Domanda di Chirurgia

Risposte pubblicate: 6

Ho contratto l'allergia alla amoxicillina

Scritto da antonietta / Pubblicato il
Buongiorno. Sono stata in ospedale per estrarre un premolare gia' otturato 35 anni fa. Del dente e' rimasto poco, ma il piombo c'e' ancora. Dopo 5 anestesie continuava a far male, allora l'assistente consiglio' alla dottoressa di farmi prendere un antibiotico. Purtroppo ho scoperto che dopo un vaccino influenzale non necessario nel mio caso. Ho un rainaud causa sclerodermia, senza altre patologie dal 2008, ho contratto l'allergia alla amoxicillina. Ora non so piu' cosa prendere perche' il dente comincia a portare problemi seri. Mi hanno parlato di prodotti omeopatici efficaci. potete darmi un consiglio? Grazie Antonietta.
Cara Signora Antonietta, buongiorno. Il Fenomeno di Raynaud, le avranno spiegato certamente che colpisce i piccoli vasi in particolare di mani e piedi con alterazione della termoregolazione e pallore seguita da cianosi e infine rossore dovuto alla iperemia attiva vascolare! Può essere Primario o Secondario. Lei non precisa quale sia anche se parlando di Sclerodermia dovrebbe essere secondario a questa! Entrambe le patologie possono colpire altre zone del corpo, più raramente! Può essere benissimo che la mancata azione dell'anestetico per infiltrazione gengivale possa essere (anche se è impossibile dirlo senza una Diagnosi Clinica Soggettiva) dovuto a questa patologia doppia che ha! Parlare di Allergia alla amoxicillina, è "semplicistico". La diagnosi deve essere confermata da un Allergologo o da un Immunologo con Test mirati! Dato che ha queste due malattie, la risposta a qualsiasi farmaco può dare manifestazioni erroneamente scambiate per "Allergie o in tolleranze"! Serve quindi una Diagnosi certa! L'Amoxicillina è un β-lattamico che fa parte delle Penicilline Semisintetiche. Questo significa che finchè non ci sarà una Diagnosi, non deve assumere Antibiotici contenenti queste molecole e loro derivati partendo dalla Penicillina ed arrivando all'Amoxicillina, passando per le Cefalosporine ed altri! Esistono tanti altri Antibiotici e Macrolidi che non contengono queste sostanze, quindi stia tranquilla, ci penserà il Dentista a darle l'Antibiotico Corretto per la sua situazione clinica! E' il Medico Dentista che sceglie e Prescrive il Farmaco, non Lei! Lasci perdere quindi le "idee che le passano per la testa" con tutto il rispetto :) E' portata ad esprimere valutazioni errate come e riporto, "dopo un vaccino influenzale non necessario nel mio caso. Ho un rainaud causa sclerodermia". Le ho spiegato che la S. di Raynaud si può accompagnare ad una Sclerodermia diffusa o localizzata che sia e il Vaccino Antinfluenzale non centra niente! Poi chi mai le avrebbe detto che è inutile? A maggior ragione, con le patologie che ha, è utile soprattutto perché i suoi polmoni possono soffrire per queste patologie cliniche ed anche per l'età non più proprio Giovane giovane :) Quindi lasci fare ai Medici! Lei non pensi, si affidi e basta a Medici e Specialisti di cui abbia Stima e Fiducia! Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Antonietta, si informi presso il suo medico di famiglia poiché esistono antibiotici alternativi per chi è allergico alle penicelline. Il suo medico potrà valurtare la sua situazione clinica con accurata anamnesi ed altrettanto accurata visita e prescrivere i farmaci adatti a lei. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.Antonietta, in pratica è andata in ospedale dove visto che non riuscivano ad avere una anestesia accettabile, l'infermiera ha suggerito alla dottoressa di prescrivere un antibiotico senza uno straccio di anamnesi. Boh! Non prenda prodotti omeopatici, ma si rechi dal suo medico di base per un antibiotico alternativo. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

La famiglia degli antibiotici cosiddetti macrolidi sono adatti alle allergie vere alle penicilline. Ma ci sono altri ancora più moderni. Non ultimo la ciprofloxacina. Le cure omeopatiche sono ottime in generale, ma se l'infezione è forte, credo non siano sufficienti. Chieda al medico di base che la segue per gli altri problemini. Quanto alla realtà della allergia ha ragione il dr. Petti, spessissimo non è ... vero! A parte le analisi giustamente proposte dall'amico dr. Petti per verificare tale allergia (che però di certo non credo ci sia il tempo di eseguire ora, vista la patologia del dente urgente) bisogna vedere come si è manifestata realmente questa allergia: se ha dato rash cutanei, orticaria, problemi addirittura respiratori etc, in concomitanza della assunzione, allora vanno bene questi farmaci alternativi. Io posso bene immaginare come lei sia spaventata dalla ipotesi di una relazione fra i suoi guai e il vaccino, ma anche questo è molto ma molto opinabile, e sono d'accordo a prendere meno farmaci possibile. Ma le conseguenze di una infezione al dente non sono da sottovalutare perchè alle volte sono mille volte più pericolose di qualsiasi farmaco!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

In linea generale, se é allergica ad un determinato antibiotico, può farsene prescrivere un tipo differente (e nel dubbio fare anche test allergici di sicurezza ulteriori). Ad esempio, in alternativa alla penicillina, un macrolide o una cefalosporina.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Antonietta, quanta confusione e chissà quanta se ne genererà! questa è una citazione d'Ippocrate nata prima di Cristo: "Esistono soltanto due cose: scienza ed opinione; la prima genera conoscenza, la seconda ignoranza", per cui le consiglio di abbandonare internet e di farsi mettere sempre tutto per iscritto e basarsi solo su quello che c'è scritto, poi quando i medici le scriveranno che un vaccino antinfluenzale prescritto erroneamente le ha generato la sindrome di S. di Raynaud che le ha a sua volta generato l'allergia all'amoxicillina allora ci saranno delle basi su cui discutere, altrimenti sarà solo tempo perso e soldi buttati al vento. Per il suo dente non occorre nessuna costosissima terapia omeopatica, basta rivolgersi a un semplicissimo odontoiatra con i documenti delle sue patologie e poi sarà lui che la curerà, senza interferenze sue e dell'assistente, che nel suo caso sono solo delle opinioni che provocano solo confusione e nessuna certezza, rilegga sempre la citazione d'Ippocrate.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)