Trattamento tessuti duri e molli in paziente in chemioterapia

Utilizzo di laser ad erbio in paziente leucemico in trattamento chemioterapico
by Prof. Francesco Scarpelli 27-10-2008
Il caso presentato si riferisce alla riabilitazione degli elementi dentali 33>43 e dei relativi tessuti molli in paziente leucemico in trattamento chemioterapico. Il paziente è venuto alla nostra osservazione con un evidente stato mucositico e compromissione degli elementi dentali di tutta la bocca. Data la situazione generale ed i ristretti tempi di intervento che non consentivano un approccio paradontale secondo la prassi classica, si è optato per un intervento laser. È stato utilizzato un laser ad erbio che consente di agire sia sui tessuti duri che molli per ottenere inizialmente una decontaminazione delle tasche paradontali ed una revisione gengivale con evidenziazione delle carie sottogengivali. Con lo stesso laser è stato possibile ottenere la preparazione degli elementi dentali che sono stati ricostruiti in composito. Identico trattamento è stato fatto successivamente sulla arcata superiore e posteriormente. L’utilizzazione del laser ha consentito di effettuare il trattamento 13>23 e 33>43 in una unica seduta. Per i tessuti molli sono stati utilizzati parametri di macchina (Key laser KaVo) di 15 Hz e 140/180 mJ con fibra da 50 micron a contatto; per i tessuti duri è stato utilizzato un manipolo con fascio focalizzato a distanza di 1,2 mm e con parametri di 10 Hz 350 mJ.


Scritto da Prof. Francesco Scarpelli
GORIZIA (GO)

situazione iniziale: mucosite diffusa, tasche e carie
Iniziale gengivectomie laser con scopertura carie ed erosioni vestibolari
Completamento del tempo gengivale con modellazione dei margini papillari
Preparazione laser dei denti
completamento delle otturazioni, notare il trofismo e profilo gengivale ottenuto al termine dellÂ’intervento

TAG: Trattamento tessuti duri e molli in paziente in ch