Disfunzioni dell'atm, emicrania, algie varie, cefalea muscolotensiva: patologie distinte, ma originate dalla stessa causa

Imparando a dormire in posizione corretta, molte delle patologie elencate si risolveranno
by Dott. Gino Salvatore Galiffa 01-07-2008

Tutti coloro che abitualmente dormono riversi su un lato della mandibola spingono il condilo controlaterale posteriormente nella fossa glenoidea, in una zona ricca di vasi e nervi e quindi altamente algogena, contro un osso sottile e gracile non strutturato per sopportare carichi eccessivi, continui, statici e per tante ore.

 

DISFUNZIONI DELL' ATM Dopo anni di sopportazione e sofferenze i legamenti meniscali e articolari vengono stirati è diventano lassi. Il condilo sotto la pressione continua si smodella e deforma. Il disco si deforma e scivola in avanti. Cominciano i dolori e i rumori (click, scrosci) nei movimenti.

 

EMICRANIA La compressione del ramo meningeo medio del trigemino è responsabile della emicrania.

 

DOLORE ALL’OCCHIO La compressione del ramo oftalmico del trigemino è responsabile del dolore all’occhio.

 

ALGIE AURICOLO TEMPORALI La compressione del nervo auricolo-temporale, della corda del timpano, del condotto uditivo e della tromba di Eustachio causano anche otalgie, nevralgie Altri sintomi ingiustamente giudicati da causa ignota sono: Ronzio, fischi, sibili (acufeni), ovattamento auricolare, sensazione di diminuzione dell’udito, (ipoacusia), vertigini, sensazione di instabilità dell’equilibrio

 

CEFALEA MUSCOLOTENSIVA Durante tutta la notte la componente Neuromuscolare invece di essere a riposo, è in attività per opporsi alla forza laterodeviante del peso che grava sulla mandibola. Ogni 4 minuti si attiva LA DEGLUTIZIONE SPONTANEA; i muscoli masticatori debbono compiere uno sforzo per portare la mandibola dalla laterocclusione forzata alla occlusione in massima intercuspidazione (bruxando). Lo stress del trauma e l’accumulo di cataboliti nei muscoli (a causa dell’iperattività) sono causa di dolori e tensioni muscolare oltre che di bruxismo.

 

La causa

 

L’etziopatogenesi di queste patologie molto frequenti non sono ben note, pertanto i medici si limitano a curare i sintomi senza rimuoverne la causa principale. L’etica professionale impone, invece, ai medici di spiegare ai pazienti/sofferenti quanto essi stessi possono fare per alleviare e risolvere le proprie sofferenze, semplicemente imparando a dormire in modo corretto e cioè supini (a pancia all'aria) e non di fianco. 

 

Per un quadro più completo, invito il lettore a leggere anche i seguenti articoli:

 

BRUXISMO: MITI E VERITA' PIORREA O PARODONTITE, ALITOSI LA DEGLUTIZIONE SPONTANEA RONZIO, ACUFENI, VERTIGINI: TERAPIA A COSTO ZERO

Sono Galiffa Auguro a tutti BUON 2010 Disfunzioni ATM
Se digitate " disfunzioni atm" trovate primo il vostro articolo poi il mio che è stato rinnovato. Se lo ritenete opportuno potete aggiornare anche il vostro soprattutto per " la NEVRALGIA ESSENZIALE DEL TRIGEMINO ". Tutti i casi che ho visti negli ultimi anni sono guariti soltanto dopo alcuni mesi, dopo la correzione del Decubito e dopo il fallimento di terapie tassiche con Tegretol ed altro. La corretta informazione è un dovere etico . Cordialmente

Scritto da Dott. Gino Salvatore Galiffa
Teramo (TE)

TAG: disfunzioni dell'atm, emicrania, algie varie, cef