Domanda di Bite

Risposte pubblicate: 8

Ho una sporgenza dei denti con un morso profondo

Scritto da Alessia / Pubblicato il
Salve io ho una sporgenza dei denti con un morso profondo più che per estetica mi sono rivolta ad un dentista in quanto ho problemi di postura e ho un evidente curvatura in avanti. Ora volevo sapere se mettendo un apparecchio fisso e avendo 34 anni potevo avere dei miglioramenti o se cmq andrei a risolvere solo a livello estetico...grazie
Esame Stabilometrico computerizzato e con Arco Facciale e Articolatore a Valore Medio come parte di Valutazioni Gnatologiche. Da Casistica Dr. Gustavo Petti Parodontologo Gnatologo di Cagliari
Cara Signora Alessia, buongiorno. Premesso che l'apparecchio Ortodontico servirebbe solo se ci fosse una Disgnazia Dento dentale e molto meno se dento scheletrica in cui si sarebbe dovuti intervenire durante l'accrescimento corporeo. E' impossibile risponderle e devo ripetere per l'ennesima volta questo concetto: la diagnosi Ortodontica è cosa seria e dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Vede, siamo entrati in concetti complessi! Come posso risponderle, Professionalmente, quindi? Il suo Dentista invece può? Mi domando e le domando perché questa grande inaccettabile mancanza di Fiducia e Stima in Lui! Poi Modelli di Studio Ortodontici, Fotografie del profilo e di Fronte in rapporto 1:1 e ovviamente una Visita Clinica Gnatologica a completamento di quella Ortodontica già descritta!fare una Diagnosi e programmare una Terapia,bisognerebbe vederla Clinicamente, questo lunghissimo discorso che spero non l’abbia tediato, è per spiegarle e farle capire che Le patologie dell’apparato stomatognatico (La bocca nel suo intero) sono complesse e richiedono Cultura, Intelligenza e Capacità Clinica oltre che Terapeutica!bisogna valutare il "discorso miofunzionale e di postura dell lingua" e sappia che le valutazioni da fare sono molto più complesse di quanto creda. Oggi esistono esami elettromiografici di superficie per l'analisi funzionale e non solo morfologica che misurano le attività elettromiografiche in occlusione centrica con contrazione di gruppi muscolari specifici in particolari e diverse situazioni contrattili e registrando degli indici ben precisi. Ora esistono anche teleradiografie particolari che permettono di sovrapporre lo scheletro e il profilo fotografico per meglio fare queste valutazioni (stereofotografia che sincronizza il viso del paziente co il volume osseo, quindi, volumetrica). Banalmente forse, per lei, le dico : "Senza tutto questo che le ho spiegato, non posso rispondere, in modo professionale, deontologico e corretto"! Come vede, il problema deve essere affrontato seriamente e non così, banalmente! Riguardo ala sua alterata postura, oltre la Gnatologia di pertinenza del Dentista Gnatologo ma anche dell'Ortodonzista, ci sono sistemi sofisticati per lo studio della postura: La Chinesiologia, la Pedana Baropodometrica dinamica computerizzata (che studia il carico della pianta dei piedi statico e dinamico) e di cui le lascio un poster di foto di un esame stabilometrico computerizzato e la registrazione dei rapporti spaziali tra base cranica e mascellare e mandibolare con rilevazione del movimento di bennet che E' importante quindi fare la registrazione con arco facciale della posizione spaziale delle sue arcate rispetto alla base cranica e se ha misurato il movimento di bennet, il movimento tra il piano sagittale ed il movimento del condilo in lateralità della mandibola che è la fotografia reale della sua patologia! Per esempio, maggiore è il movimento di Bennet e minore è l'altezza delle cuspidi e viceversa, quindi l'occlusione e il rapporto delle cuspidi tra antagonisti e tra di loro, incidono sul movimento di bennet e sulla misurazione dell'angolo che forma con le strutture citate ed in ultima analisi con le patologie del lato lavorante e di quello non lavorante della testa dei condili. Questo movimento di bennet può essere immediato o progressivo a seconda delle patologie presenti o non patologie presenti, ovviamente!Il movimento di lateralità è bene studiarlo anche clinicamente con la palpazione perché è determinato dalla contrazione dello pterigoideo esterno del lato opposto a quello verso cui si sposta la mandibola. Un dolore durante questa palpazione indica una contrattura del muscolo e quindi la presenza di una patologia articolare. Palpazione che va fatta non solo in lateralità ma anche in apertura.Solo così si può arrivare ad una corretta DIAGNOSI che porta poi ad una terapia. Sempre ovviamente a mio avviso! L'aumento della dimensione verticale di cui parla non ci deve essere ed è "pericolosa" gnatologicamente parlando. La Gnatologia ha tante "sfaccettature e prospettive di visuale diagnostica e terapeutica. La mia è questa, oltre al consulto di un Posturologo e ad esami Computerizzati podometrici, come vedrà nel Poster che le lascio. Le sembrerà "banale" ma il Suo Dentista solo ha ben presente la sua situazione Clinica ma essendosi rivolta a noi e quindi anche a me, devo Professionalmente risponderle perché nel momento in cui chiede ed io rispondo, è come se "diventasse un mio paziente" , per così' dire ed ho l'Obbligo Deontologico e Professionale di Rispondere al Meglio! E continuando e riprendendo il discorso iniziato, il Posturometro per determinare se c'è una asimmetria tra le due metà del dorso. Tutto questo fanno gli studiosi della Postura tra cui gli Gnatologi, gli ortodontisti, gli Ortopedici, gli Ortopedici del Rachide. Una visita osteopatica e fisiatrica alla muscolatura del bacino in particolare del M.Psoas sarebbe molto utile,perché è uno dei primi muscoli a "saltare" in una patologia lombosacrale in cui sia coinvolta la postura,sia che essa sia discendente ,ossia a partenza da una malocclusione ,sia che essa sia ascendente,ossia a partenza dagli arti inferiori, appoggio della pianta dei piedi, anche o colonna lombo sacrale. Bisogna valutare se la Patologia sia Ascendente, cioè a partenza da una "alterazione" della postura o Discendente ossia a partenza da una primaria patologia Gnatologica.Che dirle ancora: Tenga presente che la GNATOLOGIA studia la "complessità dei problemi che stanno dietro la semplice parola "malocclusione",precontatti nelle varie disclusioni delle arcate con conseguenti traumi d’occlusione ed una "malocclusione" ossia ha denti in trauma d’occlusione,(tutte situazioni che possono, deviando la colonna vertebrale, alterare la Postura.Non ci vuole niente a fare una Diagnosi. Basta fare una Visita Clinica "abbracciando" in particolare la Gnatologia. Bisogna valutare il suo reale stato di allineamento occlusale secondo una curva occlusale che è la curva di Spee, leggermente concava verso l'alto e convessa verso il basso e che definisce il piano occlusale posteriore e che in ogni paziente è come se fosse una impronta digitale dato che è personalissima ed è solo di quel paziente! Inoltre bisogna valutare il normale rapporto occlusale cuspide fossa e i rapporti con le Tre Curve cosiddette di Compensazione, ossia le curve di Spee (di cui le ho già parlato), di Wilson e Monsen. Completando con una analisi del giusto rapporto occlusale nelle tre disclusioni canine, incisiva e in Relazione Centrica ed in Relazione Abituale Fisiologica e se esista una Long Centric. e palpazione del muscolo Pterigoideo Esterno che è il primo che va in contrattura (contrazione dolorosa) se ci fosse una patologia delle Articolazioni Temporo Mandibolari che bisogna palpare per rilevarne i rumori che sono diversi e indicano patologie diverse! Tutto questo, e tanto altro, porta ad una corretta diagnosi. Si faccia visitare da un bravo Gnatologo. Ha Bisogno di UN ECCELLENTE GNATOLOGO e di un altrettanto ECCELLENTE Posturologo che sia anche osteopata e fisiatra e collabori con lo Gnatologo ( Questo le dico perchè è mia prassi fare così in Gnatologia!!!) Le ho spiegato perchè non entro nel merito delle terapie delle singole tre specialità, perché senza averla visitata non è possibile, infine ci sono terapie di riabilitazione neuro muscolo-occlusale, della postura della lingua e della sua fisiopatologia e della deglutizione. Il trattamento delle disfunzioni masticatorie sia come concetto statico che soprattutto dinamico necessita un approccio diagnostico differente nelle varie patologie che ne possono essere causa! Cari Saluti :)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

SI è rivolta a un dentista perché ha problemi di postura? Molto interessante. Sta scritto che lei ha un problema occlusale, e noi dentisti siamo tutti certi che la mala occlusione è già una mala postura. L'occlusione in se stessa è una parte del problema, non tutto il problema. Sta scritto che lei ha un morso profondo, e oso sperare che non sia profondissimo. Se si tratta di una linea genetica familiare, così deve restare. Esempio: il naso degli Asburgo è stato tale e quale per secoli. Veda i quadri. Se invece tra tante sorelle lei è l'unica con il morso insaccato, qualche piccolo miracolo l'ortondonzia lo può fare anche alla sua veneranda (per gli ortodontisti) età. Il resto del lavoro, e la massima parte, lo può fare uno specialista del ramo posturale. In attesa del miracolo, si dia da fare da sola: si compri scarpe di tacco alto per obbligare l'articolazione del ginocchio ad essere tutta distesa ad ogni passo lungo lungo, e vedrà che la postura si raddrizzerà dal sola. Poi faccia ginnastica feroce per il cingolo scapolare, per spingere indietro le spalle e per evitare che il seno penda appoggiato sulla pancia. Se lei è di seno piccolo, sarebbe anche fortunata. Se lei è spesso di buon umore, sarebbe il massimo della fortuna. Con telegrafica sobrietà le ho detto il tutto. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Tutte le problematiche relative alle malocclusioni, e quindi all'Ortodonzia ed alla Gnatologia, devono essere inquadrate nel contesto di una Visita Ortodontica e Gnatologica completa presso uno studio specializzato in questo branca dell'Odontoiatria. Via Internet è l'unico suggerimento logico che può essere fornito, data la complessità della diagnosi e della pianificazione terapeutica ortodontica. Indicarle qui un tipo di trattamento fisso piuttosto che un altro, co-audiuvato dall'impiego di Bite gnatologici o altro, non sarebbe possibile nè corretto.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

E' opportuno una analisi della sua occlusione che potrà essere fatta dal suo ortodontista ( che spesso non è necessariamente il classico odontoiatra ma uno specialista di questa materia ) Tenga conto però che i problemi di postura non sono causati unicamente da problematiche occlusali. 

Scritto da Dott. Costantino Volpe
Salerno (SA)

Sig. Alessia, qual è la risposta dell' odontoiatra che la visitata? Noi a distanza senza nemmeno una corretta diagnosi non posiamo di certo darle una risposta seria.......................................................

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Le informazioni che ci ha dato sono piuttosto limitate e comunque in ortodonzia lo studio è molto approfondito con rx impronte foto e negli adulti anche talvolta cone beam x valutare le caratteristiche ossee e le possibilità terapeutiche. La stabilità ossea negli adulti talvolta condizione le procedure terapeutiche e la loro efficacia ma se trova un ortodonzista specialista con esperienza con i pazienti adulti sicuramente potrà essere derimente sulle sue richieste per il problema posturale un collega esperto in gnatologia sicuramente è indicato Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Non so come sia la sua clinica, nè so cosa voglia dall'odontoiatria nel caso che racconta è necessario interpellare l'ortodonzista il gnatologo il chirurgo maxillo-facciale, se non ha disturbi soggettivi, non le interessa l'estetica, si rivolga ugualmente ai suddetti professionisti

Scritto da Dott. Luigi Malavasi
Castiglione delle Stiviere (MN)

Buonasera Alessia, la buona notizia è che il trattamento ortodontico è fattibile a tutte le età, purché ci siano le condizioni ossee e dentali adeguate. I denti sporgenti, così come il morso profondo possono essere dovuti a una problematica di natura prettamente dentale, facilmente risolvibile ortodonticamente, oppure a un interessamento anche della componente scheletrica dei mascellari, cosa che comunque non esclude la possibilità di fare un trattamento ortodontico, ma che necessita di una visita più approfondita. Volendo, per chiarire i suoi dubbi, ho nei casi clinici pubblicati un caso che potrebbe avvicinarsi al suo…………… La aspetto per una visita senza impegno
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Luisa Frassica
Roma (RM)