Laser e intarsio: come recuperare un molare fratturato

Frattura coronale di un molare inferiore con rima di frattura a livello del piano osseo
by Dott. Cristian Romano 16-05-2009
La giovane paziente si presenta alla nostra osservazione per frattura coronale verticale con rima di frattura che dal tavolato occlusale si estende al piano osseo. Vi è esposizione pulpare e compromissione dell’intera cuspide mesio-linguale. Si esegue la devitalizzazione del molare e si interviene per un riposizionamento apicale del piano osseo e della gengiva. Dopo l’allungamento della corona con osteotomia e gengivectomia, eseguita con laser a diodi, viene ricostruito un primo tratto del pavimento della camera pulpare e del bordo linguale del molare. A questo punto si eseguono i passaggi per la realizzazione dell’intarsio. Si regolarizza la cavità, si prende l’impronta, si sceglie il colore e si invia tutto al laboratorio. Nella seduta successiva viene cementato l’intarsio.


Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cavità dopo l'endodonzia.
 
intarsio cementato
Si noti il riposizionamento gengivale e la ricostuzione del bordo linguale della cavità

TAG: Laser e intarsio: come recuperare un molare frattu