Igiene orale: come migliorare la salute dei denti.

27-04-2015
Lavarci i denti è un’azione del tutto automatica per la maggior parte di noi, ma spesso tendiamo a non farlo con la massima cura e attenzione. Vi sono infatti dei comunissimi errori che, a lungo andare, possono compromettere la salute della nostra bocca e causare la formazione di batteri dannosissimi per l’igiene orale. Vediamo le raccomandazioni del dentista Harold Katz, fondatore della Breath Company.

Non ignorate le gengive

È possibile che i vostri denti siano perfettamente bianchi, ma se nel lavaggio non coinvolgete anche le gengive, il vostro sorriso ne risentirà molto presto. Quando usate lo spazzolino, dunque, fate in modo di andare al di sopra della linea dei denti e spazzolare per bene anche le gengive in tutti i quadranti della bocca (quattro: sopra e sotto a destra, sopra e sotto a sinistra).

Non lavate i denti controvoglia

Sforzo e impegno devono essere sempre al top per garantire alla nostra bocca tutta la freschezza e la pulizia che merita. Seguiamo con costanza la nostra routine e tratteniamoci nel lavaggio per almeno due minuti, 30 secondi per quadrante. Sforzatevi coscientemente di raggiungere tutta la superficie del dente con lo spazzolino.

Scegliete il prodotto giusto

Alcuni dentifrici sono migliori di altri, non solo per il loro sapore e la freschezza che ci lasciano in bocca, ma anche per i loro ingredienti. Optate per una pasta al fluoruro che non contenga solfati: questi, infatti, possono causare quella spiacevole sensazione di bocca secca e asciutta e, di conseguenza, portare all’alitosi. Anche la scelta dello spazzolino dev’essere accurata: Dottor Katz ne consiglia uno elettrico dotato di timer, in modo da tenere sempre il tempo del lavaggio mentre spazzolate. Rimpiazzate le testine o lo spazzolino manuale ogni tre mesi.

Filo interdentale

«Ignorare questo step può causare al 40% della superficie del dente di rimanere sporca», spiega l’esperto.

Il filo interdentale rimuove i batteri che si insinuano negli spazi tra i denti e le gengive. Dopo averlo utilizzato, risciacquate con abbondante acqua o con un buon collutorio, per neutralizzare ogni traccia di germi e batteri.

Fonte: Cover Media

Latest News

Acqua frizzante? Può far male a stomaco e denti.

L'anidride carbonica è sotto accusa perché può causare danni ai denti . 20-06-2016

Carie e parodontite: i principali disturbi del cavo orale per l'Oms

L'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) evidenzia l'incidenza e la pericolosità anche di altre patologie 08-01-2016

Il tè arricchisce il fluoro dei denti

Le varietà meno care contengono più fluoro 16-12-2015

L' ORIGINE DELLO SPAZZOLINO DA DENTI E DEL DENTIFRICIO

Sembra incredibile, ma già 3.000 anni avanti Cristo gli egiziani si pulivano i denti con uno spazzolino rudimentale. 22-11-2015

Perugia, ascesso a 102 anni: bisnonna operata sul lettino dell'ambulanza

L'estrazione è dovuta avvenire in Ospedale a Perugia, in presenza anche di un grave ascesso odontogeno, con la bisnonna che[...] 17-09-2015

Il tè al latte è uno sbiancante naturale, per denti senza macchia.

Tutto merito della caseina, la proteina più importante del latte, che cattura i tannini lasciando i denti immacolati. E alla lunga[...] 17-08-2015

Salute dei denti, 5 nemici che la mettono a rischio

Sappiamo bene che per avere denti in salute bisogna curare l’igiene orale, ma questo non è tutto! Ecco quali sono gli alimenti che possono[...] 24-06-2015