Frenulectomia linguale in adulto con laser a diodi 810 nm

Case report: frenulectomia linguale in paziente adulto
by Prof. Francesco Scarpelli 27-10-2008
Il laser ha contribuito notevolmente a semplificare gli interventi di frenulectomia tetto labiale e linguale sia nei bambini che in pazienti adulti. Possono essere utilizzati tutti i vari tipi di laser, ad erbio, neodimio, CO2 e diodi da 810, 908 e 980 nm. Nel caso di un frenulo linguale, con il laser ad erbio avremo un minor controllo del sanguinamento, mentre per le altre lunghezze d’onda, l’azione diretta sul cromoforo emoglobina e l’effetto termico ci sarà di grande aiuto, specie in un’area quale quella sottolinguale particolarmente vascolarizzata. Sarà bene però ricordare che il controllo del sanguinamento sarà ottenibile solo su vasi di dimensioni non superiori ai 0.5 mm, mentre in caso di sanguinamenti franchi bisognerà ricorrere a clampaggio del vaso e punto. Nel caso riportato viene evidenziata una frenulectomia linguale effettuata con laser a diodi 810 nm con fascio in onda continua (CW) a 2 Watt previa preparazione adeguata della fibra da 320 micron. Vengono evidenziati il pre e post intervento ed i passaggi laser


Scritto da Prof. Francesco Scarpelli
GORIZIA (GO)

Foto 1: situazione iniziale, posizione della lingua
Foto 2: esiti intervento e posizione lingua al termine dellÂ’intervento stesso; a parametri corretti si noti la mancanza di carbonizzazioni a livello del taglio.

TAG: Frenulectomia linguale in adulto con laser a diodi