Domanda di Bite

Risposte pubblicate: 4

E' possibile che il bite sia sbagliato?

Scritto da FRANCESCA / Pubblicato il
Buongiorno, vi scrivo per esporvi il mio problema: ho 36 anni e per correggere un piccolo diastema degli incisivi superiori ho portato l'apparecchio estetico per quattro mesi, appena tolto mi è stata data una mascherina in plastica trasparente provvisoria ( fatta sulla base delle impronte che mi sono state prese quando ho tolto l'apparecchio), in attesa del bite definitivo, che secondo le indicazioni del dentista, ha una funzione sia di contenzione ma anche per evitare il digrignamento dei denti. Il problema è che il bite, che ho da poco iniziato a utilizzare solo la notte, non contiene i denti quanto la mascherina e quindi la mattina i denti sembrano spostati, cosa che non accade se utilizzo la mascherina. E' possibile che il bite sia sbagliato... oppure cosa? Grazie mille per l'attenzione.
Sig. Francesca, forse il bite va rivisto, ritorni dal suo odontoiatra per un semplice controllo.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Signora Francesca, da quanto mi descrive penso che nella sua occlusione attuale vi sia una retrusione mandibolare che potrebbe spiegare il diastema esistente precedentemente e la sua propensione al bruxismo notturno, indubbiamente dovuto ad una malposizione mandibolare. Le consiglio una analisi Kinesiografica ed Elettromiografica della situazione attuale.

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara signora, in genere dopo aver chiuso un diastema interincisivo conviene sempre applicare uno splintaggio fisso retroincisivo, cioè un filo incollato ai denti che eviti che il diastema possa riaprirsi. In secondo luogo è probabile che bite e mascherina siano leggermente differenti. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Vittorio Cacciafesta
Milano (MI)

Gentile paziente, è verosimile che il problema non sia nel bite, ma nel trattamento ortodontico. Un diastema è il risultato dell'agire di diverse forze che si applicano in bocca: quando lei chiude la bocca, in sostanza, i denti tendono ad andare dove queste forze li spingono, fino a che trovano un equilibrio funzionale. E questo equilibrio lo hanno trovato con la formazione di un diastema. Ritoccare questo diastema richiede uno spostamento DI TUTTI I DENTI DELLA BOCCA, in modo che il nuovo equilibrio neurofunzionale (senza diastema) venga automantenuto. ----------Ne derivano alcune considerazioni: la prima è che "l'apparecchio estetico" è inadeguato a questo spostaemnto globale, eseguendo un semplice camuffamento del diastema. Quando lei toglie la contenzione, tornano come prima. La seconda considerazione riguarda la scorciatoria della contenzione fissa (splintaggio retroincisivo): esso MANTIENE una situazione innaturale di NON-EQUILIBRIO, ma ha delle conseguenze paradontali assai gravi, come l'accumulo di cibo, la difficoltà di pulizia, la gengivire, le carie. Ritengo lo splintaggio retroincisale una soluzione, nel complesso, peggiore del male. Nella mia pratica non la utilizzo mai. ----------Altri aspetti: non posso sapere se la sua mandibola è in retrusione o meno: tirerei ad indovinare, non l'ho visitata. Kinesiografia ed elettromiografia: sono solo alcuni degli strumenti di valutazione gnatologica, usati da alcune scuole dentistiche e non da altri, quindi usate da alcuni validi professionisti e non da altri altrettanto validi professionisti. ----------Conclusione: cosa fare? Forse sono eccessivamente drastico; occorrerebbe visitarla. Ma mi verrebbe da consigliarle di togliere tutto e lasciare che i denti si spostino DOVE VOGLIONO ANDARE, ottenendo, dal punto di vista funzionale, una SANTA RECIDIVA. Ma lei non sia così drastico: non lo faccia se non ha effettuato prima una visita da un serio professionista.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondovì (CN)
Collaboratore di Dentisti Italia