Domanda di Chirurgia

Risposte pubblicate: 9

Ho effettuato lunedì un'apicectomia per esportare un granuloma ad un molare

Scritto da Serena / Pubblicato il
Salve, ho effettuato lunedì un'apicectomia per asportare un granuloma ad un molare in basso a destra devitalizzato anni fa, il secondo partendo dal centro... mercoledì dovrò togliere i punti e chiederò maggiori informazioni al mio dentista ma mi pare di aver capito (ero un po' sotto shock dall'operazione e dall'anestesia) che non è riuscito a togliere tutto (tutto il granuloma? lui la chiama infezione)e che ha dovuto asportare anche parte del dente (difatti ho un buco non tanto piccolo oltre al taglio dell'apicectomia). Questo cosa può significare? che dovrò ripetere questa operazione? perchè per me è stata abbastanza devastante e oggi a 4 giorni presento ancora un po' di gonfiore e dolore e non ne posso più. Post operazione mi è stato detto di mettere il ghiaccio per il gonfiore, non fare sciacqui per almeno 24ore e di farli una volta al giorno con un collutorio (generico), spazzolare, anche la zona operata, delicatamente, perchè è molto importante tenere pulito, mangiare roba fredda o temperatura ambiente, possibilmente liquida, i primi giorni, un ciclo di antibiotico e antidolorifico al bisogno. Ho iniziato un po' a masticare negli ultimi due giorni (ieri e oggi, non cose troppo dure, dall'altra parte ma ho il terrore che si stacchino i punti, mantengo sempre il genere cibi teneri e a temperatura ambiente ed ho paura a spazzolare la zona interessata sempre per via dei punti. Faccio bene o è solo una mia paura?
Le istruzioni che le sono state date sono corrette l'apicectomia prevede l'asportazione di una parte, terminale, della radice dentaria se debba il collega reintervenire non possiamo saperlo ma non dovrebbe essere necessario difficile che i punti si stacchino se usa l'attenzione descritta. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Serena, comprensibilmente non possiamo essere in grado di interpretare le parole ed i pensieri del dentista che ha effettuato l'intervento che di solito dovrebbe essere risolutivo. Forse non ha interpretato bene le parole del suo dentista a causa del momento di confusione come lei asserisce. Le consiglio di parlarne con calma con il suo dentista al momento del controllo e di seguire la terapia prescritta. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Dice che non ha capito bene, ma riporta correttamente le normali nozioni che di solito un bravo dentista dà alla fine di ogni intervento, segno che comunque, colloquio c'è stato. L'apicectomia è una operazione un pò controversa, di solito risolutiva, ma che aumenta la sua difficoltà di esecuzione a mano a mano che ci si allontana dalla parte anteriore della bocca, verso quella posteriore. Sarà il suo dentista, nel corso dei normali controlli a comunicarle se l'esito è buono o meno. Per il dolore un buon antinfiammatorio farà al caso suo, ma lo deve prescrivere il suo dentista. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Serena, aspetti i tempi canonici di attesa per la visita di controllo ed esponga al dentista che l'ha operata i suoi dubbi. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentma Serena, le indicazioni relative al post-operatorio sono corrette. Tuttavia, non avendo riscontri oggettivi, è difficile stabilire se il collega deve reintervenire. Cordialità.

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)

Sig. Serena, segua i consigli post-intervento, presto avrà i risultati dell'esame istopatologico della lesione rimossa, che renderanno tranquilla lei e il suo odontoiatra.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Il suo dentista le dirà se è necessario reintervenire o meno

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Salve Serena, l'apicectomia prevede l'asportazione di parte del dente; per l'esattezza della punta (apice) della radice, quindi fin qui nulla di strano! Per quanto riguarda il buon esito dell'intervento sarà solo il suo dentista a poterglielo confermare monitorando la sua guarigione con delle piccole rx. Capisco che sia turbata e seccata: un intervento è sempre un intervento e i fastidi fisici e psicologici ad esso correlato sono tanti. Però i consigli che le ha dato sono un buon aiuto per cercare di farla guarire nel miglior modo possibile. Continui a seguirli e non si angosci per i punti perchè non cadono tanto facilmente. Anzi, è piuttosto il suo NON pulire quella zona ad interferire con il buon esito della guarigione. Imbibisca un cotton fioc nell'acqua ossigenata o nel coluttorio e lo passi delicatamente sulla ferita cercando di eliminare i residui alimentari. è sicuramente più delicato dello spazzolino ma altrettanto utile.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Marta Muscettola
Roma (RM)

Cara Sig.ra Serena, l'apicectomia è una fase dell'intervento chirurgico il cui scopo non è quello di togliere il granuloma o asportare parte dell'apice radicolare (da cui il nome "apicectomia"). L'intervento serve ad esporre il canale radicolare per poter eseguire la sua otturazione per via "retrograda". L'intervento infatti si chiama "apicectomia con otturazione retrograda". Si accerti che il suo dentista abbia eseguito l'otturazione dei canali radicolari intraoperatoriamente con gli appositi materiali biocompatibili oggi esistenti (MTA o simili) e soprattutto ci mandi una radiografia post-operatoria per poterle dare un giudizio spassionato circa l'operato del collega. Aspetto sue notizie e nel frattempo la saluto. Dr. Arnaldo Castellucci
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Arnaldo Castellucci
Firenze (FI)
Consulente di Dentisti Italia