Biovetro zx 27: novità e limiti

Il sistema protesico di pilastri in Biovetro
by Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo 18-02-2014

Il sistema protesico in Biovetro rappresenta una concezione innovativa, utile in quei casi in cui manchino molti elementi dentari per realizzare una protesi fissa convenzionale e in cui per vari motivi, anche economici, non si intenda utilizzare l'implantologia, per esempo per riassorbimento osseo.  

Questo vuol dire che si può costruire un circolare senza molari e senza impianti. La novità sta nel fatto che il materiale ZX 27 viene ottenuto mediante trattamento termico e meccanico, individualizzato direttamente sul modello in gesso, ed é in grado di entrare in intimo contatto con la mucosa edentula. Si tratta di un legame di natura elettrostatica.  

Quando si intende usare il Biovetro, è necessario che le creste ossee siano forti e pronucniate, a "sella". Questo significa che una cresta a lama di coltello non è adatta per il Biovetro, il quale perde stabilità e porta con sé nell'occlusione anche gli altri elementi.  

Per usitlizzare il biovetro come pilastro è necessario dunque un attento studio dela caso clinico, dove la morfologia di classe è molto importante.

Controindicazioni nette sono le creste fluttuanti (mobilità superiore ai 5-8 mm.), un'area alveolare post estrattiva recente, le citate creste ossee a lama di coltello, spazio interocclusare insufficiente, malattie generali della bocca.

La sequenza operativa del caso clinico prevede l'inclusione di tutti gli elementi presenti -che andranno preparati per protesi fissa- , l'impronta di precisione, la registraizone dei rapporti interocclusali, la registrazione mediante arco facciale, la prova delle strutture metalliche con il biovetro. Si nota che i pilastri in biovetro risultano correttamente adattati quando, esercitando una pressione delle strutture metalliche sugli elementi naturali preparati, si osserva una leggera area ischemica nella zona di appoggio mucoso del pilastro in biovetro ZX 27.. In genere un biovetro è bilanciato da un altro in altra zona, ma può sussistere anche come elemento unico.

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

TAG: biovetro zx 27: novità e limiti

Sullo stesso argomento

  • A chi rivolgersi?
    Ecco una serie di studi dentistici a cui chiedere informazioni sulle protesi fisse e mobili.