Comunicato stampa

Sentiamo il dovere morale di denunciare un vero e proprio attentato alla Salute dei Cittadini italiani come conseguenza dei servizi di 'Striscia la notizia' , andati in onda il 3 e 4 Ottobre 2012
by Dott. Giuseppe Cerbone 12-10-2012
COMUNICATO STAMPA


Sentiamo il dovere morale di denunciare un vero e proprio attentato alla Salute dei Cittadini italiani come conseguenza dei servizi di “Striscia la notizia” , andati in onda il 3 e 4 Ottobre, che
hanno dato una visione distorta della realtà facendo intendere ai telespettatori che in Croazia spendendo pochi soldi, in pochi giorni, si ottengono prestazioni odontoiatriche di un buon livello, quando nella realtà è l’inverso.

Abbiamo ragione di credere che la Redazione di “Striscia la notizia” sapesse fin dall’inizio del servizio che presso quelle strutture non venivano erogate prestazioni di un buon livello per i seguenti motivi:

  • normalmente nei loro servizi, a confermare o a rinnegare determinati aspetti presi in esame, chiamano fior fiori di Professori. In questo caso, a giudicare il modo di operare del Dentista italiano è stato intervistato un odontotecnico croato che non ha nessuna competenza in campo clinico-odontoiatrico;

  • esiste un sondaggio eseguito dall’ISPO del Professor Renato Mannheimer pochi mesi fa, che ha rilevato che solo il 5% degli italiani si reca all’estero per le cure dentali e di questi quasi il 60% non ci ritornerebbe;

  • esiste un lavoro (tradotto anche in italiano) del Professor N.P. Lang dell’Università di Berna sui lavori odontoiatrici eseguiti in Germania, Francia, Slovenia e Ungheria oltre che in Svizzera, che ha dedotto che la maggior parte dei lavori provenienti dall’Ungheria come “mutilanti e arrecanti gravi compromissioni dell’apparato stomatognatico, perduranti anche dopo una nuova restaurazione”;

  • esistono in Italia centinaia di persone che si sono curate in quelle cliniche e che si sono trovate male, ma nessuna di queste è stata interpellata:

  • è stato paragonato il prezzo un ponte approssimativo eseguito in Croazia in pochi giorni in Lega Vile e Ceramica, quindi senza il minimo della precisione necessaria per ottenere un lavoro valido nel tempo, con un ponte eseguito in Italia in Lega Aurea e Ceramica eseguito seguendo il protocollo della Comunità Scientifica Internazionale che prevede numerose sedute di controllo clinico.


Quest’ultimo aspetto dimostra che la Redazione non è stata nemmeno deontologicamente corretta da un punto di vista giornalistico, poiché ha paragonato il prezzo di due cose completamente diverse, presentandole come uguali pur di affermare le proprie tesi.

Inoltre, nella replica andata in onda il 9 Ottobre è stata confermata la stessa tesi. Nonostante la Redazione sia stata informata del grosso errore non c’è stata smentita.

Non v’è dubbio che la Redazione di “Striscia la notizia”, per un motivo a noi ancora ignoto, vuole spingere i cittadini italiani ad andare a curarsi presso quelle cliniche, nonostante sia a conoscenza che erogano prestazioni odontoiatriche di basso livello e pericolose per i danni che possono provocare in futuro al paziente.

Ha articolato il servizio ad hoc per dare
l’illusione a milioni di cittadini di potersi curare i denti con pochi soldi.

Condanniamo fermamente questo modo scorretto di mercificare la Salute ai danni del Cittadino con l’ausilio di menzogne operato da “Striscia la notizia” come è stato dimostrato nei fatti e invitiamo gli italiani a NON seguire il consiglio, perché quelle procedure causano seri danni dopo un po’ di tempo, spesso irreparabili.

Auspichiamo che soggetti sensibili alla Salute degli italiani, operanti in qualsiasi settore vitale del Paese, ci aiutino a diffondere con ogni mezzo queste informazioni, per il bene prezioso della salute orale di ogni cittadino.

IL PRESIDENTE DELL'OPI
 
(Dott. Giuseppe Cerbone)

Scritto da Dott. Giuseppe Cerbone
Afragola (NA)

TAG: comunicato stampa