Domanda di Bite

Risposte pubblicate: 11

Esistono bite che si possono tenere tutto il giorno senza essere visti?

Scritto da francesca / Pubblicato il
Buongiorno, dopo visita gnatologica dovuta a sclerosi della testa del condilo mandibolare destro (risultata da risonanza magnetica) mi hanno dato un bite. Chiedo se esistono dei modelli che si possono tenere tutto il giorno senza essere visti. Premetto che se lo tengo solo la sera, a casa, e la notte il dolore alla mandibola torna. Il mio bite è visibile copre l'arcata inferiore totalmente... rende il mio contatto con gli altri problematico sia dal punto di vista estetico che fonetico. Mi potreste aiutare e indicare se ci fossero modelli non visibili o poco visibili dagli altri e a chi rivolgermi. grazie
Vari tipi di Bite e Arco facciale di Trasferimento per lo studio spaziale della base cranica e i movimenti articolari e gnatologici e, se servisse, costruire un bite congruo e mirato per la sua bocca ed la sua patologia. da casistica del Dottor Gustavo Petti Parodontologo Gnatologo di Cagliari
Cara Signora Francesca, le serve un bravo Gnatologo e un altrettanto bravo Posturologo che sia anche osteopata e fisiatra e collabori con lo Gnatologo ( Questo le dico perchè è mia prassi fare così in Gnatologia!!!) Le ho spiegato perchè, non entro nel merito delle terapie delle singole tre specialità, perchè senza averla visitata non è possibile, infine, ci sono terapie di riabilitazione neuro muscolo-occlusale. Il trattamento delle disfunzioni masticatorie sia come concetto statico che soprattutto dinamico necessita un approccio diagnostico differente nelle varie patologie che ne possono essere causa! Il discorso è molto "sottile", sfuma nella filosofia delle disfunzioni neuro muscolari, occlusali e della Articolazione Temporo Mandibolare, non lo si può spiegare in due parole, tra l’altro consigliandola su cosa sia meglio, senza averla visitata clinicamente ,studiandone il caso di persona. Sappia che in ogni caso, Bite Plane, deve essere ben realizzato da persona competente, sembra una "sciocchezza" ma non lo è anzitutto è buona regola posizionarlo sulla arcata superiore che è l'unica arcata fissa perchè solidale con la base cranica, ma ci sono altre situazioni cliniche che richiedono invece di posozionarlo in quella inferiore, dipende da tante valutazioni! Poi devono essere studiati i piani inclinati in gradi rispetto al piano occlusale e deve essere valutato lo spessore con cui farlo, ossia di quanto deve impedire la chiusura della arcata inferiore la mandibola che deve in continuazione cercare una chiusura che non può trovare col bite, così si riposa tutto il complesso sistema neuro muscolare e le articolazioni temporo mandibolari, il cervello, per così dire, in questo modo dimentica la posizione errata patologica memoriata da esso e si può trovare anche così, la nuova posizione della mandibola, quella "buona", corretta", il bite infatti può essere terapeutico sintomatico diagnostico, una volta trovata la nuova posizione della mandibola si eseguono dei rilievi clinici che permettono di impostare una terapia !!! MI occupo di Gnatologia oltre che di Parodopntologia da oltre 35 anni, mi creda occorre che si rivolga ad un Dentista Gnatologo molto esperto! Solo se è fattibile può servire un bite per una terapia unicamente sintomatica e/o diagnostica per dirle qualcosa di certo…ossia fare una diagnosi e programmare la terapia, bisognerebbe vederla clinicamente,questo lunghissimo discorso che spero non l’abbia tediata è per spiegarle e farle capire che le patologie dell’apparato stomatognatico (La BOCCA NEL SUO INTERO) sono complesse e richiedono cultura, intelligenza e capacità clinica, oltre che terapeutica!Ora le suggerisco di farsi visitare da un certamente noto e competente e famoso Gnatologo per risolvere i suoi problemi con cui non può certo convivere! Sarei curioso di sapere se questo Gnatologo già fatto la registrazione con arco facciale della posizione spaziale delle sue arcate rispetto alla base cranica e se ha misurato il movimento di bennet!Le lascio a tal proposito una foto-poster di vari tipi di Bite e Arco facciale di Trasferimento per lo studio spaziale della base cranica e i movimenti articolari e gnatologici e, se servisse, costruire un bite congruo e mirato per la sua bocca ed la sua patologia, movimento di Bennet, dicevo, tra il piano sagittale ed il movimento del condilo in lateralità della mandibola che è la fotografia reale della sua patologia! Per esempio, maggiore è il movimento di Bennet e minore è l'altezza delle cuspidi e viceversa, quindi l'occlusione e il rapporto delle cuspidi tra antagonisti e tra di loro, incidono sul movimento di bennet e sulla misurazione dell'angolo che forma con le strutture citate ed in ultima analisi con le patologie del lato lavorante e di quello non lavorante della testa dei condili. Questo movimento di bennet può essere immediato o progressivo a seconda delle patologie presenti o non patologie presenti, ovviamente! Il movimento di lateralità è bene studiarlo anche clinicamente con la palpazione perché è determinato dalla contrazione dello pterigoideo esterno del lato opposto a quello verso cui si sposta la mandibola. Un dolore durante questa palpazione indica una contrattura del muscolo e quindi la presenza di una patologia articolare. Palpazione che va fatta non solo in lateralità ma anche in apertura.Inoltre bisogna rapportare tutto questo al suo sistema neurologico di mediazione chimica durante la veglia ed il sonno, ma il discorso diventerebbe troppo complesso per farlo via web!Solo così si può arrivare ad una corretta diagnosi che porta poi ad una terapia. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Byte meno invadenti di quello non ce ne sono. Dovrebbe bastare la notte. Se il dolore ritorna il punto probabilmente è un altro, che il suo byte, come capita spessissimo, non è quello giusto per lei. La gnatologia è scienza complessa e non da tutti..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Con tutte le ovvie precisazioni del caso che vanno fatte "de visu";visto che la situazione, a quello che lei descrive, è purtroppo "stabile", perchè non pensare ad una riabilitazione, nel senso del rialzo,definitiva, in modo da eliminare il byte e realizzare qualcosa di esteticamente gradevole? Cordialmente, Gustavo De Felice gusfelix@libero.it

Scritto da Dott. Gustavo De Felice
Sapri (SA)

Quando indossa il bite il dolore non c'è, ritorna quando lo leva. Una possibile spiegazione è che il bite sia corretto e dia il giusto ingranaggio, che scompare quando lo leva perché ritorna la malocclusione. Il bite non da modifiche della bocca permanenti. Forse come dice il collega precedentemente si potrebbe fare un bite migliore. Questo non so dirlo. Una valida alternativa è quella di portare il rapporto occlusale alla condizione determinata dal bite. Legga al riguardo "metodica per allungare i denti", nel primo articolo è descritto come è possibile trasferire l'occlusione su cui Lei sta bene (quella col bite) in occlusione permanente senza limare i denti. Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Daniele Tonlorenzi
Carrara (MS)

Si in commercio esistono byte estetici. Dr.V.Gallo (MI)

Scritto da Dott. Valter Gallo
Peschiera Borromeo (MI)

Ho provato a scrivere il mio pensiero, ma è venuto un articoletto zeppo di tecnicismi di comprensione pressochè impossibile. Le riassumo quindi che sì, esistono bite anche molto piccoli e (semi) invisibili. Bisogna realizzarli (veramente) su misura e vanno individualizzati per bene. Certo sotto una certa dimensione non si può andare, ma magari si riescono a minimizzare i suoi problemi. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Francesca, il bite non è la soluzione di tutti i mali, anche se è fatto bene. Se con il bite si raggiunge una fase di remissione della sintomatologia, bisogna poi correggere in modo permanente l’occlusione. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Esistono bite "estetici" come questo in foto 1. L'altro (foto 2) il m.o.r.a. secondo Gelb. Ma il punto non è quello:se la notte il dolore si fa sentire non ha bisogno di estetica ma di diagnosi corretta.

Scritto da Dott. Lorenzo Alberti
Roma (RM)
Collaboratore di Dentisti Italia

Il bite (si scrive bite e si pronuncia bait) è un mezzo e non un fine. In buona sostanza il bite è un interruttore di contatto. La mente di chi ha architettato il marchingegno deve subito lavorare per liberare la sua bocca dalla necessità della stampella. Se le viene venduto come stile di vita permanente, passi alla cassa e provi un altro dentista. Senza perdite di tempo. La maggioranza dei dentisti preferisce un bite superiore, non senza valide argomentazioni. L'estetica del bite è argomento minore, e mi risparmio di raccontare cosa fare per farla contenta. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Francesca, in molti casi il bite è diagnostico, raggiunto l'obiettivo si passa alla soluzione definitiva, che può essere protesica o ortodontica.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)