I pericoli delle tariffe troppo basse di alcuni dentisti

NON esistono metodi legali per ridurre le tariffe al di sotto di un limite invalicabile e, se le tariffe sono stracciate... l' illegalitÓ Ŕ certa.
by Dott. Paolo Passaretti 08-11-2009

Non siate ingenui. La pubblicità può essere falsa e ingannevole!

 

Dentisti Tariffe Low Cost = Dentisti Low Quality

 

Vista la grande concorrenza presente in Italia - a volte anche molto sleale - attuata da alcuni operatori sanitari odontoiatrici - (spesso non abilitati legalmente, abusivi mascherati) – I pazienti credono che si possano avere buone prestazioni odontoiatriche a basse tariffe, o come si usa ora dire... "low cost". Questa è pura illusione in quanto, a basse tariffe corrisponde inevitabilmente una qualità infima, e a qualità infima corrispondono inevitabilmente DANNI fisici mai rilevabili nell'immediato che, però, sempre inevitabilmente lo saranno a distanza di qualche tempo, quando saranno ormai irrimediabili!

 

In Italia la conduzione di uno studio dentistico è molto costosa. I buoni materiali a norma CE, da non confondere con quelli provenienti dalla “Cina Export” costano molto.

 

Rispettare le regole imposte dalle autorità competenti e lavorare rispettando le linee guida imposte ai dentisti costa molto.

 

NON esistono metodi legali per ridurre le tariffe al di sotto di un limite invalicabile. Se le tariffe sono stracciate... l' illegalità è certa.

 

Per poter ridurre le tariffe occorre:

 

  • fare in fretta, accorciando drasticamente i tempi di lavoro, a tutto danno della sicurezza e della qualità;
  • usare materiali a basso o bassissimo costo, provenienti da Nazioni del terzo mondo non facenti parte della CE;
  • far lavorare personale medico e paramedico di scarso o scarsissimo livello professionale o abusivi non laureati e non aggiornato;
  • far costruire protesi dentarie in laboratori rabberciati che non offrono nessuna garanzia di qualità e lavorano con materiali scadenti. I NAS hanno sequestrato di recente una partita di protesi dentali provenienti dall’India che contenevano arsenico.. ;
  • non istruire adeguatamente i pazienti ad una corretta igiene domiciliare;
  • prendere le impronte per protesi fissa con materiali cinesi;
  • usare impianti a bassissimo costo, costruiti in laboratori artigianali locali: Made in Naples senza marchio CE, lotto, doppia sterilizzazione e con superficie implantare infima o provenienti dai paesi orientali;
  • non mettere in pratica rigidamente, tutti i protocolli per la sicura sterilizzazione dello strumentario;
  • trascurare le più elementari norme igieniche di disinfezione dei locali, tra un paziente e l'altro;
  • non avere autoclavi di classe B. Le uniche che possano dare la massima sicurezza contro le infezioni crociate. Quindi epatite - c e b, AIDS, TBC, Infez da Pseudomonas, virus, sono in agguato come non mai in questi centri low cost, perchè le loro tariffe non sono compatibili con serie procedure di sterilizzazione;
  • non avere lo Studio a norma con la direttiva CE 626/81

    Dr. Maurizio Serafini (Chieti) e Dr. Paolo Passaretti (Civitanova Marche Alta)

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

TAG: I pericoli delle tariffe troppo basse di alcuni de