Gli spazzolini da denti elettrici

Nozioni generali sugli spazzolini da denti elettrici, con il loro impiego in trials clinici
Esempio di studi clinici con un tipo di spazzolino da denti elettrico by Dott. Raffaele Papa 05-01-2012
Esempio di studi clinici con più tipi di spazzolini da denti elettrici
Le forze naturali fisiologiche che detergono la cavità orale sono inefficienti per la rimozione della placca dentale.

Tuttavia la lingua, con i suoi movimenti, entra in contatto con gli aspetti linguali dei denti posteriori e, in misura minore, può anche pulire le loro superfici vestibolari. La guancia copre gli aspetti vestibolari dei denti mascellari posteriori, impedendo così l'abbondante accumulo di placca su queste superfici. Il flusso salivare ha un certo potenziale limitato per pulire i detriti dagli spazi interdentali e i solchi occlusali, ma è meno efficace nel rimuovere la placca.

La ragione per cui è importante mantenere la cavità orale libera da placca e detriti alimentari è l'associazione riconosciuta universalmente della placca dentale, con lo sviluppo di patologie orali: carie, gengivite e parodontite. Esiste una relazione fondamentale tra l'adesione della placca alla superficie del dente, la sua crescita e maturazione e le conseguenze di questi eventi, se lasciati incontrollati (Christersson et al. 1991)

Il ruolo della placca nell'eziologia della malattia parodontale gengivite è stata dimostrata. Nel 1965 Loe et al. avevano già dimostrato l'associazione tra l'infiammazione gengivale e l'accumulo di placca, e che la rimozione della placca può invertire questo processo. L'importanza delle pratiche di igiene orale nello sviluppo di gengivite è stato sottolineato.

Una regolare, ma non supervisionata igiene orale non può essere considerata da sola un efficace sistema di trattamento parodontale in assenza di un tattamento parodontale causale (Loos et al. 1988; Lindhe et al. 1989).

Studi sul risultato a lungo termine del trattamento parodontale hanno dimostrato che il mantenimento di un elevato status di igiene orale può prevenire o ridurre la progressione della parodontite (Axelsson & Lindhe,1978; 1981).

L'efficacia dello spazzolino classico per quanto riguarda la rimozione della placca è determinata da tre fattori principali: la progettazione dello spazzolino; la capacità del singolo individuo nello spazzolare; la frequenza e la durata d'uso (Frandsen 1986)

Gli spazzolini da denti elettrici sono stati introdotti nel mercato più di 50 anni fa. Erano inizialmente considerati come un’ alternativa agli spazzolini manuali, in generale, per determinate categorie di soggetti come i pazienti portatori di handicap o pazienti con scarsa manualità.
Nel 1996, durante il World Workshop in Periodontics, si è stabilito che non solo nei soggetti fortemente motivati verso la salute orale, ma anche in quelli che hanno difficoltà nella padronanza di uno spazzolino, " l'uso di uno spazzolino elettrico con i suoi movimenti standard può comportare pulizia più frequente e migliore dei denti ". (Hotta & Aono 1992)

In contrasto con il vecchio spazzolino da denti elettrico, utilizzando una combinazione di movimenti orizzontali e verticali, i nuovi applicano movimenti rotatori e oscillanti, con setole in movimento ad alte frequenze (Van der Weijden et al. 1998).

Queste sono le caratteristiche di un moderno spazzolino da denti elettrico (Hesman et al. 1998):

  • una testa dello spazzolino attiva per facilitare il controllo della placca intorno ai denti posteriori e nei siti interdentale;
  • una testa ortodontica per spazzolare intorno e sotto le componenti di apparecchi ortodontici fissi;
  • rotazione / filamenti a spirale per la pulizia interdentale;
  • un meccanismo sonoro con clic o arresto meccanico per avvertire il paziente quando una eccesiva pressione di spazzolamento è stata raggiunta è stato raggiunto;
  • timer.

La maggior parte degli clinici studi recenti a breve termine, confermano che gli spazzolini da denti elettrici dimostrano una rimozione della placca maggiore rispetto ai loro omologhi manuali (Hancock 1996), anche se servono trials a più lungo termine. Studi (Van der Weijden et al 1993, 1996) hanno chiaramente dimostrato che uno spazzolino manuale rimuove meno placca di uno spazzolino elettrico in un uguale arco di tempo. Nessun spazzolino da denti elettrico può essere considerato superiore agli altri.

E 'interessante considerare la spinta motivazionale della maggior parte dei pazienti dopo l'acquisto di uno spazzolino elettrico. Questa motivazione potrebbe facilmente scomparire dopo che l'effetto novità si è ridotto e l'interesse per il nuovo dispositivo potrebbe facilmente diminuire nel tempo (Ash 1963). La maggior parte delle persone potrebbe ritornare al sistema tradizionale di spazzolamento per un periodo di 6 mesi (Baab & Johnson, 1989)

In conclusione, gli spazzolini da denti elettrici possono essere particolarmente utili nei pazienti scarsamente motivati, nei pazienti parodontali il cui mantenimento mostra uno scarso controllo della placca o in pazienti che dimostrano scarsa destrezza manuale o di essere fisicamente o mentalmente minorati, dal momento che in queste circostanze tali spazzolini possono ridurre i livelli di placca in un modo significativo.

Scritto da Dott. Raffaele Papa
Fara in Sabina (RI)

TAG: spazzolini denti elettrici