Domanda di Chirurgia

Risposte pubblicate: 6

Fin da ragazzo ho un canino incluso che non mi ha mai dato fastidi

Scritto da giuseppe / Pubblicato il
Buongiorno, vorrei gentilmente un consiglio. Ho 50 anni ed attualmente prendo la cardioaspirina per un infarto avuto 3 anni fa. Fin da ragazzo ho un canino incluso che non mi ha mai dato fastidi, volevo chiedere se posso continuare a non preoccuparmene o sarebbe meglio intervenire in qualche modo. Grazie Giuseppe
Poster con Difetti Ossei Parodontali curati con Chirurgia Ossea Ricostruttiva, in alto e Rigeneraitiva in Basso.Da casistica Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari
Caro Signor Giuseppe, buongiorno. Mah, intanto il Suo Dentista dovrebbe preoccuparsi di procedere ad una accurata Visita Parodontale perché vedo, anche se la panoramica non è certo la Rx idonea a tal scopo, difetti ossei parodontali come festonatura inversa, crateri, emisetti etc! Sembrerebbero "piccoli ma ci sono e tenga presente che il danno osseo incomincia a manifestarsi in tasche parodontali con misure di profondità dai 6 mm e oltre, fino a 14 mm, la misura massima in tutti i denti tranne che nei canini dove può arrivare a 30 mm! Veda, è solo un sospetto, più che legittimo però. Il problema è che è stata dimostrata, in particolare nel sesso Femminile (ma non esclude quello Maschile) una stretta Relazione tra infarto del Miocardio e Parodontiti e tasche Parodontali e Difetti ossei Parodontale che ne sono, entrambi, la manifestazione Clinica e Patologica! Lei ha bisogno di due visite cliniche strumentali, semeiologiche e anamnestiche, intervallate da una preparazione iniziale con curettage e scaling e serie completa di Rx endorali, modelli di studio e tanto altro. Visite con sondaggio parodontale in sei punti di ogni dente di tutti i denti e tanto altro e seconda visita di rivalutazione con risondaggio delle tasche che ora indicheranno la reale profondità delle stesse perché è stato escisso il tessuto di granulazione presente! Solo così si arriva ad una Diagnosi e ad una pianificazione terapeutica. Tramite la Visita Clinica e le Rx endorali, oltre a valutare visivamente il parodonto profondo ai difetti ossei e la qualità della trabecolatura ossea, si valuta la eventuale sofferenza periradicolare o periapicale di tutti i denti.Si faccia Visitare da un Parodontologo.La Visita Parodontale diventa una visita "totale odontoiatrica". È quindi una visita complessa che richiede almeno un’ora/due ore, compreso un Colloquio col Paziente, seguita da una Preparazione Iniziale dell’apparato Stomatognatico, un rilievo di dati ed eventualmente analisi cliniche, che richiedono almeno ulteriori due/quattro ore ed infine una seconda visita detta Visita di Rivalutazione Parodontale, che richiede due/tre ore in cui si emette una Diagnosi, una Prognosi, un Piano Terapeutico non solo Parodontale ma Totale di tutti i problemi e Patologie presenti! Questo è essenziale per arrivare ad una corretta Diagnosi ed emettere una altrettanto corretta Prognosi. Insomma devo poter mantenere viva ed in allerta tutta la mia "Capacità di Clinico Medico e Parodontologo". Legga come faccio io una Visita leggendo sul mio Profilo "VISITA PARODONTALE", ma vale come visita Odontoiatrica generale, perché la visita che si fa nel mio studio, a prescindere dal motivo per cui è venuto il paziente, è questa! E stia certa che tutte le patologie "saltano fuori"! E' necessario che venga fatta una Diagnosi Differenziale per stabilire la vera e reale e sicura causa dei suoi dolori e di conseguenza attuare la terapia giusta. Nella preparazione Iniziale Parodontale, se ci fossero tasche parodontali, si procede anche al Curettage e Scaling e Root Planing per escidere il tessuto di Granulazione infetto dalle tasche abbattendo la carica batterica praticamente quasi totalmente ed inoltre Caro Signor Giuseppe, buongiorno. Mah, intanto il Suo Dentista dovrebbe preoccuparsi di procedere ad una accurata Visita Parodontale perché vedo, anche se la panoramica non è certo la Rx idonea a tal scopo, difetti ossei parodontali come festonatura inversa, crateri, emisetti etc! Sembrerebbero "piccoli ma ci sono e tenga presente che il danno osseo incomincia a manifestarsi in tasche parodontali con misure di profondità dai 6 mm e oltre, fino a 14 mm, la misura massima in tutti i denti tranne che nei canini dove può arrivare a 30 mm! Veda, è solo un sospetto, più che legittimo però. Il problema è che è stata dimostrata, in particolare nel sesso Femminile (ma non esclude quello Maschile) una stretta Relazione tra infarto del Miocardio e Parodontiti e tasche Parodontali e Difetti ossei Parodontale che ne sono, entrambi, la manifestazione Clinica e Patologica! Lei ha bisogno di due visite cliniche strumentali, semeiologiche e anamnestiche, intervallate da una preparazione iniziale con curettage e scaling e serie completa di Rx endorali, modelli di studio e tanto altro. Visite con sondaggio parodontale in sei punti di ogni dente di tutti i denti e tanto altro e seconda visita di rivalutazione con risondaggio delle tasche che ora indicheranno la reale profondità delle stesse perché è stato escisso il tessuto di granulazione presente! Solo così si arriva ad una Diagnosi e ad una pianificazione terapeutica. Tramite la Visita Clinica e le Rx endorali, oltre a valutare visivamente il parodonto profondo ai difetti ossei e la qualità della trabecolatura ossea, si valuta la eventuale sofferenza periradicolare o periapicale di tutti i denti. Si faccia Visitare da un Parodontologo. La Visita Parodontale diventa una visita "totale odontoiatrica". È quindi una visita complessa che richiede almeno un’ora/due ore, compreso un Colloquio col Paziente, seguita da una Preparazione Iniziale dell’apparato Stomatognatico, un rilievo di dati ed eventualmente analisi cliniche, che richiedono almeno ulteriori due/quattro ore ed infine una seconda visita detta Visita di Rivalutazione Parodontale, che richiede due/tre ore in cui si emette una Diagnosi, una Prognosi, un Piano Terapeutico non solo Parodontale ma Totale di tutti i problemi e Patologie presenti! Questo è essenziale per arrivare ad una corretta Diagnosi ed emettere una altrettanto corretta Prognosi. Insomma devo poter mantenere viva ed in allerta tutta la mia "Capacità di Clinico Medico e Parodontologo". Legga come faccio io una Visita leggendo sul mio Profilo "VISITA PARODONTALE", ma vale come visita Odontoiatrica generale, perché la visita che si fa nel mio studio, a prescindere dal motivo per cui è venuto il paziente, è questa! E stia certo che tutte le patologie "saltano fuori"! Inoltre in tasche al di sotto di 5 mm di profondità, spesso, basta il Curettage per far riottenere l'attacco epiteliale al dente e la loro "chiusura" e quindi guarigione! Per di più, essendo la Parodontite dovuta alla presenza di batteri che interagiscono in profondità col sistema immunitario locale ma anche generale, questi batteri, sono pericolosi per le Malattie Focali che possono provocare. Le malattie focali che sono malattie di organi sistemici a distanza come Cuore con Endocarditi batteriche, I Reni con Glomerulonefriti, l'occhio con Uveiti o altre Flogosi etc e possono, se trascurate essere gravi perchè diventano autoimmuni e quindi automantenentesi se non le si diagnosticano in tempo! Ma, per completezza dirò che la etiopatogenesi delle malattie focali prende origine da "Qualsiasi cavità dell’organismo comunicanti con l’esterno", ossia da retto, intestino, apparato gastroenterico, vie biliari, fegato, pancreas, faringe stomaco, orecchio esterno, medio ed interno, seni paranasali, vie respiratorie come faringe, laringe, trachea, bronchi, polmoni etc. Tra queste cavità comunicanti con l'esterno c'è la cavità orale con le sue infezioni, in particolare tasche parodontali e osteolisi periapicali trascurate e non curate adeguatamente! Però sono malattie rarissime e hanno sintomi prodromici molto particolari e ben precisi che qualsiasi Dentista o Medico o Specialista Internista conosce! Non li dico perché se no si suggestiona e potrebbe falsare i sintomi inconsapevolmente! Rimanere con una infezione in bocca "che è appunto una cavità comunicante con l'esterno", può esporla alle malattie Focali come descritto. Questo a prescindere dalla patologia locale!Una semplice necrosi endodontica può esporre sempre alla presenza di microbi.  Vedo che ha anche osteolisi periapicali varie da possibili e probabili necrosi endodontiche. Mancano denti. Ha problemi Gnatologici e tanto altro. Pensi e faccia Pensare a questo prima di potersi porre il problema del Canino incluso! Indiamo in Ordine! Ne parli col suo Dentista e si faccia indicare da Lui un Bravo Parodontologo per avere un "Consulto" Autorevole! Cari saluti. Dimenticavo, se fosse confermata una Parodontite, bisogna Diagnosticarne il Tipo e soprattutto curarla! I denti non si "estraggono", mi raccomando! Ecco perché parlo di Parodontologo! E Parodontologo bravo. Poi non è detto che sia Parodontite perché non si può fare Diagnosi tramite la visione, per di più via Web di una OPT. Occorre quanto le ho spiegato ma il sospetto Diagnostico c'è ed è Reale :) o se preferisce :( Le lascio un Poster con Difetti Ossei Parodontali curati con Chirurgia Ossea Ricostruttiva, in alto e Rigeneraitiva in Basso.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Giuseppe, avere un quadro radiologico non equivale ad avere anche un quadro clinico, lei potrebbe avere un tumore che non è diagnosticabile solo alla RX, per cui ritorni da chi le ha prescritto queste RX e ascolti, anzi meglio che se lo faccia scrivere sul da farsi a quel canino.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Premesso che la cardio-aspirina non ha controindicazioni di sorta alla chirurgia e che nella sua bocca sono presenti altri problemi, si faccia seguire dal Collega e prescrivere un Dental Scan 3d per avere un quadro radiografico completo del suo canino in inclusione. Da lì valutare rischi e benefici relativi ad una sua eventuale rimozione.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Mi sembra ci sia qualche problemino sui denti vicini ( la radiografia non é molto derimente ed una cone beam associata potrebbe essere d'aiuto per una diagnosi corretta; Se cosi fosse sicuramente è consigliabile intervenire con idonea terapia che chi la visita saprà proporle. Cordiali saluti 

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Ascolti quanto consigliato dal dott Petti. Avendo avuto un infarto dovrebbe essere più attento ed eliminare ogni punto sospetto. Io aggiungerei che dovrebbe diventare vegano perchè è dimostrato che dopo un infarto il pericolo di altri episodi quasi scompare seguendo una dieta senza proteine animali. Rispondendo alla sua domanda, se non avesse altri problemi, le consiglierei di far fare spazio al canino incluso e poi lo riposizionerei nell'arcata con ortodonzia. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Giuseppe buongiorno. Se Lei assume cardioaspirina non ci sono controindicazioni agli interventi odontoiatrici. Piuttosto mi preoccuperei di valutare tante altre cose che non sembrano essere corrette. La Rx endorale del canino incluso mostra una rarefazione ossea su cui indagherei meglio, per esempio. Nell'arcata superiore sinistra c'è una lesione apicale, sotto il canino, che non credo renderebbe felice il suo cardiologo. Si faccia spiegare bene dal dentista che la cura quali sono le condizioni di salute minime per poter convivere con problemi cardiaci. Auguri.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Vanessa Ciaschetti
Marostica (VI)