Domanda di Bite

Risposte pubblicate: 13

A 12 anni è cosigliabile correggere il digrignamento notturno dei denti con un bite?

Scritto da Fabio / Pubblicato il
Salve, mia moglie parlando con il suo dentista gli ha comunicato che nostro figlio (12 anni) di notte digrigna i denti in maniera esagerata, allora ci ha consigliato l'utilizzo di un bite. Oggi parlando con il mio di dentista, mi diceva che è assolutamente sbagliato l'utilizzo del bite su di un ragazzino di 12 anni, in quanto è ancora in fase di sviluppo e mi ha suggerito di eliminare immediatamente l'utilizzo del bite per evitare problemi con lo sviluppo stesso. A questo punto chiedo a voi un consiglio per capire chi dei due dentisti mi sta suggerendo in maniera corretta in merito all'utilizzo o meno del bite su di un ragazzino di 12 anni. Mi dispiacerebbe cestinare il bite che sta utilizzando perchè è stato fatto su misura e ho dovuto affrontare una spesa abbastanza importante. Grazie e distinti saluti.
Cara signora, è difficile ovviamente risponderle senza aver visitato il bimbo, ma bisogna secondo me cercare e risolvere in primo luogo le cause emotive che determinano il digrignamento notturno di suo figlio. Il byte è uno spessore in resina che impedisce il contatto tra gli elementi dentari delle due arcate e in questo modo permette il rilassamento dei muscoli masticatori. Con qualche modifica non influisce assolutamente in maniera negativa sulla crescita cranio-facciale di suo figlio. Bisognerebbe però sapere come è stato realizzato. Ribadisco comunque l'importanza di agire sulle cause emotive, perchè è ovvio che uno spessore di resina tra i denti non le risolve. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gabriele Stirpe
Priverno (LT)

Caro Fabio...ma come lo ha consigliato senza visitarlo?...e ad un bimbo di 12 anni, che non ha ancora presumibilmente i secondi e terzi molari permanenti e forse neanche i canini, che erompono proprio intorno ai 12 anni? ... il digrignamento probabilmente è banalmente dovuto a questo o a problemi e patologie di disgnazie ortodontiche e/o ortopediche .... quindi lo porti da un Orotodontista - pedodontista - gnatologo ...e ricordi sempre che oggi si abusa di Bite...e non si sa neanche che ne esistono diversi tipi, per diverse patologie o anche solo diagnostici ..... poi rispondere così via web su un argomento così importante...non so...deve sapere che:l'Ortodonzia è una Scienza particolarmente complessa e si deve fare uno studio cefalometrico dei piani e degli angoli che "passano" per formazioni anatomiche precise dello scheletro e dei tessuti molli...che si studiano di regola con una radiografia latero laterale ...modelli di studio e tanto altro ancora...questo si chiama check up ortodontico che è il solo che permette di fare una corretta diagnosi ed impostare una altrettanto corretta terapia...........................Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sappia che una delle tante cause del digrignamento notturno è la presenza di parassiti intestinali (ai miei tempi si diceva "i vermi dei bambini"...e li ebbi anch'io) Perciò faccia fare a suo figlio un esame delle feci per poter escludere l'eventuale presenza di "ossiuridi". Una volta esclusa questa causa, si vada alla ricerca di altre cause, e si cerchi di risolverla. Non è giusto nè possibile tenere in bocca un Byte da 12 a 90 anni...o più.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alberto Ricciardi
Trebisacce (CS)

Caro Fabio, purtroppo senza visitare suo figlio è difficile darle una risposta.....pero' presumo che il medico che ha fatto il bite l' abbia visitato, mentre il suo dentista che le ha consigliato di interrompere la terapia non lo ha visto......Magari suo figlio ha gia' tutti i denti in arcata e cosi'il bite è la scelta giusta. Certo va poi controllato nel tempo. Cordiali saluti Maria Majolino

Scritto da Dott.ssa Maria Majolino
Genova (GE)

Il Bite non è consigliabile perchè non elimina la causa e produce una malaocclusione aggiuntiva per capire vai sul bruxismo di dentisti italia

Scritto da Dott. Gino Salvatore Galiffa
Teramo (TE)

Buongiorno:per non aggiungere altri "consigli", se crede posso visitare suo figlio senza impegno proprio domani, a Legnano, in via Venegoni M. n°51, presso uno studio dove collaboro; mi faccia sapere se vuole approfittare di questa opportunita'. Distinti saluti dr.Luca Bolzoni  luca.bolzoni@libero.it

Scritto da Dott. Luca Bolzoni
Milano (MI)

Sig. Fabio, il bite e uno strumento diagnostico non permanente, le consiglio di sfruttare l'opportunità offerta dal Dott.Bolzoni, sicuramente con una visita le potrà dare la risposta corretta.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Io sono d'accordo col suo dentista che le ha detto di eliminare il byte. Secondo me il dentista che lo ha realizzato è stato spregiudicato.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Fabio, il digrignamento notturno è sempre ed inequivocabilmente dovuto ad una incongruenza occlusale ( i vermi non c'entrano,ipotesi suggestiva e forse dettata da antiche credenze popolari). L'utilizzo di un bite non ha senso,occorre invece fornire a suo figlio un particolare apparecchio in gomma che porterà due ore al giorno e durante la notte. Ciò costituirà una sorta di ortodonzia intercettiva neuromuscolare che, oltre ad evitare la pressione negativa del digrignamento, indirizzerà la crescita del sistema stomatognatico di suo figlio fino alla dentizione permanente definitiva. Solo allora, con specifici mezzi diagnostici computerizzati, si verificherà se saranno necessari ulteriori spostamenti ortodontici volti al raggiungimento di una posizione dentale fisiologica esente da dannose parafunzioni quale il bruxismo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

A questa età il digrignamento notturno, escluso situazioni di tensione, ansia, scuola, amici, ecc.normalmente avviene in quanto in bocca esistono ancora situazioni di dentizione mista e magari qualche elemento da latte è mobile o più estruso degli altri e provocare delle para funzioni.

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)