Importanza dellocclusione nel contesto posturale

La diatriba sulle relazioni tra occlusione e postura del corpo dovrebbe ormai essere superata.
by Dott. Massimiliano Trubiani 26-02-2009

L’occlusione è a tutti gli effetti uno degli elementi utilizzati dal corpo per scegliere la sua strategia posturale. Poiché la posizione corporea scelta è la risultante di un sistema integrato d’informazioni ,vedi occhi,sistema oculocefalogiro, riflessi vestibolari,riflessi tonici di base ecc., questo non significa che necessariamente una alterazione occlusale sfoci in una situazione patologica. I denti interferiscono in due modi. Determinando la posizione mandibolare e informando il sistema nervoso centrale mediante la finissima propriocezione presente nel parodonto (vi è mai capitato un granello di sabbia in bocca? sembra un macigno). Se si chiude male s’informa male. Ad esempio un aumento pressorio sugli incisivi “informa” il sistema nervoso centrale che la testa si sta sbilanciando in avanti, così immediatamente i piedi spostano il carico verso i talloni. Il ricentramento corporeo o meglio la sensazione dello stesso avviene innanzitutto a livello cervicale e a livello podalico e poiché è tutto collegato alla lunga provocherà una variazione della tonicità dei muscoli degli occhi. Se il sistema non riesce più ad integrare le informazioni cominceranno sensi d’instabilità simili alle vertigini,per non parlare delle cefalee muscolo tensive e delle contratture cervicali. Pensate che la mandibola ha delle strette correlazioni anatomiche con il cranio,con le cervicali alte e che la posizione nello spazio di C2 varia in relazione alla posizione mandibolare. Guardate come si ricentra questo paziente con la semplice interposizione di rullini di cotone in bocca (prima 62 sn 38 dx dopo 54 sn 46dx di carico )



Scritto da Dott. Massimiliano Trubiani
Roma (RM)

TAG: Importanza dellocclusione nel contesto posturale

Sullo stesso argomento