Domanda di Chirurgia

Risposte pubblicate: 7

Avulsione dente del giudizio incluso

Scritto da Irma / Pubblicato il
Martedì mattina mi sono sottoposta ad un intervento estrattivo del dente del giudizio sup dx totalmente incluso. Dal giorno prima ho iniziato la terapia antibiotica con amoxicillina. L'intervento è andato bene, me la son cavata in un quarto d'ora e 3 punti. Ho dovuto fare 3 punture di bentelan per il gonfiore che ora è molto molto lieve e sto continuando la cura di antibiotico. Dopo due giorni mi si è creato del pus credo, dato il sapore poco piacevole. Tutto era nella norma fino a ieri, sabato, quando il dolore è diventato lancinante, tanto che non son riuscita a dormire e il paracetamolo che stavo prendendo come antidolorifico non mi ha fatto il minimo effetto, infatti stamattina verso le 11 ho preso nimesulide, adesso sento che l'effetto sta iniziando ad affievolirsi e son terrorizzata dal ritorno del dolore! Martedì dovrei togliere i punti. E' normale che faccia così tanto male e solo dopo 4 giorni dall'estrazione? Ho anche difficoltà a deglutire e ad aprire la bocca... Spero in una risposta, grazie. PS: il dentista mi ha detto di prendere nimesulide ma io ho preferito prendere qualcosa di più leggero, per questo ho preso il paracetamolo, che fino all'altro giorno ha funzionato tranquillamente.
Cara Irma, aldila' del tipo di antidolorifico, quello che le è capitato rientra nel quadro di un infezione post estrattiva, tra l'altro frequente in questo tipo di avulsioni. Le consiglio di pulire il sito post estrattivo possibilmente con una soluzione satura di acqua e sale o in alternativa fare sciacqui con un collutorio a base di clorexidina allo 0.12% ( usato puro per un massimo di 3 giorni) e di continuare la terapia antibiotica fino al 6° giorno. Saluti

Scritto da Dott. Giovanni Vitale
Zafferana Etnea (CT)

Cara Signora Irma, può essere normale ma può essere non normale...può essere una alveolite o tante altre cose...il suo Dentista si è comportato più che bene...le ha dato le terapie opportune... e le avrà dato le istruzioni opportune...superi con tranquillità questa notte aiutandosi con i farmaci prescritti e domani mattina si faccia ricevere dal suo dentista che farà tutto quello che è necessario per toglierle il dolore e l'infezione e questo...dopo aver fatto una esatta diagnosi...se non risolvesse mi contatti ...in modo da non rimanere col dolore..........Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Irma, perché non seguire le prescrizioni del suo odontoiatra? Lui consiglia il farmaco più adeguato al suo caso, lei ne assume un altro e si lamenta che non ci sia l'effetto... Il cortisone che le hanno iniettato è un buon antiedemigeno ma rallenta i processi di guarigione, attenda la rimozione delle suture seguendo i consigli del suo odontoiatra.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile paziente, la terapia prescritta dal suo dentista è corretta se osservata scrupolosamente. Le consiglio di fare sciacqui con un collutorio a base di clorexidina e di evitare di assumere cibi troppo caldi o irritanti. Cordialmente

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Il dolore dopo 4 giorni potrebbe essere causato da un residuo di cibo che infiltratosi nella zona dell'alveolo e rimasta in situ infettando la ferita. Oltre all'antidolorifico più efficace,potrebbe aiutarla fare degli sciacqui con una soluzione al 50% di acqua e acqua ossigenata 12-12 volumi al 3%, per aiutare a rimuovere eventuali residui. Saluti

Scritto da Dott. Sandro Compagni
Latina (LT)

Concordo pienamente col dottor Ruffoni. Avrei preferito sentirle dire che l'antidolorifico che il suo dottore le ha prescritto le dava fastidio..piuttosto che sentirmi dire il motivo del perchè secondo lei non era il caso di assumere nimesulide. Comunque stia tranquilla, non credo sia nulla di più di una piccola infezione secondaria all'estrazione. Segua le prescrizioni. Cordialmente, Gianluigi Renda

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Gentile sig.ra Irma, sono assolutamente d'accordo con i dottori che mi hanno preceduto. La terapia che un dentista prescrive dopo un intervento in bocca sono importanti. Perchè nessun paziente si sognerebbe di cambiare il farmaco o la posologia prescritti da un cardiologo, mentre la terapia consigliata e prescritta da un odontoiatra invece è libera di essere interpretata e cambiata? Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia