Ortodonzia intercettiva per contrastare l'interposizione del labbro inferiore

8 mesi con apparecchiatura funzionalizzante e 16 mesi di contenzione
by Dott. Vincenzo Gueli 05-10-2014

L'interposizione del labbro inferiore può essere risultato e causa di una malocclusione, in quanto è favorita dalla presenza di overjet accentuato e proinclinazione degli incisivi superiori e favorisce il mantenimento di tali anomalie, rappresentando una forza morfogenetica che influenza negativamente lo sviluppo del complesso dento-facciale nel bambino.

In questo caso, eliminando l'azione nociva del labbro inferiore, la bambina recupera in pieno il deficit di crescita e di posizione mandibolare, accumulato in età infantile primaria.

L'apparecchio (PFB+ScV inf della scuola di Torino) è stato portato 24 ore al giorno dalla paziente nei primi 8 mesi e solo nelle ore notturne nei seguenti 16 mesi.

La posizione dei singoli denti, risolto il problema funzionale, potrà poi essere migliorata con una semplice terapia condotta con apparecchi multibrackets tradizionali o allineatori invisibili.



Scritto da Dott. Vincenzo Gueli
Catania (CT)

foto extraorali iniziali
foto intraorali iniziali
foto intraorali dopo 8 mesi di terapia attiva
foto intraorali dopo 16 mesi di contenzione notturna
foto extraorali a fine terapia intercettiva

TAG: ortodonzia intercettiva