Il tè al latte è uno sbiancante naturale, per denti senza macchia.

17-08-2015

Tè al limone o al latte? Da oggi i cultori dell'infuso più bevuto nel mondo avranno un altro motivo valido per scegliere la seconda opzione: la versione più gradita ai puristi della pausa pomeridiana all'inglese funzionerebbe infatti da sbiancante naturale per i denti, anche migliore di alcuni prodotti ad hoc.

Secondo uno studio canadese, aggiungere uno schizzo di latte al tè riduce il rischio che i tannini contenuti nella bevanda possano 'sporcare' il sorriso disegnando sullo smalto le tipiche macchioline scure. Tutto merito della caseina, la proteina più importante del latte, che cattura i tannini lasciando i denti immacolati. E alla lunga l'arcata diventa più bianca di prima.

La scoperta porta la firma di Ava Chow della School of Dentistry dell'università dell'Alberta. Inizialmente il suo esperimento era nato a scopo didattico, come parte di una lezione di igiene rivolta agli aspiranti odontoiatri. Ma poi, alla luce dei risultati ottenuti, la docente ha pensato che meritasse l'attenzione di una platea più vasta rispetto a un'aula universitaria e ne ha proposto la pubblicazione. Così lo studio è finito sull''International Journal of Dental Hygiene'.

Chow ha utilizzato denti umani prelevati durante delle estrazioni, escludendo quelli che presentavano otturazioni, carie, crepe o fratture. Ha quindi analizzato e registrato le diverse colorazioni iniziali, sottoponendo poi i denti a un processo di colorazione a base di tè. Per 24 ore li ha tenuti immersi alla temperatura di 37 gradi centigradi nel tè 'in purezza', oppure in una soluzione di tè macchiato con un po' di latte. Dopo una giornata è tornata ad analizzarne i colori e ha fatto il confronto.

Ebbene, "abbiamo visto che la caseina del latte riduce la colorazione dentale prodotta dai tannini del tè", riassume l'autrice. "L'entità dello sbiancamento osservato nei nostri esperimenti - precisa - è paragonabile al cambiamento di colore ottenuto da alcuni prodotti sbiancanti, e superiore a quello determinato da specifici dentifrici" che promettono sorrisi senza macchia.

Fra l'altro, come hanno confermato nuove recenti osservazioni - ricorda il Daily Mail - bere tè abbatte anche di un quarto il rischio di morte per cause cardiovascolari, grazie all'elevato contenuto di flavonoidi antiossidanti. Doppia promessa dunque per chi non rinuncia al break delle 5 di pomeriggio: lunga vita e, con un goccio di latte, denti più bianchi.

Fonte: adnkronos

.

Latest News

Acqua frizzante? Può far male a stomaco e denti.

L'anidride carbonica è sotto accusa perché può causare danni ai denti . 20-06-2016

Carie e parodontite: i principali disturbi del cavo orale per l'Oms

L'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) evidenzia l'incidenza e la pericolosità anche di altre patologie 08-01-2016

Il tè arricchisce il fluoro dei denti

Le varietà meno care contengono più fluoro 16-12-2015

L' ORIGINE DELLO SPAZZOLINO DA DENTI E DEL DENTIFRICIO

Sembra incredibile, ma già 3.000 anni avanti Cristo gli egiziani si pulivano i denti con uno spazzolino rudimentale. 22-11-2015

Perugia, ascesso a 102 anni: bisnonna operata sul lettino dell'ambulanza

L'estrazione è dovuta avvenire in Ospedale a Perugia, in presenza anche di un grave ascesso odontogeno, con la bisnonna che[...] 17-09-2015

Salute dei denti, 5 nemici che la mettono a rischio

Sappiamo bene che per avere denti in salute bisogna curare l’igiene orale, ma questo non è tutto! Ecco quali sono gli alimenti che possono[...] 24-06-2015

L'uomo inquinava già 400mila anni fa. Lo dicono i suoi denti

Analizzando il tartaro di alcuni fossili rinvenuti in Israele, gli archeologi hanno scoperto tracce di polvere di carbone dovute a fumi[...] 21-06-2015