Domanda di Chirurgia

Risposte pubblicate: 11

Mi consigliate di fare alcuni test allergici o un tampone dello stesso farmaco?

Scritto da andrea / Pubblicato il
Buongiorno, sto prendendo in considerazione di farmi estrarre i denti del giudizio che mi stanno creando molti problemi. Da piccola ho avuto reazioni allergiche importanti sotto l'uso di penicillina, vorrei chiedere se vi è correlazione tra questa allergia e l'anestesia che dovrò fare per l'estrazione. Sono stata curata ad alcune carie con anestesia da piccola. Il dentista mi ha tranquillizzata, mi consigliate di fare alcuni test allergici o un tampone dello stesso farmaco? Oppure si tratta di non farmi vincere dalla paura? Vi ringrazio. Cordiali Saluti
Caro signor Andrea, buongiorno. A questa domanda avrebbe dovuto e potuto rispondere il Suo Dentista Curante! Non ci sarebbe stato alcun motivo di chiederli nel "Web" anche se La ringrazio per la Stima e la Fiducia che evidentemente ha in tutti Noi di Dentisti Italia :) Per risponderle, non c'è alcuna relazione tra le reazioni allergiche o di intolleranza avute con la penicillina e l'anestesia locale Odontoiatrica. Stia super tranquillo! Il consiglio de l suo Dentista, di fare alcuni test allergici per l'anestetico è comunque un prudenziale buon consiglio, lo segua! Ovviamente come antibiotico non deve essere usata la Penicillina e gli altri antibiotici con derivazione "crociata" come le Cefalosporine ed altri. Questo lo stabilirà il Suo Dentista Curante, nel quale la esorto ad avere più Fiducia, Stima e Rispetto!!! Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Andrea, non c'è alcuna relazione tra l'allergia alle penicelline e gli anestetici locali. Esistono antibiotici alternativi per chi risulta avere allergia alla penicellina. Sicuramente il suo medico saprà prescriverla nelle dosi giuste. Credo che potra' essere assolutamente tranquillo. Il consiglio è quello di consultarsi col suo dentista.Sicuramente saprà rispondere a tutti i suoi dubbi. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Sicuramente il suo dentista di fiducia, avendo più chiaro il suo quadro anamnestico, può consigliarla al meglio, come d' altronde ha fatto...Ribadisco la non-correlazione tra pregresse reazioni allergiche alle pennicelline e la somministrazione di antibiotici locali.In caso di terapia antibiotica in questo caso si tende a somministrare antibiotici della classe dei macrolidi,di solito più biotollerati, cordiali saluti

Scritto da Dott. Luca Notarpietro
Napoli (NA)

Non ci sono evidenze di correlazione tra antibiotico ed anestetico...se c'è allergia è sufficiente sostituire la molecola...si fidi del suo dentista.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. ra Andrea, mi pare di capire che in passato è già stata sottoposta ad anestesia locale, pertanto non vedo problematiche. Problemi con la penicillina sono frequenti, mentre agli anestetici locali rarissima. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gent.le Sig.ra Andrea, se fosse un quiz, risponderei la (3) ..., perchè mi pare di inferire che Lei abbia già ricevuto molte buone informazioni ... e che in ogni caso ci tiene a porci tre quesiti ben precisi; dubbi che mi premuro di riscontrarLe punto per punto come segue: (1) DOMANDA: "(...) vi è correlazione tra questa allergia e l'anestesia che dovrò fare per l'estrazione"? - RISPOSTA: No, nessuna! Sono due categorie di farmaci completamente diverse, che viaggiano su binari completamente diversi (sarebbe come chiedere se una nave può incrociare, e/o collisionare con, un treno ...). (2) DOMANDA: "(...) mi consigliate di fare alcuni test allergici o un tampone dello stesso farmaco?" - RISPOSTA: No, non è necessario. Di norma, l'antibiotico di prima scelta nel cavo orale è l'amoxicillina (+ ac. clavulanico) che appartiene alla "classe" (o "famiglia") di farmaci antibiotici chiamati "penicillamine". Laddove un paziente si dimostra allergico a questa classe di antibiotici (che non è l'unica esistente ...) e necessita di trattamenti simili, viene tranquillamente gestita con un'altra "famiglia" (o altro gruppo) di farmaci della stessa categoria farmaceutica (antibiotici). In corso di terapie odontoiatriche, ad esempio, si possono utilizzare quali (come si suol dire) "antibiotici di seconda scelta" (seconda rispetto alle penicillamine) farmaci della famiglia dei "macrolidi", tra cui i più (largamente) utilizzati sono: la "spiramicina" o la "claritromicina" o l' "eritromicina". Ma ve ne sono molti altri. Tutti molto affidabili ed efficaci sia nel trattamento delle infezioni del cavo orale sia nelle coperture profilattiche predisposte nel periodo peri-operatorio (prima, durante e dopo) sia in caso di c.d. "profilassi a breve termine" per l'endocardite. Affidabili ed efficaci tanto quanto le migliori penicillamine. (3) DOMANDA: "Oppure si tratta di non farmi vincere dalla paura?" - RISPOSTA: Direi proprio di si, che di questo si tratta! A tale proposito, mi permetto di rassicurarLa, in quanto la chirurgia dei denti del giudizio è oramai una pratica consolidata e di routine per qualsiasi chirurgo orale o odontoiatra che pratica la chirurgia orale ambulatoriale. Una volta operate le più opportune valutazioni (anamnesi, esame obiettivo, rx, esami ematochimici, ecc.) di norma vengono applicate (con le dovute precauzioni e accortezze) le migliori strategie terapeutiche sia farmacologiche (pre-trattamento) sia chirurgiche (tecniche di intervento) per trattare al meglio il caso di specie. Con l'auspicio di sentirLa presto 'libera' da "denti del giudizio che creano problemi"!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Antonio Scala
Brescia (BS)
Collaboratore di Dentisti Italia

Egr. Sig.ra Andrea il fatto che abbia avuto manifestazioni allergiche in seguito all'utilizzo di penicillina non vuol dire che ne avrà con tutti gli altri farmaci; inoltre il fatto di avere in passato effettuato anestesie locali senza alcun problema, riduce il rischio praticamente a zero. Comunque nulla vieta di testare l'anestetico che verrà utilizzato nel suo caso, così potrà affrontare la terapia avulsiva più serenamente. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Massimo Ciccarone
Presicce (LE)

Ovviamente d'accordissimo con i colleghi. Correlazioni fra allergia alla penicillina e allergia agli anestetici non ci sono. Glielo può ribadire il suo Dentista e può fidarsi tranquillamente. Ovviamente eviterà di assumere penicilline.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Alessandro, non è lei che deve sapere cosa si deve fare, ma l'odontoiatra, a lei è sufficiente stare alle indicazioni del suo odontoiatra.,,,,,,,,,,,,,

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Buongiorno sig. Andrea, in letteratura non sono descritte reazioni allergiche agli anestetici locali, ciò non toglie che lei possa essere allergico ad qualche eccipiente. Se ha il dubbio l'unica soluzione che ha è chiedere una fiala di anestetico al suo dentista e poi chiedere al suo allergologo di effettuare un test. Tenga presente però che tra penicillina e anestetici NON esiste alcuna somiglianza e quindi è inverosimile una reazione crociata. Auguri

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)