Domanda di Chirurgia

Risposte pubblicate: 12

Per estrarre il perno necessita di un intervento invasivo

Scritto da pietro / Pubblicato il
Salve mi chiamo Pietro e mi è sorto un problema il mio vecchio dentista mi ha impiantato una protesi con perno moncone. Qualche giorno fa mi è venuto un dolore nello stesso dente( molare superiore dx) e il mio nuovo dentista si è accorto che uno dei canali delle radici non è stato sondato! Ora lui mi ha detto che per estrarre il perno, necessita di un intervento invasivo per poi poter devitalizzare il canale rimanente. Vi chiedo se è possibile evitare l'intervento e se no le sue conseguenze? Grazie in anticipo cordiali saluti.
Sig. Pietro, rimuovere un perno moncone non sempre è una manovra invasiva, a volte è eseguita anche senza anestesia.
Esistono anche sistemi retrogradi per il ritrattamento di elementi che presentano ricostruzioni protesiche.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Caro Pietro, tutti le manovre sul cavo orale sono sempre degli interventi ma ce ne vuole di fantasia per definire un intervento invasivo la semplice rimozione di un perno moncone. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Pietro, purtroppo non sempre la rimozione di un perno è una operazione semplice e molto dipende anche dal tipo di perno usato. Esistono infatti perni fabbricati in laboratorio su impronta del canale radicolare o perni prefabbricati ed avvitati nel canale. Spesso comunque con mezzi di ingrandimento e l'uso di ultrasuoni l'intervento non risulta particolarmente complicato. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Retrograda e sue fasi chirurgiche. Da casistica del Dr. Gustavo Petti di Cagliari
Caro signor Pietro, sicuramente le è sfuggito qualche cosa: rimuovere un perno non è un intervento invasivo, quindi se deve essere invasivo lo è per qualche altro motivo che non le è stato spiegato o che lei non ha capito durante la spiegazione. Chieda lumi al suo Dentista senza timore! In ogni caso per curare il canale non trattato, c'è una alternativa, facendo una retrograda ossia raggiungendo l'apice ed il canale per via chirurgica. Le lascio una foto così capisce cosa sia! Se ha capito bene ed è un perno avvitato nel canale, lo si toglie con facilità ma se fosse un pernomoncone, le manovre di rimozione possono essere molto pericolose per l'integrità della radice ed allora sarebbe consigliabile la retrograda!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Tutti gli interventi odontoiatrici devono essere eseguiti da personale abilitato ed esperto. In tal senso la manovra per cui chiede delucidazioni non dovrebbe rappresentare un salto nel buio. Certo è che se il collega ha cementato il perno con un cemento estremamente resistente, qualche problema potrebbe sorgere. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Sig. Pietro, ogni intervento nel cavo orale, non è una banalità . Deve essere sempre svolto con cura e perizia dal più semplice al più impegnativo. Nel caso specifico il collega dovrà  svolgere un intervento impegnativo e conservativo, non invasivo. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Angelo Raffaele Izzi
Lainate (MI)

Caro Pietro, la rimozione di un perno moncone in genere non è un intervento invasivo, si utilizzano gli ultrasuoni e sicuramente un po' di pazienza. A meno che lei non parli di un perno avvitato:allora la cosa è più complessa perchè la sua rimozione comporta il rischio di frattura. Cordiali saluti

Scritto da Dott.ssa Annalisa Ciriello
Vigonza (PD)

Sigr. Pietro, probabilmente non vi siete capiti. Di invasivo non c'è nulla, i perni monconi possono essere tolti in vari modi, esistono anche appositi estrattori che un buon endodontista ha sempre nel cassetto. Si tratta di un intervento che prevede la rimozione della corona, del perno moncone, il ritrattamento endodontico e il rifacimento del moncone e della corona, si deve pertanto rifare completamente la terapia. Da qui può nascere l'equivoco, probabilmente con invasivo veniva indicato una terapia piuttosto lunga e complessa dove prima si smonta e poi si ripristina il tutto. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Piero Puppo
Imperia (IM)

Signor Pietro la rimozione di un perno endocanalare non è sempre un intervento semplice, dipende molto dal tipo di perno utilizzato, anche il ritrattamento di un dente già precedentemente devitalizzato può non portare a risultati soddisfacenti. Però credo che vada tentato il recupero del dente. L'intervento per la rimozione del perno non è invasivo, forse non vi siete chiariti lei e il suo dentista, ne parli con lui. Cari saluti

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Rocchi
Roma (RM)

Se il canale da ritrattare è quello occupato dal perno o se il perno impedisce l'accesso al canale, certamente il perno va rimosso. Se per invasivo si intende la rimozione del perno, allora la risposta è si

Scritto da Dott. Riccardo Baucia
Milano (MI)
Cavenago di Brianza (MB)