Domanda di Chirurgia

Risposte pubblicate: 11

Ho un problema a un impianto dentale in titanio realizzato circa 5 anni fa

Scritto da luisa / Pubblicato il
Ho un problema a un impianto dentale in titanio realizzato circa 5 anni fa. Da Una settimana ho dolore a masticarci sopra ho contattato. Il Mio dentista che mi ha tolto la coroncina per vedere se c'erano problemi ma non ha rilevato nulla, ha provato allora a svitare l impianto senza riuscirci perché il dolore che provavo era troppo forte anche con l'anastesia. Devo tornare fra 1 settimana. Sapete dirmi che cosa potrebbe essere successo?
Cara Signora Luisa, buongiorno. Scusi ma, il Suo Dentista, non ha fatto le tre cose essenziali? Valutare se c'è mobilità dell'impianto, sondare la gengiva intorno ad esso per diagnosticare tasche che possono indirizzare ad una diagnosi di Perimplantite; ma bisogna fare un sondaggio parodontale in sei punti di ogni dente di tutti i denti e di tutti gli impianti e tanto altro e seconda visita di rivalutazione con risondaggio delle tasche che ora indicheranno la reale profondità delle stesse perché è stato escisso il tessuto di granulazione presente!Solo così si arriva ad una Diagnosi e ad una pianificazione terapeutica. Tramite la Visita Clinica e le Rx endorali, oltre a valutare visivamente il parodonto profondo, si valuta la eventuale sofferenza periradicolare o periapicale di tutti i denti ed ovviamente dell'impianto/i. Legga nel mio profilo "Visita Parodontale" che poi non è altro che la Visita Odontoiatrica completa che mia Figlia Claudia ed io facciamo sempre per qualsiasi motivo fosse venuto da noi un paziente! :) Cari Saluti    
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

La sua spiegazione non è molto chiara, o quanto meno c'è qualcosa di anomalo. Corretto smontare la corona ed analizzare la situazione clinica direttamente, il tutto comunque previa radiografia endorale; quindi sondaggio parodontale, valutazione della mobilità etc etc come le ha scritto il collega Petti. Non mi sembra il caso di provare a "svitare" l'impianto.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.Luisa, in questo portale trova molti utenti che hanno complicanze derivate dagli impianti, questi vengono pubblicizzati come durevoli con minime complicanze, ma a volte i risultati sono quelli che lei descrive. Che cosa sia successo non lo possiamo sapere e non comprendo perchè lei riferisca dolore dopo anestesia! Non sappiamo nemmeno cosa le verrà fatto tra una settimana, di sicuro in questi casi non deve mancare un accertamento diagnostico essenziale che è una RX endorale, con educazione può parlare al suo odontoiatra se eseguirla o meno.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

L'impianto funziona con la legge del tutto o nulla, o va benissimo o va malissimo. L'impianto, a differenza di un dente naturale, non ha mobilità fino ad un minuto prima della sua mezzanotte. Si può subito mettere un altro impianto nella fossa disabitata, ma profondo quanto basta. La radiografia parla a chi sa leggere. Cinque anni di durata sono pochi, e il suo dentista dovrebbe riconoscere una garanzia almeno parziale. Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Egr. Signore, Se un impianto dentale risulta dolorante è da togliere. Può darsi che si sia verificato un sovraccarico masticatorio per un errore di progettazione della protesi oppure può darsi che si sia verificata un infezione parodontale non diagnosticata durante gli obbligatori controlli annuali durante l'igiene. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Claudio Cirrincione
Firenze (FI)

Caro signore, gli impianti vanno controllati periodicamente con lastre endorali e puliti per prevenire problemi. L'impianto non vacilla anche quando ha pochi micron di osso "buono" ma il dolore non e' un buon sintomo. Se avesse fatto una lastra sapremmo cosa è successo.

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Gentile Sig.ra Luisa, generalmente dolore riferito ad un impianto significa che è fallito e va rimosso. Comunque la prima cosa da fare è una rx endorale. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Luisa, provi ad inviare una lastra del suo impianto e forse si saprà dire di più. Comunque, essendo dolente come descrive lei nutro ben poche speranze circa la durata del suo impianto.

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

Buonasera Penso che la prima cosa da fare sia una RX endorale poi un sondaggio è da qui fare la valutazione del caso Potrebbe essere una perimplantite, o una semplice infiammazione data da residui di cibo, o al limite la frattura dell'impianto. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Lorenzo Bontempelli
Canonica d'Adda (BG)

Probabilmente l'impianto ha una periimplantite e va rimosso l'impianto dolente va sempre rimosso onde evitare la progressione del processo infiammatorio responsabile della sintomatologia dolorosa inutile attendere ulteriormente. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia