Tecnica flapless

In passato l’inserimento di un impianto dentale era associato a lunghe procedure chirurgiche, creando nei pazienti molti disagi sia sociali che funzionali
by Dott. Vincenzo Polito 27-01-2011
Le nuove tecnologie hanno rivoluzionato queste situazioni, donando al paziente denti esteticamente belli e funzionali.


Oggi è possibile associare tecniche innovative senza troppi disagi e senza dolore per il paziente.


Una tecnica davvero innovativa e ci arriva dagli USA è la tecnica Flapless o trans mucosa.


La tecnica Flapless o transmucosa è decisamente meno traumatica della tecnica tradizionale.


La tecnica tradizionale consiste nell’iniettare una maggiore dose di anestetico, tagliare la gengiva con il bisturi, staccare la gengiva dall’osso, inserire gli impianti nel foro effettuato con delle frese per osso, suturare e dopo una settimana togliere i punti.


La tecnica Flapless, invece consiste nell’iniettare meno anestetico rispetto alla tradizionale e inserire gli impianti nel foro.


I vantaggi di questa tecnica sono enormi e tutti a favore del paziente, minore anestesia, nessun taglio con il bisturi, quindi minor edema ,minor sanguinamento e nessun dolore postoperatorio, e nessun punto di sutura.


Tutto questo si tramuta in minor tempo chirurgico per l’inserimento dell’impianto e una più veloce ripresa. Gli impianti per la tecnica flapless sono in titanio come nella tecnica tradizionale.


La tecnica tradizionale è invece molto più invasiva e presenta olti più svantaggi della tecnica flapless.


Questi svantaggi sono nella maggior dose di anestetico la necessità ditagliare la gengiva con il bisturi che causa maggior sanguinamento edema e applicazione di punti di sutura.


Inoltre nel postoperatorio ci sarà più sofferenza , maggior dolore, maggior edema.


I pazienti che possono sottoporsi alla tecnica flapless o transmucosa sono il 95!% . Solo coloro che hanno mancanza di osso non possono sottoporsi, in quanto sull’arcata superiore necessitano di un rialzo di seno mascellare e nella mandibola apposizione di osso autologo o eterologo.















Scritto da Dott. Vincenzo Polito
Ariano Irpino (AV)

TAG: flapless

Sullo stesso argomento