Oral cancer day

Giornata nazionale di prevenzione del tumore orale
by Dott. Pietro Convertino 18-11-2008

Oral Cancer Day 2008


Il 10 ottobre si è svolta la seconda edizione dell'Oral Cancer Day ANDI:
Giornata di Prevenzione del Tumore Orale

 

L’ ANDI (Associazione Nazionale Dentisti Italiani ) è presente sul territotorio nazionale con oltre 21.000 studi aderenti.

Il dentista ANDI si mette al servizio del cittadino. Come lo scorso anno l’obiettivo è di promuovere la prevenzione del cancro orale tra i pazienti, offrendo loro la possibilità di sottoporsi ad una visita gratuita di controllo presso lo studio di un Dentista ANDI aderente all’iniziativa.
Il 10 ottobre, momento culmine della campagna di prevenzione, in 80 piazze sparse su tutto il territorio italiano, sono stati allestiti dei gazebo in cui erano presenti oltre 600 volontari ANDI scelti tra i soci. Qui i cittadini potevano richiedere i nominativi dei soci ANDI aderenti all’Oral Cancer Day più vicini e ricevere informazioni sull'iniziativa e sul cancro orale.
La campagna è stata promossa su quotidiani, periodici nazionali e locali avvalendosi della partecipazione di Max Laudadio (da Striscia La Notizia) come Testimonial.
Il termine di scadenza per la campagna di prevenzione presso gli studi ANDI aderenti era fissato per il 31 ottobre, ma visto l’enorme successo dell’iniziativa (oltre 50.000 telefonate pevenute al numero verde ANDI ) i controlli gratuiti sono garantiti sino al 22 Novembre.

 

Il Tumore Orale è tra le dieci forme tumorali più frequenti; i fattori di rischio principali sono il fumo e l’uso eccessivo di bevande alcoliche.

 

La visita specialistica è un attento controllo della bocca a 360 ° ( denti , lingua e mucose orali ), essa deve essere effettuata da un Medico Chirurgo o Odontoiatra regolarmente iscritto all’Albo la cui iscrizione può essere verificata dal paziente tramite il sito dell’Ordine dei Medici ( www.fnomceo.it  ).
A tal proposito l’ANDI invita sempre a prestare molta attenzione alla verifica dei requisiti essenziali per coloro che operano negli studi dentisitici , affinchè la lotta all’abusivismo odontoiatrico coinvolga oltre che le associazioni di settore e le autorità competenti anche il paziente stesso, la vera vittima degli abusivi che talvolta anche incosapevolmente mette a repentaglio la propria salute.
Anche negli USA il tumore del cavo orale è una patologia importante: 35mila persone ogni anno ne sono colpiti e per questa forma tumorale muore una persona ogni ora. Molti i siti statunitensi tematici e tra i più autorevoli troviamo quello dell’Oral Cancer Foundation (www.oralcancerfoundation.org ) che ha censito i personaggi famosi che hanno contratto questo tipo di tumore….

 

…..Personaggi famosi e tumore del cavo orale


Tra questi anche il padre della psicanalisi Sigmund Freud, che pur essendo egli stesso medico tardò a rivolgersi ad uno specialista dopo aver scoperto una lesione sospetta al palato (da accanito fumatore, temeva di dover smettere). Freud morì di cancro al cavo orale nel 1939.



Modello e icona dello Star System di Hollywood negli anni 50 e 60, Lana Turner fu una delle dive più acclamate, interprete di numerosi film di successo: soffrì di tumore al cavo orale e morì nel 1996 all’età di 75 anni.



Uno dei favolosi Beatles, lo spirituale George Harrison morì nel 2001 a soli 58 anni a Los Angeles dopo anni di malattia.
Nel 1997 gli era stato diagnosticato un tumore al cavo orale e nonostante i numerosi interventi chirurgici e le cure nulla ha potuto salvarlo.
Harrison si rese conto che il fumo era stata la causa del suo male e negli ultimi anni si prodigò come testimonial contro il fumo.



Una precoce diagnosi ha permesso invece alla rockstar Rod Stewart di cavarsela: operato con successo e per tempo, il cantante è diventato molto attivo nel sostenere la fondazione nell’opera di sensibilizzazione dell’opinione pubblica verso l’importanza della prevenzione.
“Io sono stato fortunato, ho avuto una seconda possibilità e devo fare il possibile per aiutare chi soffre di tumore” ha detto recentemente l’artista in un’intervista alla televisione americana ABC.





Scritto da Dott. Pietro Convertino
Alberobello (BA)

TAG: Oral Cancer Day