Pedodonzia

Fin da piccoli ogni volta che apriamo la bocca notiamo che al suo interno ci sono delle perline bianche chiamate dagli adulti e da noi stessi nel tempo denti......
by La Direzione di Dentisti Italia 11-07-2007

.....All’ inizio diamo poca importanza a quanti sono, dato che la dentatura è in continua evoluzione: oggi ne abbiamo 10, domani 20, poi ancora 10 perché ogni tanto ne perdiamo uno e cosi via fino al giorno in cui, spariti tutti i dentini da latte, chiamati in gergo medico denti decidui, con grande gioia del topolino che se li è portati via, la nostra bocca finalmente può vantare ben 28 denti permanenti che diventeranno 32 solo quando metteremo anche i 4 denti del giudizio, ma parliamo già di quando saremo fidanzati e staremo tutto il giorno davanti allo specchio a rimirare la nostra immagine. Che ci piaccia o no l’inizio della storia dei nostri denti comincia così ed è uguale per tutti quanti. Perché allora a molti di noi succede di avere da fidanzati denti bruttini e non  belli come quelli del nostro migliore amico? Una parte della colpa può essere di madre natura, ma molto spesso il tutto è dipeso da……

 

 

 

…..L’igiene orale fin da piccoli

 

I dentini da latte hanno un ruolo importantissimo per il successivo sviluppo dei denti permanenti ai quali conservano lo spazio necessario per poter crescere in ordine e dritti come tanti soldatini. E poi permettono il corretto sviluppo delle ossa mascellari, permettono la masticazione anche delle caramelle e dei dolcetti fatti dalla nonna (di questo ne parliamo dopo), permettono la fonazione cioè, in termini poveri, la corretta emissione del suono delle parole. Pensiamo al nonno quando parla senza la dentiera? I denti da latte prima e quelli permanenti poi ci permettono, in poche parole, di parlare senza emettere tutti quei fischietti come a volte succede al nonno. E tutto questo ci sembra poco? Se ne condividiamo l’importanza  allora possiamo comprendere che per avere una buona dentatura da fidanzati dobbiamo imparare fin da bambini a prenderci cura dei nostri denti, lavandoli  correttamente e spesso, mangiando poche caramelle e facendoli controllare, almeno una volta l’anno, dall’amico dentista. I nemici della nostra dentatura stanno sempre in agguato e sono…

 

 

 

…..La placca dentale e la carie
 

Vediamo un po’ cosa succede dopo che ci siamo lavati correttamente i denti. Alt! fermi tutti! Facciamo un passo indietro e apprendiamo ancora prima come dobbiamo lavarci i denti. Suggerimenti:

 

1) se possibile dobbiamo lavarceli ogni qualvolta mangiamo e soprattutto prima di andare a dormire perché è proprio durante il sonno che la saliva, agente neutralizzante la placca batterica, diminuisce notevolmente;

 

2) dobbiamo usare uno spazzolino con setole morbide e di grandezza adeguata alla nostra bocca;

 

3) ricordiamoci che è essenziale usare un dentifricio che contenga “fluoro”;

 

4) sostituiamo lo spazzolino ogni due, massimo tre mesi; non usiamo mai lo spazzolino di un altro e sciacquiamolo sempre molto bene dopo averlo usato;

 

5) facciamoci spiegare dal dentista o da un’igienista dentale come si spazzolano correttamente i denti.

 

Detto questo torniamo a cosa succede dopo che ce li siamo ben lavati: già dopo poche ore dallo spazzolamento i primi batteri cominciano ad annidarsi in tutte quelle microscopiche irregolarità presenti nello smalto dei denti e qui si riproducono velocemente costituendo la così detta placca batterica che, se non rimossa frequentemente, forma degli acidi che danno origine alla carie ed alle varie patologie delle gengive e del legamento parodontale. Quindi, come abbiamo visto, l’unico rimedio per poter avere denti sani e belli quando saremo fidanzati è solo quello di averne avuto costante cura fin da piccolissimi e così dobbiamo imparare a conoscere quale è...

 

 

 

.....La corretta alimentazione per avere denti sani

 

Importantissimo è  imparare a limitare la frequenza dell'assunzione di cibi "fuori pasto", le così dette merendine. Infatti, ogni volta che alimenti contenenti zucchero o amido vengono a contatto con il cavo orale, acidi nocivi possono attaccare i denti e nel tempo dare origine alle carie. Generalmente i cibi contenenti amido non sono così dannosi per il dente come quelli contenenti zucchero, ma se vengono lasciati in bocca per un periodo di tempo sufficientemente lungo possono facilitare l'insorgenza delle carie. Il cibo può danneggiare i denti a seconda di come viene mangiato. Più a lungo teniamo in bocca un alimento ricco di zuccheri o amidi (uva passa, datteri, patatine, crackers, ecc.), maggiore sarà la reazione placca-acido. Se ad esempio mangiamo 10 caramelle contemporaneamente abbiamo un "rischio carie" di 20 minuti, se mangiamo le stesse 10 caramelle una ogni 20 minuti si è esposti al rischio di formazione della carie per circa 3 ore e ½. Se si beve una bevanda contenente zucchero durante il pasto il suo effetto nocivo è basso, ma se la sorseggiamo a lungo fuori pasto può risultare dannosa al pari delle caramelle masticate una ogni tanto. Questo non vuol dire che dobbiamo eliminare tutti i dolci. È la frequenza della loro assunzione e la cadenza rispetto alla pulizia dei denti che dobbiamo regolare. È sconsigliata l'assunzione frequente di alimenti contenenti zucchero o amido tra i pasti, ma se dopo averli mangiati spazzoliamo bene i denti, non vi saranno danni alla nostra dentatura. AI contrario, sono consigliati frutta (mele e pere), latte, pop-corn non salati, verdure (carote, sedano e spinaci), bevande non zuccherate (succhi di frutta al naturale), gomme da masticare senza zucchero, yogurt. Alcuni alimenti come latte, frutta e pane, sebbene contenenti zuccheri semplici (fruttosio e glucosio) o zuccheri complessi (amido), forniscono al tempo stesso anche elementi nutrizionali essenziali (vitamine, sali minerali e fibre) e perciò ne dobbiamo fare uso, pur ricordandoci sempre di spazzolare bene i denti dopo la loro assunzione. Il fabbisogno nutrizionale che abbiamo da bambini deve comunque essere sempre tenuto presente, specialmente nei periodi di elevato sviluppo psico-fisico. E’ importante quindi assumere alimenti contenenti zucchero durante i pasti, quando sono meno dannosi per i denti, ma evitiamo al massimo il vizietto delle merendine fuori pasto e poi  chiediamo a mamma e papà di farci conoscere il prima possibile...

 

 

.....L’ amico Ortodontista

 

Appena avremo messo tutti i denti da latte, che in totale sono 20 (10 sopra e 10 sotto) e questo generalmente avviene intorno ai 3 anni, è opportuno un accurato controllo dallo specialista che potrà individuare eventuali disarmonie dentali e/o scheletriche che, se non corrette in fase di crescita, difficilmente potranno essere risolte più tardi. Una prima visita in tenera età è inoltre molto importante per accertare lo stato di salute dei nostri dentini e farci consigliare dall’amico dentista sul come dobbiamo da subito comportarci per arrivare all’età del fidanzamento con una dentatura sana e bella, proprio come quella del nostro migliore amico del paragrafo “i miei dentini da latte”. Dobbiamo sempre tenere presente che è meglio prevenire che curare. Una terapia precoce può di fatto bloccare l’istaurarsi di molte malocclusioni. L’amico ortodontista è in grado di riconoscere la causa delle disarmonie cranio-facciali, delle malocclusioni dentali e delle disfunzioni muscolari e quindi è in grado di intervenire per eliminarle. Una visita precoce, entro massimo i primi 6 anni di vita, è dunque importantissima per verificare se esiste una buona armonia tra le componenti anatomiche e dentali che costituiscono l’architettura cranio-facciale. Se per caso ciò non fosse, è essenziale intervenire quanto prima possibile per ristabilire un giusto equilibrio e raggiungere una corretta occlusione. In alcuni casi la terapia ortodontica precoce, pur migliorando la situazione in generale, non riesce a risolverla completamente e sarà quindi necessario programmare una terapia più tardiva e complessa che porti alla correzione definitiva in dentatura permanente, cioè dopo i 12 anni. Vorrà dire che dobbiamo aspettare ancora un pochino prima di fidanzarci e sorridere mostrando dei denti bellissimi. Quando questo avverrà non solo potremo mostrare dei denti perfetti, ma avremo anche un’ottima funzione della masticazione che ci preserverà nel futuro da tanti disturbi che potrebbero nel tempo degenerare in patologie più o meno serie.

TAG: pedodonzia

Sullo stesso argomento