Domanda di Bite

Risposte pubblicate: 9

Il bite potrà servire a un miglioramento?

Scritto da Mary / Pubblicato il
Salve, ho 20 anni e da circa un anno mi scrocchia la mandibola quando apro la bocca, sono andata dal dentista e mi ha detto che è dovuto al bruxsimo perché ho i denti che coincidono perfettamente tanto da non far penetrare un filo d'aria(anche se io non mi sono mai accorta di stringere i denti). Ora mi ha dato un bite per il bruxismo che metto da un paio di notti. Però quando la mattina lo tolgo la mascella mi scrocchia con un forte click quasi di avere la sensazione che si sta rompendo. Chiedo se questo è normale e se il bite potrà servire a un miglioramento o potrà addirittura peggiorare la situazione. Grazie
Bite Arco Faccile Esame stabilometrico computerizzato in Gnatologia. Da casistica Dr. Gustavo Petti Gnatologo Parodontologo di Cagliari
Cara Signora Mary, buongiorno. Intanto e per precisare, sarebbe meglio parlare di Bruxismi al plurale e non di Bruxismo al singolare, perché i Bruxismi sono diversi fenomeni di diversa origine. Poi perché parla di Bite, senza che sia stata fatta una corretta diagnosi dal Dentista Gnatologo? Cosa crede che sia mai il Bite? Non è certo il "toccasana" che pensa! Poi ci sarebbe tanto da parlare di bruxismo ed occlusione. I Bruxismi e le malocclusioni sono completamente scollegate tra loro (G. J. Lavigne)! Senza Diagnosi Lei passa già al Bite. Allora Le dico e la invito a meditare bene: parlando di Bite, ci sarebbe tanto da dire ma questo dovrebbe essere sufficiente per farle capire la complessità del problema e la necessità di visitarla Clinicamente per poter rispondere dopo aver fatto una Diagnosi clinica, semeiolgica e anamnestica, emessa una Prognosi e pianificata la terapia! Tutto questo dopo avere ovviamente azzerato la memoria cerebrale del suo attuale modo di chiudere erratamente la bocca con l'uso di un bite diagnostico-terapeutico costruito sempre con l'arco facciale di trasferimento che si accompagna ad un articolatore semiindividuale o meglio individuale che l'Odontotecnico deve sapere usare ed avere per le fasi di laboratorio! Riportata a zero la memoria, si registra la nuova giusta occlusione e disclusioni incisive, canine e in relazione centrica e si costruisce la giusta occlusione! Se poi le avesse anche una disgnazia, essa andrebbe valutata con ceck up ortodontico e cefalometria. La specialità che si occupa di questo è la Gnatologia che studia i rapporti tra i denti delle due arcate antagoniste e con quelli viciniori. Questo si chiama occlusione ed una errata occlusione può causare uno squilibrio delle articolazioni temporo mandibolari, ATM, che si manifestano con rumori. Occorre una visita clinica gnatologica per palpare le articolazioni, i muscoli Pterigoidei e masseteri per valutarne la dolorabilità alla palpazione e il loro stato di contrazione fino alla contrattura che è una contrazione dolorosa che indica patologia presente. Bisogna valutare le tre disclusioni incisiva o protrusiva, laterale sin e dx o canina e massimamente retrusa coi denti posteriori a contatto o Relazione Centrica con valutazione di Over Jet ed Over Bite e delle tre curve di compensazione, di Spee e di Wilson per il piano occlusale rispettivamente sagittale e frontale. La terza curva di Compensazione da valutare e quella di Monsen.Sarebbe eventualmente, ma lo deciderebbe solo il Dentista, opportuno anche uno studio con un arco facciale di trasferimento, essenziale per rilevare i rapporti spaziali delle sue arcate con la base cranica e per il montaggio dei suoi modelli di studio su un articolatore a valore medio per studiare la gnatologia della sua bocca e la sua clinica e le sue articolazioni con angoli di spostamenti come l'angolo o movimento di Bennet tra il piano sagittale ed il movimento del condilo in lateralità della mandibola che è la fotografia reale della sua patologia! Per esempio, maggiore è il movimento di Bennet e minore è l'altezza delle cuspidi e viceversa, quindi l'occlusione e il rapporto delle cuspidi tra antagonisti e tra di loro, incidono sul movimento di bennet e sulla misurazione dell'angolo che forma con le strutture citate ed in ultima analisi con le patologie del lato lavorante e di quello non lavorante della testa dei condili. Questo movimento di bennet può essere immediato o progressivo a seconda delle patologie presenti o non patologie presenti, ovviamente! Come vede la Visita Odontoiatrica è molto più profonda e seria di quanto si pensi.Gnatologia, occlusione e postura sono strettamente correlate Prima si valutano, diagnosticano e curano queste patologie Oltre la Gnatologia di pertinenza del Dentista Gnatologo ci sono sistemi sofisticati per lo studio della postura: La Chinesiologia, la Pedana Baropodometrica dinamica computerizzata (che studia il carico della pianta dei piedi statico e dinamico), il Posturometro per determinare se c'è una asimmetria tra le due metà del dorso. Tutto questo fanno gli studiosi della Postura tra cui gli Gnatologi, gli ortodontisti, gli Ortopedici, gli Ortopedici del Rachide. Una visita osteopatica e fisiatrica alla muscolatura del bacino in particolare del M.Psoas sarebbe molto utile,perché è uno dei primi muscoli a "saltare" in una patologia lombosacrale in cui sia coinvolta la postura,sia che essa sia discendente ,ossia a partenza da una malocclusione ,sia che essa sia ascendente,ossia a partenza dagli arti inferiori, appoggio della pianta dei piedi, anche o colonna lombo sacrale. Che dirle ancora. Sappia che in ogni caso tra le terapie occlusale c'è il Bite Plane, che deve essere ben realizzato da persona competente, sembra una "sciocchezza" ma non lo è anzitutto è buona regola posizionarlo sulla arcata superiore che è l'unica arcata FISSA perchè solidale con la base cranica, ma a volte va posizionato sulla arcata inferiore, dipende dalla diagnosi e da quello che vogliamo ottenere e poi devono essere studiati i piani inclinati in gradi rispetto al piano occlusale e deve essere valutato lo spessore con cui farlo, ossia di quanto deve impedire la chiusura della arcata inferiore è la mandibola che deve in continuazione cercare una chiusura che non può trovare col bite, così si riposa tutto il complesso sistema neuro muscolare e le articolazioni temporo mandibolari .Le ho parlato dei diversi tipi di bite, dell'ortotico di riposiziopnamento, dei bite su arcata superiore e di quelli su arcata inferiore, dei bite terapeutici sintomatici e diagnostici. Le ho spiegato che occorre che si rivolga ad un Dentista Gnatologo molto esperto! Le ho sottolineato che le patologie dell’apparato stomatognatico (la bocca nel suo intero)) sono complesse e richiedono Cultura, Intelligenza e Capacità Clinica, oltre che Terapeutica!Le ho lasciato un Poster esplicativo! Le ho parlato dell'Arco Facciale di trasferimento. Sinceramente non so che altre indicazioni darle, senza vederla Clinicamente. Mi ripeto ma "Repetita Iuvant" : Tenga presente che la GNATOLOGIA studia la "complessità dei problemi che stanno dietro la semplice parola "malocclusione",precontatti nelle varie disclusioni delle arcate con conseguenti traumi d’occlusione ed una "malocclusione" ossia ha denti in trauma d’occlusione,(tutte situazioni che possono, deviando la colonna vertebrale, alterare la Postura!!!): aggiungo solo che i fattori che determinano la Postura di una persona sia statica che dinamica e quindi anche nella corsa sono diversi: l'apparato Cocleare dell'Orecchio,(che determina la capacità di stare in equilibrio,ovviamente in relazione coi rispettivi centri cerebrali.Il sintomo è la vertigine e il senso di caduta.L’ACUFENE), gli occhi e il loro movimento e i rispettivi centri cerebrali, l'apparato stomatognatico in senso lato (Occlusione,ossia il modo di chiusura della bocca e dei rapporti statici e dinamici dei denti fra di loro e tra quelli dell'arcata opposta. le Articolazione Temporo Mandibolari e tutto il sistema neuro muscolare che "comanda" queste strutture).Oltre la Gnatologia di pertinenza del Dentista Gnatologo ma anche dell'Ortodonzista che deve fare il ceck up ortodontico e l'analisi cefalometrica per fare diagnosi corretta, ci sono sistemi sofisticati per lo studio della postura: La Chinesiologia, la Pedana Baropodometrica dinamica computerizzata (che studia il carico della pianta dei piedi statico e dinamico), il Posturometro per determinare se c'è una asimmetria tra le due metà del dorso. Tutto questo fanno gli studiosi della Postura tra cui gli Gnatologi, gli ortodontisti, gli Ortopedici, gli Ortopedici del Rachide .Una visita osteopatica e fisiatrica alla muscolatura del bacino in particolare del M.Psoas sarebbe molto utile..perché è uno dei primi muscoli a "saltare" in una patologia lombosacrale in cui sia coinvolta la postura…sia che essa sia discendente ,ossia a partenza da una malocclusione,sia che essa sia ascendente…ossia a partenza dagli arti inferiori, appoggio della pianta dei piedi, anche o colonna lombo sacrale. ha Bisogno di UN ECCELLENTE GNATOLOGO e di un altrettanto ECCELLENTE Posturologo che sia anche osteopata e fisiatra e collabori con lo Gnatologo ( Questo le dico perchè è mia prassi fare così in Gnatologia!!!) Le ho spiegato perchè,non entro nel merito delle terapie delle singole tre specialità,perchè senza averla visitata non è possibile, infine, ci sono terapie, di riabilitazione neuro muscolo-occlusale. Il trattamento delle disfunzioni masticatorie sia come concetto statico che soprattutto dinamico necessita un approccio diagnostico differente nelle varie patologie che ne possono essere causa! Il discorso è molto "sottile"che sfuma nella filosofia delle disfunzioni neuro muscolari , occlusali e della Articolazione Temporo Mandibolare e non lo si può spiegare in due parole, tra l’altro consigliandola su cosa sia meglio, senza averla visitata clinicamente, studiandone il caso, di persona. Le lascio un Poster su Bite, Arco Facciale, Esame stabilometrico computerizzato come parte piccolissima di una visita Clinica e strumentale Gnatologica. Cari saluti e si affidi ad un bravo Gnatologo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Mary, controlli se chi opera su di lei è iscritto all'ordine dei medici, se lo trova iscritto non esiti a far questa domanda al dottore che le ha applicato il bite.............................................................................................

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

STA SCRITTO: "ho i denti che coincidono perfettamente tanto da non far penetrare un filo d'aria". Se le cose stanno come il suo dentista asserisce lei è malata, perché un ingranaggio chiuso è già malattia. La placca è solo un interruttore di contatto, ed entro tre giorni una mente sveglia e preparata può trarre conclusioni. La mascella che scrocchia la mattina dipende dal fatto che la placca di plastica determina una posizione sbagliata dove va riposare il dischetto dell'articolazione durante la notte. Si tratta di un segno non buono, perché il dischetto si è spostato per sfinimento dei legamenti che lo tengono in posizione corretta. Per la sua età la cosa è grave per le future conseguenze. Bisogna lavorare sulla placca di plastica per centrarla o anche decentrala, sapendo con sicurezza cosa fare. Se il suo dentista non sa o fa prove a casaccio, lo lasci perdere e si rivolga ad un altro. Un servizio senza risultato non si paga, anche secondo il parere della Cassazione. Stia tranquilla del suo buon diritto. Stampi e conservi questo messaggio a futura memoria. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

In linea generale il bite plane è abbastanza utile per diverse problematiche occlusali - gnatologiche, ma dirle se è indicato per il suo caso e se i sintomi che riferisce sono normali, senza aver visto i modelli in articolatore ed aver valutato la sua occlusione, non è possibile.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Non tutti sono in grado di guidare la stessa macchina ,che diagnosi le è stata fatta? Detta così non ci ho capito niente il bite non è il deus ex machina mi sembra strano ha fatto almeno una radiografia latero-laterale? Come sono i condili non è dato sapere

Scritto da Dott. Luigi Malavasi
Castiglione delle Stiviere (MN)

Ho qualche dubbio che sia la soluzione idonea per lei di fronte ad un peggioramnto clinico per cui è meglio valutare con attenzione la necessità o meno di portare un nite. Non sempre la malocclusione se presente ê la causa di digramento che comunque deve essere sicuramente presente ( diagnosticato ) Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Concordo con quanto detto dal dott. Carpinteri. Un pezzo di plastica nelle mani di un esperto è la soluzione, nelle mani di chi non sa cosa farne è portatore di altri guai. Consideri l'ipotesi di cercare un collega gnatologo.

Scritto da Dott.ssa Vanessa Ciaschetti
Marostica (VI)

Gent.le paziente il sintomo che riferisce può essere la manifestazione di incordinazione meniscale, il menisco articolare, nel movimento di apertura, si può spostare in avanti e determinare il rumore che lei sente quando viene ricatturato. In breve, quando sussiste tale sintomatologia va diagnosticato il grado di incordinazione e si può fare in molti casi terapia di ricattura utilizzando un byte specifico. Quest'ultimo è diverso dal byte neuromuscolare per serramento. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Orietta Pasdera
Vicenza (VI)

La sua domanda è legittima. Se il byte non è adatto, può peggiorare la situazione. Tuttavia due giorni sono pochi per verificare. Tenga duro almeno una settimana e poi chieda al suo dentista. Però subito si accerti che non sia un abusivo, ma un dottore laureato perchè in Italia ci sono moltissimi abusivi criminali. Nel caso faccia una denuncia all'ordine dei medici. E se è andata in un centro low cost getti via il byte perchè normalmente low cost uguale low quality, purtroppo..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia