La cattiva igiene orale è rischiosa per il cuore ?

I denti, se lavati poco e male possono rappresentare un serio rischio per la nostra salute, non solo per quanto riguarda il cavo orale ma anche per l'apparato cardiovascolare. In effetti, gli esperti hanno dimostrato da tempo come una cattiva igiene orale provochi uno stato infiammatorio dell'organismo che, a sua volta, predispone alla formazione di placche all'interno dei vasi sanguigni.
by Dott. Pietro Leone 10-05-2016

L’igiene dentale è essenziale per prevenire nei bambini le carie e altre malattie del cavo orale. ancor più negli adulti le corrette manovre di pulizia ed il mantenimento domiciliare di uno stato di salute orale, sono importantissime per prevenire l’instaurarsi delle patologie classiche dei tessuti duri e molli della bocca (carie e piorrea).

Domandiamo al dottor leone, specialista in odontoiatria se può una scarsa igiene orale, a casa, danneggiare il cuore e le arterie?

"I denti, se lavati poco e male possono rappresentare un serio rischio per la nostra salute, non solo per quanto riguarda il cavo orale ma anche per l’apparato cardiovascolare. in effetti, gli esperti hanno dimostrato da tempo come una cattiva igiene orale provochi uno stato infiammatorio dell’organismo che, a sua volta, predispone alla formazione di placche all’interno dei vasi sanguigni." 

Dottore è una supposizione o vi è evidenza scientifica la riguardo?

"Chiaramente si. infatti, tale correlazione è stata osservata più a fondo, tramite uno studio condotto da un gruppo di ricercatori dell’university college di londra, che ha rilevato come la cattiva igiene orale aumenta del 70% il rischio di malattie cardiovascolari rispetto a chi si lava i denti due volte al giorno e si reca dal dentista per una visita almeno due volte all’anno. i ricercatori inglesi hanno analizzato i dati raccolti nell’ambito di un ampio monitoraggio sanitario effettuato dalla scottish healthy survey, relativo a 11 mila persone che hanno risposto a un questionario circa le proprie abitudini di vita. anche correggendo altri fattori di rischio come il tabagismo, i chili in eccesso e la familiarità per patologie dello stesso tipo, il sottogruppo che meno si curava della propria igiene orale ha mostrato invece un notevole aumento del rischio di eventi cardiovascolari. per queste persone, inoltre, si è registrato un aumento dei livelli di proteina c reattiva e di fibrinogeno, considerati due marker infiammatori."

Prevenire più che curare....  perchè?

Nel 2011, l'American Academy of Periodontology ha pubblicato la dichiarazione terapia parodontale globale - comprehensive periodontal therapy statement j periodontol • july 2011 volume 82 • number 7, che raccomanda a tutti gli adulti di ricevere una valutazione annuale globale della loro salute parodontale.  la valutazione parodontale globale, o CPE , è un modo completo per valutare la salute parodontale esaminando:

  • i tuoi denti
  • la tua placca
  • le gengive
  • il morso
  • la tua struttura ossea
  • i fattori di rischio se presenti. 

quando il vostro dentista, meglio se un parodontologo, esegue questa valutazione guarderà a queste sei aree per determinare lo stato della vostra salute parodontale.

Quanli sono i sintomi della malattia?

lL malattia gengivale è spesso silenziosa, significa che i sintomi non possono essere visualizzati fino a uno stadio avanzato della malattia. Tuttavia, segni di malattie gengivali sono i seguenti :

  1. gengive rosse o gonfie
  2. piccoli dolori in bocca
  3. sanguinamento durante l’igiene orale o nel mangiare cibi duri.
  4. gengive che si stanno ritirando dai denti
  5. perdita dei denti o spazio tra di essi
  6. pus tra le gengive e denti
  7. piaghe in bocca
  8. persistente alito cattivo
  9. un cambiamento nel modo in cui i denti s‘incastrano quando si morde
  10. un cambiamento nella forma delle protesi parziali

attenzione perché milioni di persone non sanno di avere questa grave infezione che può portare alla perdita dei denti se non trattata.

La gengivite è la forma più lieve della malattia parodontale. essa porta le gengive a diventare rosse, gonfie e a sanguinare facilmente. di solito c'è poco o nessun disagio in questa fase. la gengivite è spesso causata da insufficiente igiene orale. la gengivite è reversibile con il trattamento professionale e una buona igiene orale domiciliare. i fattori che possono contribuire alla gengivite includono, il diabete, il fumo, l'invecchiamento, la predisposizione genetica, malattie sistemiche e condizioni quali lo stress, l’ alimentazione inadeguata, la pubertà, le fluttuazioni ormonali, la gravidanza, l’abuso di sostanze, l'infezione da hiv ed anche l'uso di farmaci. 

La gengivite se non trattata può progredire in parodontite. con il tempo, la placca può diffondersi e crescere sotto il bordo gengivale. le tossine prodotte dai batteri della placca irritano le gengive. le tossine stimolano una risposta infiammatoria cronica in cui il corpo sostanzialmente attacca se stesso, ed i tessuti e le ossa che sostengono i denti sono distrutti. Le gengive si allontanano dai denti, formando tasche (spazi tra i denti e le gengive) che s‘infettano. col progredire della malattia, le tasche si approfondiscono ed il tessuto gengivale e le ossa sono distrutti. spesso, questo processo distruttivo ha sintomi molto lievi. alla fine, i denti possono allentarsi e debbono essere estratti. Ci sono molte forme di parodontite. le più comuni sono le seguenti:

parodontite aggressiva si verifica in pazienti che sono clinicamente sani. caratteristiche comuni includono una rapida perdita di attacco e distruzione ossea e predisposizione familiare.

parodontite cronica ovvero l’infiammazione nei tessuti di sostegno dei denti, la progressiva perdita di tessuto osseo. questa è la forma più frequente di periodontite ed è caratterizzata dalla formazione della tasca e/o di recessione della gengiva. è prevalente negli adulti, ma può verificarsi a qualsiasi età. la progressione della perdita di attacco di solito avviene lentamente, ma può verificarsi periodi di rapida progressione.

la parodontite come una manifestazione di malattie sistemiche spesso inizia in giovane età. condizioni sistemiche come le malattie cardiache, malattie respiratorie, diabete e sono associate a questa forma di periodontite.

malattia parodontale necrotizzante è un'infezione caratterizzata da necrosi dei tessuti gengivali, legamentoparodontale e l'osso alveolare. queste lesioni sono più comunemente osservatein soggetti con condizioni sistemiche come l'infezione da hiv, la malnutrizionee l'immunosoppressione.

Scritto da Dott. Pietro Leone
Napoli (NA)

TAG: cattiva igiene orale