Domanda di Apparecchio invisibile

Risposte pubblicate: 11

L'apparecchio invisibile può risolvere il mio problema?

Scritto da Alessandra / Pubblicato il
Salve, Vorrei porre una domanda con riferimento alla cura invisalign. Premetto di aver tentato una cura ortodontica qualche anno fa, senza alcun esito poichè l'apparecchio mi impediva di parlare e avendo quasi 30 anni mi era impossibile portarlo 24 ore al giorno. Vorrei sapere se questo tipo di intervento invisibile è possibile anche per un problema come il mio. Per dirla in termini poco tecnici, ho la mandibola inferiore piu piccola del dovuto, credo. Di conseguenza, secondo quanto mi hanno detto finora non ho altre speranze se non utilizzare un'apparecchio di quelli che impediscono ogni forma di comunicazione con l'esterno senza rischiare di essere presa per una bambina di 5 anni?? Grazie anticipatamente per la vs cortese risposta!!
Gentile Alessandra, l'apparecchio invisibile è fatto da una serie di mascherine che intervengono sull'allineamento dei denti, cioè ha un'azione ortodontica. Nel suo caso mi pare di capire che vi sia presente anche un problema scheletrico ("mandibola inferiore più piccola del dovuto") e quindi non è una tecnica che può risolvere radicalmente il suo problema masticatorio. Cordialità. dr Michele Caruso

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Alessandra, l'apparecchio Invisalign è indicato in coloro che non sopportano, oppure hanno tentato in passato una tecnica convenzionale ed hanno interrotto per qualsiasi motivo. Rivolgiti ad un collega a Roma con esperienza Invisalign (cercalo in internet) e questi vedrà se nel tuo caso è indicata questa tecnica. Se non lo fosse non lo sarebbe nessun'altra tecnica solo ortodontica. Cordiali saluti E.Spagnoli

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Alessndra, da quello che si evince dalla tua domanda Tu hai un problema oltre che ortodontico anche ortopedico avendo come Tu dici la mandibola più piccola, in questo caso si esige una indagine molto più mirata radiologicamente e funzionalmente per darti delle certezze. Quindi mi allineo alla risposta del collega Caruso Michele

Scritto da Dott. Lorenzo Taurisano
Milano (MI)

Gentile Alessandra, con l'apparecchio invisalign lei non "sarà presa" per "una bambina di 5 anni" e non avrà problemi per parlare o comunicare con l'esterno! Avrà un allineamento dei denti sufficientemente corretto ed accettabile esteticamente ma non risolverà il problema della "micrognazia" che, specie a 30 anni, è di competenza chirurgica. Problematiche funzionali riferite alla mandibola "più piccola del dovuto" potranno invece essere affrontate con una terapia gnatologica o posturologica che dovrà essere valutata dal suo Curante. Distinti saluti. Dott. Angelo de Fazio
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Alessandra superata la fase di crescita il problema scheletrico è chirurgico e non sempre indicato. Mentre gli spostamenti dentali possono essere effettuati con la tecnica da lei menzionata, senza gravi problemi fonetici. Dott. Ruffoni Diego.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Alessandra, mandibola piccola... ma di quanto? In che posizione sono i denti? Non possiamo saperlo e non è possibile esprimere un parere partendo da così pochi dati. Oggi con invisalign, o con tecniche combinate invisalign-tradizionale si risolvono tantissimi casi, ma non tutti; E' necessaria una visita. Cerca sul sito invisalign il medico più vicino a te, ricordati di portare le lastre dei denti che hai a casa, e comunque per avere una risposta più veloce può essere utile portare con te due rx: ORTOPANORAMICA TELECRANIO LATERO-LATERALE In genere la visita è gratuita. Cari saluti. Dr Elisa Macchiarulo
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Elisa Macchiarulo
Tivoli (RM)

Gentile signorina Alessandra, a fronte di una cura necessaria credo che non ci sia il timore di "sembrare una bambina di 5 anni" : la salute va posta avanti alle apparenze , anche se dovesse portare un apparecchio per qualche anno. E' difficile entrare nello specifico clinico-terapeutico con i dati da lei riportati :si rischia solo di fare confusione, mentre la sola visione diretta da parte di uno o più ortodonzisti potrebbe darle un quadro più completo possibile anche sulle diverse scelte terapeutiche. Vorrei solo aggiungere che anche la terapia "invisalgin" non comporta tutte rose e fiori : innanzitutto si addice a chi ha limitati problemi di malposizione dentaria a livello dei denti anteriori. Poi la tecnica prevede il cosidetto "stripping" cioè la riduzione delle dimensioni della corona del dente tramite strisce abrasive , il che ne modifica alla fine anche l'estetica. Insomma, non si fidi delle soluzioni facili : non siamo al supermarket della salute ! Dott. Giovanni Ghio
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giovanni Ghio
Livorno (LI)

...mi sembra abbia avuto ogni completa spiegazione possibile: personalmente ,essendo ovviamente certificato INVISALIGN,lo propongo solo in quei casi dove e' possibile attuarlo, altrimenti se non e' indicato e se il paziente non accetta altro tipo di cura, ovviamente spiego che non e' possibile scendere a compromessi non idonei ad affrontare quel tipo di problema ortodontico e quindi correttamente non lo curo. Non capisco la Sua affermazione:..."utilizzare un'apparecchio di quelli che impediscono ogni forma di comunicazione con l'esterno..."dato che non e' vero che la terapia ortodontica impedisce cio'... distinti saluti dr.Bolzoni Luca-Milano
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Luca Bolzoni
Milano (MI)

Ciao Alessandra,mi sembra di aver capito che il tipo di ortontia che hai fatto era quella mobile. Questo tipo di trattamento lascia il tempo che trova,nel senso che con gli apparecchi mobili non puoi imprimere ai denti tutti quei movimenti che puoi fare con l'ortodonzia fissa.Inoltre portandola solo poche ore al giorno ,non agisce 24 ore su 24 come la fissa,quindi capisci da sola... Il trattamento che ti hanno proposto,quello che tu chiami invisibile,non si scosta molto dall'ortodontia modile di cui sopra. Il fatto che in questo momento se ne parli molto perche è la novità del non vuol dire che sia l'uovo di colombo. Le mascherine invisibili sono limitatissime in ortodontia.possono effettuare solo alcuni tipi di trazione o spinte, alcune altre cose non le possono proprio fare. Nel tuo caso in particolare,da quanto scrivi,il tuo, prima di essere un problema ortodontico,è ,ortopedico.Bisogna cioè,prima lavorare applicando trazioni ossee,per poi sitemare i denti. E,mi dispiace dirtelo questo lo puoi fare esclusivamente con ortodontia fissa abbinata a sistemi di tiranteria che sono tutt'altro che invisibili. Quindi pensa bene a quello che voui fare. Anzi non ti ostinare a risolvere problemi ossei con la mobile, perche l'errore piu grande è quello di INGANNARE l'estetica lavorando solo suoi denti (sempre che tu abbia dei problemi ossei ovvio). Questo ti porterebbe sicuramente ad esiti spiacevoli. Cordiali saluti dott Andrea Giglio www.studiodentisticogiglio.it
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Giglio
Roma (RM)

Gentilissima Alessandra, credo che con il solo dato che lei ci fornisce non si può e non si deve effettuare diagnosi su di lei. A completamento di quanto espresso dal collega Spagnoli, posso aggiungere che con il metodo Invisalign solo o abbinato alla otodonzia convenzionale si risolvono quasi tutti i problemi di malocclusione. La informo che a Roma abbiamo uno dei massimi esperti in Invisalign che sicuramente potrebbe risolverle il problema. Il metodo invisalign è nato per gli adulti che non avrebbero mai effettuato nessun trattamento ortodontico classico. E' facile da portare, Invisalign non crea alcun problema di comunicazione orale anzi, con il passare delle settimane migliora la comunicabilità con le persone perchè consente finalmente per poter sorridere a quei pazienti che o non sorridevano o che mettevano sempre la mano davanti la bocca. Spero di esserle stato di aiuto e la saluto distintamente  
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Franco Saullo
Biella (BI)

Sullo stesso argomento