Domanda di Apparecchio invisibile

Risposte pubblicate: 5

Da cosa dipende la differenza tra un apparecchio tradizionale e quello linguale?

Scritto da camilla / Pubblicato il
Buongiorno, volevo chiedervi: da cosa dipende la differenza tra un apparecchio tradizionale e quello linguale? spiego meglio, se quest'ultimo puo' risolvere gli stessi casi di quello tradizionale, perche' per alcune persone e' sconsigliato? da cosa dipende questa distinzione? Grazie per la disponibilita'. Cordiali saluti
L'apparecchio linguale, che viene utilizzato sulla superficie linguale dei denti invece che su quella vestibolare (esterna) dei denti come nel sistema "tradizionale", può essere utilizzato nelle stesse malocclusioni trattate con sistemi vestibolari. Il grande vantaggio è dato dalla quasi invisibilità estetica e dalla tecnica costruttiva individuale degli attacchi. Per contro presenta un maggior disagio, soprattutto nella fase iniziale del trattamento, per la fonetica e per l'ingombro delle strutture verso il lato linguale ed anche per il maggior costo rispetto al sistema vestibolare, a causa della maggior complessità di gestione da parte del dentista. La cosa fondamentale però non è la scelta tra un sistema o l'altro (entrambi validi) ma l'esperienza dell'operatore e la diagnosi iniziale che deve essere effettuata in modo scrupoloso con l'ausilio di tutti i seguenti esami: > modelli di studio della bocca > Rx ortopantomografia > teleradiografia latero-laterale e se necessario anche postero-anteriore > fotografie del viso e della bocca > cefalometria ortodontica (esame cardine!).
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo De Carli
Majano (UD)

Cara Signora Camilla, ha risposta esaudientemente il caro Dottor De Carli e sottolineando che, come Egli dice, "La cosa fondamentale però non è la scelta tra un sistema o l'altro (entrambi validi) ma l'esperienza dell'operatore e la diagnosi iniziale che deve essere effettuata in modo scrupoloso con l'ausilio di tutti i seguenti esami:", la Diagnosi Ortodontica è un atto Medico molto serio ed importante e che scaturisce solo da un Ceck up Ortodontico completo e da una analisi Cefalometrica che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere; è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati e, chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia, sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta. Vede, siamo entrati in concetti complessi! Poi Modelli di Studio Ortodontici, Fotografie del profilo e di Fronte in rapporto 1:1 e ovviamente una Visita Clinica Gnatologica a completamento di quella Ortodontica già descritta!fare una Diagnosi e programmare una Terapia,bisognerebbe vederla Clinicamente,questo lunghissimo discorso che spero non l’abbia tediata, è per spiegarle e farle capire che le patologie dell’apparato stomatognatico (La bocca nel suo intero) sono complesse e richiedono Cultura, Intelligenza e Capacità Clinica oltre che Terapeutica!bisogna valutare il "discorso miofunzionale e di postura dell lingua" e sappia che le valutazioni da fare sono molto più complesse di quanto creda. Oggi esistono esami elettromiografici di superficie per l'analisi funzionale e non solo morfologica che misurano le attività elettromiografiche in occlusione centrica con contrazione di gruppi muscolari specifici in particolari e diverse situazioni contrattili e registrando degli indici ben precisi. Ora esistono anche teleradiografie particolari che permettono di sovrapporre lo scheletro e il profilo fotografico per meglio fare queste valutazioni (stereofotografia che sincronizza il viso del paziente con il volume osseo, quindi, volumetrica). Spero che le risponda l'Amico e Collega Dott. Edmondo Spagnoli di Lecco , che fa parte dei Consulenti di Dentisti Italia, che è uno dei massimi esperti Italiani ed Oltreconfine, di Ortodonzia Linguale e di Ortodonzia poco visibile, la cosiddetta Invisalign che a me non piace molto ma che in mano sua, diventa una "cosa capace di prendere vita"! :) . Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara signora Camilla l'apparecchio tradizionale è quello vestibolare che, essendo attaccato alla superficie esterna dei denti, è un'apparecchiatura molto ben gestibile, ma visibile. Il materiale usato per i "brackets"(attacchi) influisce molto sull'estetica. Esistono, infatti, brackets metallici e brackets estetici (di diversi materiali). L'apparecchio linguale è invece totalmente invisibile, ha un costo un pò superiore all'apparecchio tradizionale e questo perchè la gestione è più complessa e necessita di procedure che con le tecniche vestibolari non sono obbligatorie (bandaggio indiretto). Esistono, poi, gli aligners trasparenti(invisalign, clearstep ecc.) che sono quasi totalmente invisibili, hanno anch'essi un prezzo maggiore rispetto alla tecnica vestibolare (alto costo aligners) e sono molto performanti se usati da esperti ortodontisti, anche se non è sempre possibile usarli per tutti i tipi di spostamento dentale come invece avviene con gli apparecchi fissi linguali e tradizionali. Cari saluti, Dr. Roberto Del Rosso, Specialista in Ortognatodonzia, Terni
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Roberto Del Rosso
Terni (TR)

Sig. Camilla, sicuramente il linguale ha qualche limite, ma tutti gli odontoiatri conoscono questi limiti e informano preventivamente i loro pazienti.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Ci sono casi che addirittura possono essere trattati al meglio con il linguale in funzione dei movimenti da effettuare, mentre vi sono situazioni che il linguale risolve con difficoltà. Dipende dal tipo di malocclusione, ma gli specialisti sanno spiegare queste diverse caratteristiche. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento