Domanda di Chirurgia

Risposte pubblicate: 7

La mia bambina di quasi cinque anni ha il frenulo linguale corto.

Scritto da silvana / Pubblicato il
La mia bambina di quasi cinque anni ha il frenulo linguale corto. Il mio pediatra non si è mai accorto del problema, se non quando gli ho fatto notare l'evidente problema estetico dei dentini storti (sono ancora quelli da latte) che si è venuto a creare. Ora lui mi ha indirizzata presso una struttura pubblica del mio capoluogo di regione. Io vi chiedo da mamma preoccupata cosa devo fare e soprattutto vista l'età della mia bambina come si può intervenire per farla soffrire il meno possibile? A chi mi devo affidare? Vi ringrazio per la vostra attenzione.
Signora Silvana carissima...stia tranqulla ... si deve rivolgere ad un chirurgo orale o maxillofacciale e a un pedodontista (odontoiatria infantile che valuteranno se è il caso di intervenire ora o più avanti...in ogni caso l'interventino è una sciocchezza...è una piccola incisione del frenulo della lingua per liberare la lingua che viene costretta in posizione viziata dal frenulo corto...è un interventino che richiede una piccolissima anestesia locale e uno o due punticini di sutura...non è assolutamente doloroso durante ...poi a casa prenderà antibiotici ed antidolorifici che renderanno tutto molto tranquillo...Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Silvana, mi lego a quanto detto dal collega Dott. Petti G. che mi ha preceduto. Aggiungo solo che l'intervento puo' essere eseguito anche con terapia laser, evitando i punti di sutura e riducendo al minimo il fastidio alla piccolina, con tempi di guarigione decisamente più veloci.

Scritto da Dott. Giovanni Vitale
Zafferana Etnea (CT)

Sig.ra Silvana, i bambini se ben trattati soffrono meno degli adulti. Cerchi nella sua regione un ambulatorio di patologia orale, che faccia una diagnosi corretta e che valuti la bimba sotto tutti gli aspetti, fonetici e ortodontici, stabilendo il giusto periodo dell’eventuale intervento. L'utilizzo di un laser a diodi è sicuramente il mezzo chirurgico meno invasivo, che consente un miglior controllo dell'emostasi, evitando i punti di sutura. Inoltre i tempi di guarigione sono favoriti ed evita le complicanze della chirurgia tradizionale. Consigliato prima dell’iniezione di anestetico, mettere della crema a base di anestetico locale.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Come potrà constatare dagli articoli presenti nel sito, l'intervento con il laser a diodi è la terapia migliore in questi casi. Non richiede una anestesia locale profonda. I colleghi dell'agrigentino che utilizzano il laser li può trovare nel sito, altrimenti può spingersi sino a Palermo. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Buonasera, i colleghi le hanno fornito eccellenti risposte mi permetto solo di consigliarle una visita anche dalla logopedista che sicuramente saprà valutare se il problema prevede solo una risoluzione chirurgica oppure se sia possibile intervenire con una riabilitazione muscolare. Credo che anche un ortodontista potrebbe dire la sua valutando il tipo di crescita scheletrica della bimba . Cari saluti

Scritto da Dott.ssa Antonella Bacchieri Cortesi
Noceto (PR)

Concordo con la Dott.ssa Bacchieri per una visita da logopedista e ortodontista.

Scritto da Dott. Vittorio Cacciafesta
Milano (MI)

Gentile signora Silvana, è utile che si rivolga prima di tutto ad un Ortodontista, come già indicato dai colleghi. Mi permetto anche di aggiungere che in linea di massima non ritengo però opportuno intervenire SUBITO con l'intervento sul frenulo. Questo per diversi motivi. Per quanto sia vero che l'intervento, se eseguito con l'approccio corretto ed eventualmente con il laser non sia un intervento problematico anche nel bambino, è anche vero però che le indicazioni ad intervenire andrebbero valutate almeno dopo i 6 anni, perchè fino a tale età il frenulo tende ad una certa regressione spontanea; può essere indicato intervenire precocemente, quindi anche a 4-5 anni, solo nel caso vi siano gravi alterazioni della pronuncia; la decisione dipende poi anche dalla gravità del frenulo corto, dalla presenza di effettive limitazioni funzionali, dal livello generale di collaborazione della sua bimba. Inoltre è molto importante un approccio graduale al bambino, che inizi da una visita assolutamente "innocua", passando dalle sigillature dei molari e via dicendo, per non rischiare di perdere la collaborazione, poi molto difficile da recuperare (è questo rischio va assolutamente considerato, se si interviene con un inteventino chirurgico come una delle prime esperienze odontoiatriche di un bambino). Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Stefania Mazzitelli
Como (CO)