FUMO: CAUSA 50% PARODONTOPATIE

30-05-2008

Obiettivo: convertire anche gli 'irriducibili del tabacco' e proteggere i pazienti da patologie del cavo orale e problemi estetici connessi al fumo, responsabile per esempio del 50% delle parodontopatie. La dichiarazione di guerra alle sigarette arriva da un esercito di 200 professionisti, in occasione della Giornata mondiale senza tabacco, in programma per sabato. Per non arrivare impreparati alla sfida, gli igienisti della 'squadra no-fumo', hanno affrontato un corso di preparazione specifico, imparando come aiutare i tabagisti convinti. Counselling motivazionale e terapia sostitutiva della nicotina: le 'armi' che avranno a disposizione. "Fare disassuefazione antifumo in un ambiente sanitario diverso, come quello dell'igienista dentale - commenta Roberto Boffi, responsabile del Centro antifumo dell’Istituto nazionale tumori di Milano - rappresenta una risposta intelligente per far fronte a una richiesta eccessiva per le attuali disponibilità dei centri antifumo". Perché proprio loro? Per il ruolo strategico che ricoprono, sottolinea Gianna Maria Nardi, professore dell’università degli studi di Roma e di Catanzaro. L'igienista dentale "è votato alla prevenzione e si trova a dovere affrontare il problema tabacco con i propri pazienti". Il fumo è infatti il nemico 'numero uno' di una bocca sana. "Agisce in senso negativo sulla salute dei tessuti di sostegno del dente, sia ossei, sia gengivali - avverte Luca Levrini, docente di Igiene dentale all’università dell’Insubria di Varese - tanto che, secondo alcuni studi, fino al 50% delle parodontopatie sarebbe riconducibile proprio al fumo". Senza considerare i problemi estetici come le pigmentazioni provocate dal fumo e l'alitosi. E le conseguenze sulle terapie, in particolare nel caso dell'implantologia dentale. "Si stima che le percentuali di fallimento dell'impianto nei fumatori siano intorno al 15%, contro il 5% dei non fumatori", puntualizza l'esperto.

Fonte: Adnkronos Salute

Latest News

Acqua frizzante? Può far male a stomaco e denti.

L'anidride carbonica è sotto accusa perché può causare danni ai denti . 20-06-2016

Carie e parodontite: i principali disturbi del cavo orale per l'Oms

L'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) evidenzia l'incidenza e la pericolosità anche di altre patologie 08-01-2016

Il tè arricchisce il fluoro dei denti

Le varietà meno care contengono più fluoro 16-12-2015

L' ORIGINE DELLO SPAZZOLINO DA DENTI E DEL DENTIFRICIO

Sembra incredibile, ma già 3.000 anni avanti Cristo gli egiziani si pulivano i denti con uno spazzolino rudimentale. 22-11-2015

Perugia, ascesso a 102 anni: bisnonna operata sul lettino dell'ambulanza

L'estrazione è dovuta avvenire in Ospedale a Perugia, in presenza anche di un grave ascesso odontogeno, con la bisnonna che[...] 17-09-2015

Il tè al latte è uno sbiancante naturale, per denti senza macchia.

Tutto merito della caseina, la proteina più importante del latte, che cattura i tannini lasciando i denti immacolati. E alla lunga[...] 17-08-2015

Salute dei denti, 5 nemici che la mettono a rischio

Sappiamo bene che per avere denti in salute bisogna curare l’igiene orale, ma questo non è tutto! Ecco quali sono gli alimenti che possono[...] 24-06-2015