Domanda di Chirurgia

Risposte pubblicate: 11

Mi è stato detto che devo sottopormi ad apicectomia.

Scritto da Caterina / Pubblicato il
Buongiorno, mi è stato detto che devo sottopormi ad apicectomia. Il mio dubbio però è che da radiografia panoramica è ben visibile un granuloma sul dente 22, ma quello che mi fa più male è il 26. Il dentista che mi ha visitata mi ha detto che l'apicectomia la dovrei fare sul dente che mi da più fastidio, ma sulla panoramica non si vede nulla. Come dovrei comportarmi?
Si dovrebbe rivolgere intanto ad un buon endodontista,lo trova facilmente fra gli iscritti sie  http://www.endodonzia.it/odontoiatri/ricerca_soci.asp?testo=milano&Submit=Cerca Questo perchè il 22 se ha un granuloma magari si può ritrattare, e comunque sarebbe giusto farlo, ed il 26 riguardo il quale non mi pare abbia riferito di terapie canalari con insuccessi, va trattato con normale endodonzia. Cordialmente

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)
Consulente di Dentisti Italia

Retrograda, fase di ricostruzione ossea
Cara signora Caterina... non so che dirle...la Diagnosi deve farla il suo Dentista...non certo lei...se il suo dentista ha deciso dopo accurata visita di sottoporre "quel dente" e non un altro all'apicectomia (di cui però le dovrò dire alcune cose), vuol dire che è quello...se non si fidasse...senta un'altro parere a titolo di consulto ...ma da un Dentista che la visiti...non via Web...in ogni caso l'apecectomia non si fa più da un "moltissimi anni", anche se tutt'ora ha i suoi sostenitori...le spiego: ...Concettualmente i microbi presenti nella radice inviano fuori nell'osso le loro tossine a cui l'organismo risponde con la formazione cistica o granulomatosa per arginare l'infezione stessa e difendersi ... tolti i microbi con la terapia nuova endodontica per via ortograda (normale ) o retrograda (chirurgica) le tossine non vengono più emesse e la zona di osteolisi (lisi dell'osso) scompare con rigenerazione dell'osso stesso. Per togliere il dolore basta fare questo una volta individuato il dente e fatta una diagnosi: non può convivere con tanti granulomi per di più fistolizzati (alcuni)...sono pericolosi non solo localmente per i denti...il Parodonto...l'Osso...le gengive...ma anche per l'Organismo intero...dal Granuloma possono partire microbi che col torrente ematico vengono portati in organi ed apparati importanti quali Rene, Cuore e tanti altri...e dare infezioni pericolose...fortunatamente molto rare...ma esistono e sono pericolose ripeto!...quindi un granuloma va eliminato...se poi sono più di uno come nel suo caso ...motivo in più per eliminarlo e soprattutto se sono fistolizzati...: guardi che è semplice e normale terapia alla portata di qualsiasi buon Dentista!... Le spiego cos'è un Granuloma: I granulomi si curano: essi sono dei tentativi dell'organismo di bloccare l'infezione che risiede nel dente...ossia i microbi sono nella radice...le tossine escono dall'apice e provocano l'insorgenza del granuloma...curate le radici...il granuloma si riassorbe da solo in un tempo variabile di pochi mesi al massimo ... ma i microbi non ci sono più!...se fosse impossibile curare le radici per la via "normale"...le si curano per via retrograda, chirurgicamente, entrando nelle radici dagli apici che poi vanno sigillati con materiali particolari!...il granuloma i può anche non escidere chirurgicamente intanto si riassorbe! Ciò detto, le possibilità di dovere estrarre il dente sono molto ma molto remote...quindi con una buona terapia endodontica o di chirurgia endodontica...lei mantiene il suo dente ...queste lesioni sono importanti oltre che localmente anche per l’organismo intero perché possono essere causa se non curate, di malattie focali a distanza di organi importanti che hanno il loro Fucus di partenza "in cavità dell’organismo comunicanti con l’esterno", in questo caso l'osteolisi periapicale co0sì come le Tasche Parodontali (altra causa comune ed importante)! se per disgrazia ci fossero problemi veramente insormontabili per una terapia canalare quasi impossibile...però possibile)...allora si curerebbero le radici per via retrograda ossia entrando nel dente dagli apici per via chirurgica e poi sigillando gli stessi con vari materiali chi preferisce l'amalgama chirurgica priva di zinco chi altri particolari cementi chirurgici o altre sostanze...ottimo è l'MTA... stia certo! basta essere esperti endodontisti e chirurghi endodontici ... o più generalmente basta essere eccellenti Dentisti!!!!! le lascio una foto esplicativa ed il link al caso completo...che è in bocca da una trentina d'anni!!! ...  http://www.dentisti-italia.it/casi_clinici/parodontologia/246_riabilitazione-orale-parodontale-e-protesica-compl.html ... ...Riabilitazione Orale Parodontale e Protesica Completa, in un Caso Complesso di Compromissione Grave Parodontale ossea, conservativa, endodontica, protesica in presenza di insufficienza di gengiva aderente...se per disgrazia ci fossero problemi veramente insormontabili per una terapia canalare quasi impossibile...però possibile)...allora si curerebbero le radici per via retrograda ossia entrando nel dente dagli apici per via chirurgica e poi sigillando gli stessi con vari materiali chi preferisce l'amalgama chirurgica priva di zinco chi altri particolari cementi chirurgici...curato così...il dente si salva ne stia certo ... MA SENZA FARE L'APICECTOMIA, NON NECESSARIA, CHE IMPEDIREBBE IL SIGILLO DELL'APICE E RETAGGIO DI UN PASSATO ORMAI CONCLUSO = Sigillato l'apice aprendolo con un "becco di flauto", i microbi scompaiono, le tossine pure e l'osteolisi di difesa (granuloma) scompare, si riassorbe da solo, senza bisogno di toglierlo e senza bisogno di tagliare l'apice! ...CHIARO?...basta essere esperti endodontisti e chirurghi endodontici ... o più generalmente basta essere eccellenti Dentisti!!!!! !!!...Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Gnatologia e Riabilitazioni Orali Complete in Casi Clinici Complessi
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Salve Caterina, l'apicectomia è un trattamento chirurgico da effettuare dopo che tutte le manovre endodontiche hanno dato esito negativo. Se un dente fa male c'è di sicuro un problema..ma non è detto che il problema non sia più grave su un dente che non le da fastidio.. il granuloma o la cisti, è un insulto cronico spesso asintomatico, dannoso per l'organismo intero (legga gli articoli di correlazione tra infezioni dentali e organismo, presenti su questo portale). Ad ogni modo, il concetto è quello di non dare per scontato che il dente dolente sia più pericoloso del dente non dolente..e abbia fiducia del suo dentista.. Cordialmente, Gianluigi Renda
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Sig. Caterina, deve ritornare dal suo dentista e controlli che sia un dottore. Richieda informazioni e diagnosi del suo caso, possibilmente in forma cartacea, in modo da poter comunicare con noi senza fraintesi.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

L'apicectomia, come terapia, va effettuata solo dopo la terapia endodontica. Saluti

Scritto da Dott. Sandro Compagni
Latina (LT)

Gentile Caterina, la presenza dei granulomi è da guardare sempre con grande attenzione. Se le difese immunitarie si abbassano per qualsiasi ragione, i batteri che sostengono il granuloma possono diffondersi e attecchire su zone alterate (valvulopatie cardiache) o organi a distanza. Se è presente un granuloma e non è possibile trattarlo in altro modo (veda articoli sull'argomento presenti in questo portale), l'apicectomia è da effettuarsi. Cordialità.

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia

Manca una diagnosi precisa, clinica e radiografica. Ci sono dubbi che il suo dentista le stia dedicando l'attenzione dovuta.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Non c'è dubbio che l'apicectomia va fatta sul dente che presenta una lesione apicale (granuloma). Prima di procedere ad una apicectomia il dente va trattato endodoticamente (devitalizzato). Oggi un trattamento endodontico ben fatto, garantisce la risoluzione di granulomi e di cisti.

Scritto da Dott. Angelo Marangini
Napoli (NA)

Per quanto riguarda l'apicectomia è una terapia di ultima scelta quando dopo trattamento o ritrattamento endodontico la lesione granulomatosa periapicale persiste, ma non è curativa in quanto c'è sempre un margine di insuccesso. la terapia migliore è un adeguato trattamento endodontico, prima a carico dell'elemtno più dolente e successivamente a carico dell'elemento con la lesione. cordiali saluti

Scritto da Dott. Fabrizio Ciccolo
Messina (ME)

Se non si fida dell'opinione del suo dentista lo cambi, gli farebbe un grosso favore. non ci sono elementi nel suo racconto per dubitare della sua diagnosi. un dente che necessita di apicectomia quasi sempre è asintomatico.

Scritto da Dott. Raffaele Prigiobbo
Napoli (NA)