anche l'incisivo laterale. Forse c'è stato un equivoco o un difetto di comunicazione. Le consiglio di parlarne col suo dentista per i chiarimenti del caso. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Emanuele, si tratta di una questione che dovrà chiarire con il suo dentista. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

E'indubbio che deve chiedere chiarimenti al suo dentista, perchè la soluzione proposta non è quella attuata!

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Se il provvisorio doveva essere un apparecchino mobile con ganci, i denti vicino non dovevano essere coinvolti. Se invece è un provvisorio fisso con alette, cioè un Maryland Bridge, è necessario, il più delle volte, fresare i denti vicini per creare appoggi adesivi su cui aderiranno le alette. Dietro, dalla parte dietro del dente, non davanti! Qualche volta, se deve essere provvisorio, non si fresa nulla. Ma se è stato fresato, dopo cosa si farà?? Se la soluzione finale sarà l'impianto, allora la "fresatura" cioè la sede per le alette diventerà inutile. E probabilmente il dentista ha in mente di riempirla con della pasta composita. Dannoso questo?? Dipende dai punti di vista. Ora lei dovrebbe avere un dente provvisorio molto bello e fisso e stabile, quindi adatto alla vita in società. Questo è un vantaggio notevole. Poi alla fine, dopo l'impianto, la sede delle alette verrà riempita con pasta artificiale e il dente non sarà più integro del tutto. E' un danno?? Cosa mettiamo sui 2 piatti della bilancia?? Io potrei pensare anche che è stato ben fatto: lei ha ora un provvisorio di lunga durata e stabile. Le alternative prevedevano apparecchi mobili o instabili, o denti incollati con strisce di fibre di vetro, facili da venir via. Chi può dire?? Tenga presente che la mia è solo una interpretazione in base al racconto un po' impreciso da parte sua. Potrebbero essere congetture fantasiose del tutto, le mie...
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Signor Emanuele il suo racconto è contraddittorio a tal punto che non è possibile risponderle. O riscrive e si spiega meglio o si faccia spiegare tutto dal suo Dentista e poi magari riscriva pure a noi, se lo desiderasse!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Emanuele, chieda spiegazioni al suo dentista. Comunque spesso per fare posto alle alette bisogna fare una piccola preparazione. Via web non possiamo valutare quanto è stato preparato l'incisivo laterale Sx. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Mi scusi ma quando ha estratto il dente, fatto l'intervento con immissione di materiale da rigenare l'osso etc. non si e' accorto che il collega rimpiccioliva il suo laterale? Io credo che preparare un dente per il provvisorio etc. nel contesto di un un intervento di chirurgia orale sia alquanto bizzarro! non capisco

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Chieda al suo dentista il da farsi.

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Sig. Emanuele, lei avrà anche firmato un consenso informato, ma da quel che scrive, non è stato informato, per cui d'ora in poi esiga sempre tutto per iscritto.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Salve Emanuele anche a me sembra strano, sia il non aver comunicato prima, sia la terapia. Mi pare di capire che le è stato estratto un centrale e sostituito con un impianto, l'altro centrale era già un moncone mentre è stato preparato a moncone il laterale adiacente al dente estratto. Quindi tutto fa dedurre che ha un ponte di 3 elementi come provvisori. Forse ha spiegato male perchè non ha senso mettere un impianto se si dovranno realizzare 3 elementi poichè il dente estratto può essere elemento intermedio del ponte. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Cerbone
Afragola (NA)