Domanda di Chirurgia

Risposte pubblicate: 10

Consigliereste l'operazione per questa situazione?

Scritto da Dario / Pubblicato il
Salve, mi è stata diagnosticata da un maxillo-facciale una terza classe lieve, io ogni tanto ho dolori al collo, e quando apro la bocca si sente un click nella parte sinistra e l'orecchio sempre tappato, consigliereste l'operazione per questa situazione? vi allego le lastre chieste dal maxillo-facciale. Grazie
Caro Signor Dario, buongiorno. Legga la risposta , per cominciare data, tre post fa, alla signora Marzia! In ogni caso è l'Ortodontista che deve fare Diagnosi, non il Chirurgo Maxillo Facciale! la diagnosi Ortodontica è cosa seria e dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere. La Prego per non tediare tutti con ripetizioni noiose trite e ritrite, la invito cordialmente e gentilmente a leggere quanto detto sopra nella risposta alla Signora Marzia! Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

C'è una relazione fra l'occlusione e i disturbi lamentati, click etc. Premesso che quello che dice il dr. Petti è evangelico, nel senso che non basta fare le rx fatte, ed osservarle semplicemente, ma bisogna svilupparle in altrettanti esami cefalometrici per fare vera diagnosi, la prima cosa da fare per vedere se i disturbi passano, è l'estrazione dei 4 denti del giudizio che stanno in disodontiasi, storti etc. Poi la III classe (sempre da fare cefalometria prima) ma vista così non sembra una situazione da intervento chirurgico, ma da accurato trattamento ortodontico. Previa valutazione della funzione linguale che è spessissimo alla base sia delle malocclusioni che dei disturbi che lei ha. Funzione linguale che se alterata e non corretta, predispone a fatali recidive si della ortodonzia che della chirurgia ortodontica..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Carissimo sig. Dario, dalle radiografie che pubblica la sua non è un progressismo lieve. In ogni caso un difetto di questo genere può solo essere corretto associando un trattamento ortodontico alla chirurgia dei mascellari (sia superiore che inferiore).

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

L'operazione: NO. Vorrei vedere anche la foto del viso e dei denti in chiusura normale per una risposta più completa. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Dario, Le consiglio un consulto gnatologico per il suo click e per il senso di ovattamento che potrebbe nascondere un alterato rapporto (incordinazione) tra condilo e menisco dell'articolazione della bocca. Solo successivamente ad una diagnosi certa sulla sua articolazione ATM, Le consiglio una visita ortodontica con acquisizione dei record diagnostici per valutare la sua malocclusione. È indispensabile una documentazione extra orale e endorale, foto del volto e dell'occlusione, lo studio delle sue radiografie con un tracciato cefalometrico e lo studio dei modelli. Il tutto consentirà allo specialista in Ortodonzia di formulare una diagnosi di malocclusione scheletrica o dentoscheletrica .... Di qui allora le sarà illustrata la terapia ortodontica o ortodontico-chirurgica adatta a Lei. Cordialità
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Pietro Leone
Napoli (NA)

Purtroppo via mail è impossibile proporre una soluzione terapeutica individuale, oltre che deontologicamente scorretto posso però dire cosa andrebbe fatto in situazioni simili alla sua. Il problema articolare ê il primo che va affrontato e risolto, solo successivamente si può affrontare la situzione ortodontica in funzione della posizione occlusale, nella quale il paziente ha trovato beneficio dalla terapia gnatologica quindi 2 step separati e ben distinti non si può pensare di trattare la malocclusione e conseguentemente risolvere anche i problemi articolari. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

L'ortodontista è una cosa, il maxillo facciale un'altra. Cordialmente

Scritto da Dott. Gustavo De Felice
Sapri (SA)

Sig. Dario, le RX sono solo il primo step per diagnosi corretta e piano di trattamento occorrono altri accertamenti diagnostici.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Caro Dario, ormai le hanno già detto tutto, ma secondo me la cosa importante da valutare, che accomuna la crescita in eccesso della mandibola e la sofferenza articolare, auricolare e tanto altro che non è stato indagato , ma è certamente presente, è la disfunzione linguale. spiegarle tutto in poche parole è impossibile. Saluti

Scritto da Prof. Antonio Ferrante
Nocera Inferiore (SA)

Caro Dario, i colleghi Passaretti e Ferrante le hanno dato un consiglio molto utile: prima di procedere a qualsiasi tipo di intervento terapeutico ( e irreversibile, come quello chirurgico) si faccia valutare bene la funzione linguale. Aggiungo che il tratto cervicale della sua colonna vertebrale è rettilineizzato fin quasi all'inversione della fisiologica curva lordotica, cosa che merita approfonimento dell'intero sistema neuromuscolare e tonico-posturale. Se poi una visita gnatologica accurata escluderà ingerenze neuromuscolari e diagnosticherà la rilevanza causale della malocclusione nei suoi disturbi, allora potrà procedere con la terapia ortognatodontica, eventualmente affiancata da quella chirurgica.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Lorenzo Alberti
Roma (RM)
Collaboratore di Dentisti Italia